Il sito ufficiale del calcio europeo

Il Belgio vola con Nainggolan, Svezia eliminata

Pubblicato: Mercoledì, 22 giugno 2016, 22.45CET
Svezia-Belgio 0-1
Una rete nel finale del giocatore della Roma regala ai Diavoli Rossi il secondo posto nel Gruppo E alle spalle dell’Italia: agli ottavi sarà sfida con l’Ungheria. La Svezia esce senza vittorie.
Il Belgio vola con Nainggolan, Svezia eliminata
Radja Nainggolan, match-winner per il Belgio nella sfida contro la Svezia ©Getty Images

Statistiche partite

SveziaBelgio

Gol segnati0
1
Possesso (%)50
 
50
Tiri totali12
 
23
in porta3
 
8
fuori5
 
8
Bloccati4
 
7
sui legni0
 
0
Calci d'angolo4
 
12
Fuorigioco0
4
Cartellini gialli2
 
2
Cartellini rossi0
 
0
Falli commessi10
 
14
Falli subiti14
 
10

Classifiche

Legenda:

G: Giocate   
P.ti: Punti   
Ultimo aggiornamento: 17/11/2017 10:11 CET
SSI Err
Pubblicato: Mercoledì, 22 giugno 2016, 22.45CET

Il Belgio vola con Nainggolan, Svezia eliminata

Svezia-Belgio 0-1
Una rete nel finale del giocatore della Roma regala ai Diavoli Rossi il secondo posto nel Gruppo E alle spalle dell’Italia: agli ottavi sarà sfida con l’Ungheria. La Svezia esce senza vittorie.

  • Il Belgio conquista il secondo posto nel Gruppo E grazie alla vittoria a Nizza sulla Svezia, ora eliminata
  • Radja Nainggolan segna il gol decisivo per i Diavoli Rossi, che domenica a Tolosa negli ottavi se la vedranno contro l'Ungheria
  • Zlatan Ibrahimović conclude la sua carriera in nazionale svedese con 62 reti in 116 presenze
  • L'era di Erik Hamrén, da sette anni Ct della Svezia, è adesso conclusa
  • Tutto il prepartita, le azioni e le dichiarazioni in tempo reale su UEFA.com

Contenuti attinenti

Una conclusione deviata di Radja Nainggolan a sei minuti dalla fine regala al Belgio un posto negli ottavi di UEFA EURO 2016, con la Svezia di Zlatan Ibrahimović - all’ultima partita in nazionale - che lascia la Francia senza neanche una vittoria. 

Ritmi intensi e match spettacolare nelle prime battute: al 3’ Witsel manca la porta di Isaksson da buona posizione, due giri d’orologio più tardi Berg si ritrova il pallone sui piedi dopo una mischia e chiama al grande intervento Courtois con un destro in acrobazia nel cuore dell’area belga. Lukaku sfiora il bersaglio grosso con il sinistro, poi la gara vive in una fase di maggiore studio e le due squadre abbandonano la frenesia iniziale.

Il Belgio gioca bene, la Svezia vive di folate sporadiche: Hazard e De Bruyne svariano sul fronte d’attacco cercando di mettere in difficoltà la difesa avversaria con la loro qualità, Larsson al 24’ non trova la porta da lontano. Nei due minuti successivi entrambi i portieri rischiano di capitolare: De Bruyne conclude da fuori area costringendo Isaksson a salvare in tuffo, Ibrahimović sfiora il palo alla destra di Courtois con un diagonale di destro in corsa.

Ekdal e Johansson ricevono i primi gialli del match, De Bruyne si conferma il più ispirato nella selezione di Wilmots: al 35’ un suo cross dalla corsia mancina mette i brividi ai difensori avversari, ma nessun compagno arriva all’appuntamento con il pallone. Il Belgio sfiora il vantaggio allo scadere: Hazard e De Bruyne scambiano da calcio d’angolo, il fantasista del Manchester City disegna una parabola dolcissima per Meunier che di testa manca di pochi centimetri il bersaglio grosso.

Il Belgio ha un approccio spensierato ad inizio ripresa e la Svezia prende in mano il controllo delle operazioni: Ibrahimović, di testa, ed Ekdal, con il destro, provano in sequenza a far capitolare la porta di Courtois, i soliti Hazard e De Bruyne fanno uscire dal guscio la loro squadra tenendo in costante apprensione gli avversari.

È lo stesso De Bruyne ad impegnare seriamente Isaksson al minuto 65 con un rasoterra indirizzato all’angolino, il portiere svedese è lesto nel deviare in angolo e sette minuti dopo si supera ancora: Lukaku, lanciato a rete da De Bruyne, si fa ipnotizzare dal numero 1 della formazione di Hamrén. Courtois non è da meno sul fronte opposto e dimostra tutta la sua bravura nel respingere la potente punizione di Ibrahimović.

Al 79’ Lukaku si gira bene su Granqvist, ma calcia alto con il destro, poi è Mertens a cercare di finalizzare dopo un pregevole dribbling trovando la risposta di un Isaksson in gran serata. In pochi attimi si passa dal possibile gol svedese al vantaggio belga: De Bruyne salva sulla linea allontanando il colpo di testa a botta sicura di Granqvist, sul capovolgimento di fronte Nainggolan indovina l’angolo giusto con un destro da manuale e realizza l’1-0.

Si entra nel recupero e Benteke fallisce il raddoppio nel cuore dell’area svedese sul preciso assist di Hazard, è l’ultima emozione della sfida di Nizza: il Belgio si qualifica agli ottavi di finale come seconda del Gruppo E ed affronterà domenica sera l’Ungheria a Tolosa, mentre termina nella fase a gironi l’avventura ad EURO 2016 della Svezia di Ibrahimović.

Migliore in campo: Eden Hazard (Belgio)

Ultimo aggiornamento: 14/07/16 19.08CET

http://it.uefa.com/uefaeuro/season=2016/matches/round=2000448/match=2017957/postmatch/report/index.html#il+belgio+vola+nainggolan+svezia+eliminata