UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Conta solo vincere per Van der Vaart

Il centrocampista dell'Olanda Rafael van der Vaart cerca gloria a UEFA EURO 2012 e non gli importa lo sappiano tutti. A UEFA.com ha detto: "EURO sarà un successo per noi quando lo vinceremo".

Rafael van der Vaart vuole solo vincere
Rafael van der Vaart vuole solo vincere ©AFP

A Rafael van der Vaart non sembra appartenere la ritrosia del diplomatico, la paura dell'arroganza o di sfidare gli dei del calcio. Il centrocampista olandese non vuole altro che il primo premio a UEFA EURO 2012, e non gli importa che lo sappiano tutti.

"EURO sarà un successo per noi quando lo vinceremo", ha detto a UEFA.com, mentre gli Oranje si preparano ad aprire contro la Danimarca sabato. "E devi dirlo a voce alta anche, perché dire cose come 'una semifinale sarebbe carina'... No, siamo stati finalisti al Mondiale, quindi ora dobbiamo avere l'ambizione più alta".

Pronto a disputare il suo terzo Europeo UEFA dopo aver iniziato con UEFA EURO 2004, il 29enne sente che è arrivato il momento della sua nazionale. "E' anche che sono nell'età giusta ora", ha spiegato. "Non direi che o adesso o mai più, ma di certo è un momento che puoi descrivere come 'se puoi farcela ora, allora succederà'". 

I titolari sono più o meno gli stessi di quelli che hanno perso la finale del 2010 in Sudafrica contro la Spagna, e l'ottimismo è comprensibile. Inoltre il tecnico Bert van Marwijk ha migliorato il suo approccio dopo che l'avventura di Marco van Basten si era conclusa contro la Russia ai quarti di finale quattro anni fa.

"Molti di noi sono gli stessi [del Sudafrica]", ha detto Van der Vaart. "Non penso che il nostro Ct sia il tipo da fare tanti cambiamenti. Penso che gli piaccia affidarsi all'unione della sua squadra. Spero che potremo giocare un calcio migliore rispetto al 2010. Ho sempre avuto la sensazione che avremmo potuto fare meglio, e speriamo di farlo durante questo EURO".

Impegnati in quello che probabilmente è il girone più duro del torneo, gli olandesi dovranno superare ostacoli forse anche più alti in Polonia e Ucraina, e certamente non potranno permettersi una partenza lenta - anche se la vittoria di sabato per 6-0 contro l'Irlanda del Nord suggerisce che gli olandesi sono entrati in forma al momento giusto. 

"Al Mondiale è un po' più semplice perché certe volte giochi contro un paio di squadre nella fase a gironi con cui puoi non essere al 100% della forma, e ad un certo punto del torneo devi iniziare a crescere. Ma quando sei in un gruppo con Germania, Portogallo e Danimarca – perché molti si dimenticano che sono molto forti anche loro – allora devi essere pronto fin dal primo minuto".

La squadra di Van Marwijk ha superato la Danimarca 2-0 nella sua gara di apertura al Mondiale 2010, ma Van der Vaart crede che gli scandinavi saranno avversari più tosti questa volta. "Ci hanno reso la vita dura", ha detto il regista del Tottenham Hotspur FC. "E penso siano migliorati rispetto a due anni fa. Hanno diversi giovani buoni e un buon tecnico, quindi sarà interessante vedere cosa faranno. Sarà una partita molto importante per entrambe le squadre, perché se non si vince, sarà molto dura poi, con le successive due gare contro Portogallo e Germania".