UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Al St James' Park vince la prudenza

Newcastle FC-Olympique de Marseille 0-0
I Magpies ci provano con più convinzione, ma Shearer è in ombra e i francesi ottengono il pareggio cercato.

di Alex O'Henley dal St James' Park

Newcastle United FC e Olympique de Marseille hanno dato vita a una bella partita, seppur terminata a reti inviolate. La semifinale di Coppa UEFA si deciderà dunque fra due settimane allo Stade Vélodrome di Marsiglia. Entrambe le squadre hanno avuto più di un'occasione in un incontro tirato, ma è il Newcastle la squadra che potrà recriminare di più qualora venisse eliminata.

Cambi forzati
Il tecnico dei Magpies Sir Bobby Robson si vedeva costretto a mettere in campo una formazione rabberciata a causa degli infortuni di Titus Bramble, Craig Bellamy, Kieron Dyer e Jermaine Jenas. A sostituirli, Andy O'Brien in difesa, Hugo Viana a centrocampo e Shola Ameobi a fare coppia con Alan Shearer in attacco. Anche l'Olympique doveva però rinunciare a due punte importanti: Ahmed Hossam "Mido" e Steve Marlet, entrambi infortunatisi domenica contro il Lille OSC.

Occasioni in apertura
I francesi si rendevano pericolosi per primi dopo appena 5'. Un passaggio filtrante di Camel Meriem trovava Didier Drogba in area, ma il destro dell'ivoriano si spegneva a lato della porta del Newcastle senza causare problemi a Shay Given. Meriem si ripeteva tre minuti più tardi, spedendo in area dalla sinistra un ottimo cross, che veniva però intercettato da un attento Jonathan Woodgate con Drogba pronto a colpire.

Robert crea
I calci da fermo di Laurent Robert hanno contribuito non poco all'avanzata europea degli inglesi in questa stagione e anche questa sera, al 13', il francese creava un'altra occasione d'oro per i suoi compagni di squadra. La sua punizione da 35 metri era infatti un assist perfetto per Ameobi, ma il giovane attaccante, pressato da Abdoulaye Méïté, non riusciva a trarne vantaggio.

Ameobi sciupa
Il 22enne centravanti si trovava tra le mani un'altra ottima chance al 17', quando un passaggio di Shearer lo metteva di fronte a Fabien Barthez. Dopo aver effettuato un buon controllo, Ameobi si lasciava ipnotizzare dal nazionale francese e gli tirava addosso, guadagnando solamente un corner.

Given a 300
I padroni di casa stavano man mano prendendo il controllo del gioco e al 24' provavano ancora a colpire: era nuovamente Shearer a mettersi in evidenza, con un assist perfetto che metteva Viana nelle condizioni di concludere a rete dal limite dell'area, ma il portoghese calciava debolmente senza creare problemi a Barthez. Nel rapido ribaltamento di fronte, Drogba si liberava di O'Brien e calciava a rete da buona posizione. Given, alla sua 300esima partita in carriera, parava egregiamente.

Speed sfiora di poco
Nel corso del primo minuto del secondo tempo, Sylvain N'Diaye si involava sulla sinistra e crossava basso al centro dell'area dove Drogba veniva anticipato miracolosamente da Woodgate in recupero. Dopo pochi secondi, Robert veniva messo giù a pochi metri dal limite dell'area francese da Habib Beye, che nell'occasione veniva anche ammonito. La potente punizione di Shearer veniva respinta in qualche modo da Barthez, che non avrebbe potuto nulla sulla successiva conclusione di Gary Speed, se solo il nazionale gallese avesse centrato lo specchio della porta.

Palo al volo
Il Newcastle si salvava per un pelo verso la metà della ripresa. Robert perdeva palla a centrocampo e Demetrius Ferriera Leite ne approfittava, crossando in area per Drogba che non ci pensava due volte e colpiva al volo: la sua conclusione superava Given, ma veniva clamorosamente respinta dal palo interno.

Bridges non approfitta
Beye salvava ancora l'Olympique portando via la palla ad Ameobi, ormai lanciato a rete. Il Newcastle si riversava in avanti per trovare il gol della vittoria e nel frattempo sostituiva la giovane punta con Michael Bridges. Il neoentrato aveva subito un'occasione: dopo aver conquistato palla in seguito a un liscio di un difensore marsigliese, Bridges si involava verso la porta, ma poi concludeva a lato con Barthez battuto.