UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Le magnifiche quattro di UEFA Europa League

UEFA.com passa in rassegna il curriculum europeo delle quattro semifinaliste di UEFA Europa League: Basilea, Benfica, Chelsea e Fenerbahçe SK.

Le magnifiche quattro di UEFA Europa League
Le magnifiche quattro di UEFA Europa League ©Getty Images

Quattro squadre sono rimaste a contendersi la UEFA Europa League: FC Basel 1893, SL Benfica, Chelsea FC e Fenerbahçe SK. Due di esse non erano mai arrivate così lontane in Europa, mentre le altre due vantano successi in Coppa dei Campioni. UEFA.com analizza i loro risultati europei più importanti.

FC Basel 1893 

Dopo avere raggiunto in passato due volte i quarti di finale, il Basilea si è superato quest'anno. L'unica incursione della formazione elvetica nei quarti di finale di Coppa dei Campioni risale alla stagione 1973/74: eliminazione ai supplementari dopo un doppio 3-2. Il copione è simile nella Coppa UEFA 2005/06, quando viene eliminato dal Middlesbrough FC: vittoria per 2-0 in casa e sconfitta per 3-0 al ritorno, con tre gol nella ripresa (di cui l'ultimo nel recupero).

I festeggiamenti della scorsa settimana per l'accesso in semifinale sono pertanto giustificati. Lungo il cammino gli elvetici hanno eliminato avversari del calibro di FC Zenit St Petersburg e Tottenham Hotspur FC,  a conferma che la presenza del Basilea agli ottavi di finale della scorsa UEFA Champions League – a spese del Manchester United FC – non era stata una coincidenza.

SL Benfica
Il Benfica ha conquistato due volte la Coppa dei Campioni, 1961 e 1962, mentre la Coppa UEFA/UEFA Europa League le è sempre sfuggita. In due occasioni le Aquile sono andate vicino al successo. Due anni fa sono state eliminate dai connazionali dell'SC Braga in semifinale. Nel 1983, hanno perso 2-1 la doppia finale contro l'RSC Anderlecht.

Storia diversa in Coppa dei Campioni, dove il Benfica ha trionfato due volte: nel 1961, superando 3-2 l'FC Barcelona, e l'anno seguente – trascinata da Eusébio – battendo 5-3 il Real Madrid CF. Quella finale si giocò a Amsterdam, sede della finale di UEFA Europa League a maggio. Che sia un buon auspicio? Il Benfica ha partecipato da allora a cinque finali, perdendole tutte, l'ultima nel 1989/90: 1-0 contro l'AC Milan.

Il Chelsea festeggia la conquista della UEFA Champions League 2012
Il Chelsea festeggia la conquista della UEFA Champions League 2012©AFP/Getty Images

E invece la scorsa stagione il Chelsea ribalta il 3-1 rimediato all'andata degli ottavi eliminando l'SSC Napoli. In seguito, elimina a sorpresa l'FC Barcelona in semifinale e, infine, pareggia in rimonta e batte ai calci di rigore l'FC Bayern München sul terreno di gioco dei tedeschi. "Il calcio, come la vita, è a volte imprevedibile e pazzo. Nessuno avrebbe potuto immaginare un epilogo del genere”, dichiara l'allora tecnico Roberto Di Matteo dopo il rigore decisivo trasformato da Didier Drogba.

Fenerbahçe SK 

La semifinale di UEFA Europa League rappresenta un traguardo senza precedenti in campo europeo per la formazione turca. Tuttavia, soltanto cinque anni fa, con Zico in panchina, i turchi si rendono protagonisti di un brillante cammino fino ai quarti di finale nella massima competizione continentale per club, la UEFA Champions League. Un'avventura iniziata con la vittoria nel terzo turno preliminare contro l'RSC Anderlecht e terminata con la sconfitta per 3-2 contro il Chelsea, passando per molte serate memorabili.

La vittoria per 1-0 all'esordio contro l'C Internazionale Milano e i pareggi con PFC CSKA Moskva (2-2) e PSV Eindhoven (0-0) consolidano la posizione nel Gruppo G. Le successive vittorie contro PSV e CSKA gli valgno il secondo posto, prima della sfida epica agli ottavi contro il Sevilla FC. Dopo un doppio 3-2 i turchi prevalgono ai calci di rigore grazie a Volkan Demirel, che para tre calci di rigore. Il Chelsea si rivelerà un ostacolo troppo difficile da superare.