Paure e speranze in Europa League

Se lo Shamrock Rovers è già felice di esserci, squadre del calibro di Tottenham e Atlético Madrid guardano lontano fino alla finale di maggio a Bucarest.

Paure e speranze in Europa League
Paure e speranze in Europa League ©UEFA.com

Alcuni club si rallegrano per il semplice fatto di avere raggiunto la fase a gironi della UEFA Europa League, mentre per altri il sorteggio segna soltanto l'inizio di quella che sperano sia una stagione coronata da un trofeo continentale.

Lo Shamrock Rovers FC è la prima squadra della Repubblica d'Irlanda a raggiungere la fase a gironi di un'importante competizione UEFA, e il presidente Jonathan Roche già pregusta le sfide di lusso nel Gruppo A contro FC Rubin Kazan, PAOK FC, e Tottenham Hotspur FC.

"Il nostro club ha scritto una pagina storica ieri. E' stata una serata magnifica – ha dichiarato Roach -. Era il sorteggio che ci auguravamo. Volevamo una grande squadra: Tottenham, Rubin Kazan, squadre abituate alla Champions League. Ci andava bene qualunque squadra di questo calibro. Il Tottenham, per motivi di vicinanza geografica, è un ottimo sorteggio per i nostri tifosi”.

Oltre a definirlo "un girone stimolante", il direttore degli Spurs Darren Ealeshe confida in un brillante cammino della sua squadra nel torneo dopo i quarti di finale di UEFA Champions League raggiunti la scorsa stagione. "Vantiamo un'ottima tradizione nel torneo. L'abbiamo vinto due volte  quando si chiamava ancora Coppa UEFA e speriamo di vincerlo per la terza volta".

Una formazione ad avere vinto più di recente il titolo continentale è il Club Atlético de Madrid. Vincitori dell'edizione inaugurale della UEFA Europa League nel 2010, i Colchoneros sono stati inseriti in un girone complicato che comprende Udinese Calcio, Stade Rennais FC e FC Sion. "Assistere al sorteggio e alla presentazione che lo precede, e sentire il nome dell'Atlético Madrid tra i vincitori della Europa League, è qualcosa di molto speciale – ha dichiarato il direttore del club  Clemente Villaverde -. Significa che l'impresa ci è già riuscita una volta e, dunque, perché non riprovarci?”.

Il centrocampista dell'Udinese Giampiero Pinzi è certamente consapevole delle insidie del Gruppo I. "L'Atlético Madrid è una squadra molto forte, che ha vinto di recente il torneo. Ma non sarà facile nemmeno contro il Rennes”.

Un'altra formazione della Ligue 1, il Paris Saint-Germain FC, spera di lasciare il segno nel torneo dopo la campagna acquisti faraonica dell'estate. Il tecnico dei parigini Antoine Kombouaré ha dichiarato: "E' un sorteggio aperto. Il Bilbao è una squadra forte. Il Salisburgo è abituato a giocare in Europa, ha eliminato la Juventus lo scorso anno, e il [ŠK Slovan] Bratislava è una squadra di livello avendo eliminato l'AS Roma. Dovremo affrontare le gare con il massimo impegno”.

La finale di maggio si giocherà a Bucarest. Il capitano dell'FC Steaua Bucureşti, Ciprian Tătărușanu, spera di raggiungere la fase a eliminazione diretta e, magari, la finale in casa. "E' un girone abbordabile – ha detto a proposito del Gruppo J, che comprende anche FC Schalke 04, Maccabi Haifa FC e AEK Larnaca FC -. Dovremmo riuscire a fare bottino pieno contro tutti i nostri avversari, tranne lo Schalke".