CR7 decisivo, la Juve si prende la Supercoppa

Dopo due sconfitte consecutive in finale, i campioni d'Italia superano 1-0 il Milan a Gedda e conquistano il primo trofeo della stagione: decide un gol nella ripresa di Cristiano Ronaldo, espulso Franck Kessié.

©Getty Images

Juventus-Milan 1-0 (Ronaldo 61')
Dopo due sconfitte consecutive, la Juventus rimette le mani sulla Supercoppa Italiana. A Gedda, i Bianconeri di Massimiliano Allegri superano 1-0 il Milan e conquistano il primo trofeo di questa stagione, quello che mette di fronte i campioni d’Italia ai detentori della Coppa Italia: al King Abdullah Sports City decide un gol nel secondo tempo di Cristiano Ronaldo, che firma il suo sedicesimo gol con la Signora.

Il Milan parte senza Gonzalo Higuaín, vittima di una sindrome influenzale, poi João Cancelo va vicino al gol con un tiro che sfiora il secondo palo. La squadra di Gennaro Gattuso sfiora il vantaggio con Samu Castillejo, che per poco non sfrutta un’uscita a vuoto di Wojciech Szczęsny: il tiro dello spagnolo termina alto.

La Juventus non sta a guardare, ma Ronaldo sbaglia una ripartenza con un assist impreciso e il successivo tiro di Giorgio Chiellini è da dimenticare; poi segna Blaise Matuidi, ma il gol è annullato per fuorigioco del centrocampista francese. Prima dell’intervallo due emozioni: Ronaldo manca di pochissimo il bersaglio, dalla parte opposta Szczęsny è bravo in due tempi su Hakan Çalhanoğlu.

Nella ripresa Patrick Cutrone colpisce una clamorosa traversa, liberato da un rimpallo; poi, dopo una respinta di Gianluigi Donnarumma su CR7, è ancora Çalhanoğlu ad andare vicino al bersaglio.

Il gol-partita arriva dopo un quarto d’ora della ripresa. Miralem Pjanić trova perfettamente in area Ronaldo, il portoghese elude la marcatura dei difensori centrali Rossoneri e di testa supera Donnarumma, realizzando quello che sarà il gol-partita. La mossa di Allegri è immediata: esce proprio Pjanić, al suo posto entra Emre Can.

Viene annullato anche un gol a Paulo Dybala, per fuorigioco di Matuidi, poi a venti minuti dalla fine arriva il momento del Pipita: gli fa posto Castillejo, l’argentino fa coppia con Cutrone. Entra anche Fabio Borini, ma i Rossoneri restano in dieci per l’espulsione di Kessié, punito per un intervento su Rodrigo Bentancur riesaminato al VAR.

Gattuso si copre e manda in campo Andrea Conti al posto di Cutrone, ma è Ronaldo a sciupare la chance del raddoppio in contropiede, peccando un po’ di individualismo: la conclusione termina tra le braccia di Donnarumma. La Juventus vince comunque 1-0 e si aggiudica per l’ottava volta nella sua storia la Supercoppa Italiana.




In alto