UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Ibrahimović: "Record meritato"

L'attaccante del Paris St-Germain, diventato capocannoniere assoluto della Svezia con i due gol contro l'Azerbaigian, ripercorre la sua carriera e parla dei gol più belli e importanti.

Zlatan Ibrahimović è arrivato a quota 50
Zlatan Ibrahimović è arrivato a quota 50 ©AFP

Avendo vinto più premi di giocatore svedese dell'anno (otto) di qualsiasi altro collega, Zlatan Ibrahimović non deve certo dimostrare il suo talento. Diventare il capocannoniere assoluto della sua nazione, però, non può certo fargli male. "Penso di essermelo meritato", ha commentato l'attaccante dopo aver messo a segno il gol numero 49 e 50 nell'amichevole a Solna contro l'Estonia.

Tutto è iniziato a Råsunda 13 anni fa, il 7 ottobre 2001. Pochi minuti dopo il suo ingresso dalla panchina, il 20enne Ibrahimović ha realizzato il suo primo gol con la Svezia nella gara di qualificazione alla Coppa del Mondo FIFA contro l'Azerbaigian (3-0). Il giocatore è stato subito idolatrato dai tifosi ma da allora è diventato sempre più famoso, gol dopo gol.

Pochi calciatori possono vantare numeri più spettacolari dei suoi. Per esempio, c'è il colpo di tacco al volo contro l'Italia nel 2004, il potentissimo destro contro la Grecia nel 2008 e la sforbiciata contro la Francia nel 2012, solo per parlare del Campionato Europeo UEFA.

Inoltre, quando la nazionale si è trasferita dallo stadio di Råsunda alla vicina Friends Arena (ottobre 2012), Ibrahimović ha inaugurato il nuovo impianto segnando quattro gol contro l'Inghilterra, di cui uno con una sforbiciata da fuori area ai limiti dell'immaginabile.

Dopo aver superato il primato di Sven Rydell, che durava da 82 anni, Ibrahimović ha commentato: "Il mio gol più bello è stato quello contro l'Inghilterra. Non potrà mai essere battuto, ma sono tutti importanti, anche perché mi hanno permesso di arrivare al record".

Per festeggiare la seconda marcatura contro l'Estonia, Ibrahimović si è alzato la maglia e ha mostrato due scritte: 'Ce l'hai fatta' sul davanti e '50+' sul retro. "Ieri abbiamo avuto questa idea - aggiunge il giocatore del Paris Saint-Germain -. Volevo fare una dichiarazione dopo il record, ma dovevo prima segnare due gol, quindi ho deciso di fare così".