UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Gli osservati speciali del 2024: chi brillerà in Europa quest'anno?

UEFA.com ha scelto 40 giocatori che hanno il potenziale per imporsi in Europa nel 2024.

Matias Soulé del Frosinone, Johan Bakayoko del PSV, Warren Zaïre-Emery del Paris, Pape Matar Sarr del Tottenham e António Silva del Benfica
Matias Soulé del Frosinone, Johan Bakayoko del PSV, Warren Zaïre-Emery del Paris, Pape Matar Sarr del Tottenham e António Silva del Benfica

Siamo all'inizio dell'anno e, come di consueto, UEFA.com si è affidato alla sua preziosa rete di giornalisti, corrispondenti e redattori di tutto il continente per prevedere quali giovani calciatori potrebbero irrompere sul palcoscenico europeo nel 2024.

Tutti i giocatori - che all'inizio dell'anno devono avere 21 anni o meno - sognano di emulare le gesta di alcuni dei nostri osservati speciali degli anni precedenti, come Erling Haaland (2019), Rafael Leão (2020), Jude Bellingham (2021) e Gavi (2022), solo per citarne alcuni.

Ecco i 40 giocatori da tenere d'occhio nel 2024:

António Silva (POR, 20 – Benfica)

Passato al Benfica a soli 18 anni all'inizio del 2022/23, il possente centrale è diventato quasi subito titolare del club. Difensore tenace e in grado di fare passaggi millimetrici da qualsiasi distanza, è diventato il più giovane giocatore di sempre a vestire la maglia del Portogallo ai Mondiali, all'età di 19 anni e 33 giorni.

Arnau Martínez (ESP, 20 – Girona)

Il terzino destro ha trascorso diversi anni nell'accademia La Masia del Barcellona, ma il vero e proprio salto l'ha fatto nel 2021/22 quando ha contribuito alla promozione del Girona nella massima serie spagnola. Abile col pallone tra i piedi e dotato di precisione e visione nei passaggi, il nazionale Under 21 spagnolo è stato protagonista dell'incredibile inizio di stagione del Girona.

Noah Atubolu (GER, 21 – Friburgo)

Il Friburgo ha puntato sul portiere della Germania U21 dopo la partenza in estate di Mark Flekken. Atubolu si è fatto trovare subito pronto e ha risposto alla fiducia con parate d'alta scuola e con una grande capacità di impostare dalle retrovie che ha portato a paragoni eccellenti con un giovane Manuel Neuer.

Johan Bakayoko (BEL, 20 – PSV Eindhoven)

Ha iniziato a incidere con il PSV all'inizio del 2023 e ha concluso la sua stagione d'esordio con sette gol e cinque assist. La sua velocità e bravura nell'uno contro uno, rendono l'esterno destro una minaccia costante per i difensori avversari. A marzo ha anche esordito col Belgio.

Tommaso Baldanzi (ITA, 20 – Empoli)

Centrocampista offensivo dotato di un'ottima visione di gioco e di una eccellente capacità nei passaggi, Baldanzi è all'Empoli dall'età di otto anni e da 18 mesi è uno dei protagonisti assoluti della squadra toscana. Ha vestito la maglia azzurra dell'Italia a numerosi livelli, e nel 2023 ha raggiunto da protagonista la finale della Coppa del Mondo FIFA U20, giocando tutte e sette le partite.

Roony Bardghji (SWE, 18 – Copenhagen)

L'attaccante nato in Kuwait è in prima squadra da quando ha compiuto 16 anni e ha già collezionato più di 50 presenze col club. Ha segnato sei gol nelle sue prime nove partite di campionato di questa stagione, e poi ha realizzato quello storico della vittoria contro il Manchester United in Champions League – tutti prima dei 18 anni.

Maximilian Beier (GER, 21 – Hoffenheim)

L'attaccante ha giocato due stagioni in prestito all'Hannover prima di tornare all'Hoffenheim dove si è subito imposto. Il suo allenatore, Pellegrino Matarazzo, ha detto: "O hai quei geni o non li hai, e Maxi ha il gol nel DNA". Sei gol nelle prime otto partite di Bundesliga di questa stagione confermano questa tesi.

Nikola Čavlina (CRO, 21 – Lokomotiva Zagreb)

Arrivato alla Lokomotiva Zagabria dalla Dinamo Zagabria nel 2021, si è imposto come numero uno all'inizio della stagione 2022/23. Dotato di grandi riflessi e di uno scatto felino, Čavlina è un para-rigori nato e adesso è anche titolare nella nazionale croata U21.

Ousmane Diomande (CIV, 20 – Sporting CP)

Un'ascesa fulminea dopo aver debuttato con lo Sporting CP solo a febbraio. Specialista nei contrasti, è un centrale moderno abile in fase di possesso e non. Sa impostare dalle retrovie ma anche uscire dalla difesa col pallone tra i piedi. Oggi titolare col club, ha già tre convocazioni all'attivo con la Costa d'Avorio.

Bilal El Khannous (MAR, 19 – Genk)

Ha debuttato con il Marocco nella finale per il terzo posto ai Mondiali e da allora è diventato un pilastro della sua nazionale. L'elegante centrocampista marocchino, specialista nei passaggi filtranti e negli inserimenti, è stato nominato Giovane dell'Anno in Belgio nel 2022.

Evan Ferguson (IRL, 19 – Brighton)

Ultimo talento della cantera del Brighton e grande speranza della nazionale della Repubblica d'Irlanda, Ferguson è un attaccante completo. Rapido, forte e in grado di calciare con entrambi i piedi, è diventato il primo giocatore sotto i 20 anni a segnare dieci gol in Premier League in un anno solare dopo Wayne Rooney nel 2005.

Filip Jorgensen (DEN, 21 – Villarreal)

Nato in Svezia, Jorgensen ha imparato bene dall'intramontabile Pepe Reina al Villarreal ed è titolare della formazione U21 danese. In questa stagione ha ereditato i guantoni da titolare da Reina e si sta confermando ad alti livelli.

Michael Kayode (ITA, 19 – Fiorentina)

Prima di approdare ai viola, a soli 16 anni Kayode ha brillato in Serie D col Gozzano. È stato uno dei protagonisti assoluti della vittoriosa campagna dell'Italia agli Europei U19 del 2023, dove ha anche segnato il gol della vittoria in finale. Terzino destro di spinta, si è confermato anche nella sua stagione d'esordio a Firenze.

Karim Konaté (CIV, 19 – Salisburgo)

Il Salisburgo ha scovato un altro splendido talento nel 19enne attaccante, che spera di avere un impatto simile a quello di Erling Haaland e Benjamin Šeško. Rapido e implacabile sotto rete, Konaté ha realizzato 15 gol in 18 partite con il Liefering nella scorsa stagione e ha già raggiunto la doppia cifra con il Salisburgo in questa.

Giannis Konstantelias (GRE, 20 – PAOK)

Konstantelias e il compagno di squadra Konstantinos Koulierakis sembrano essere il futuro del calcio greco, con entrambi già in rampa di lancio con la nazionale. Il centrocampista offensivo, che si è affermato a livello di club nel 2022/23, ha un'abilità di dribbling impressionante e sa unire i reparti con la naturalezza dei grandi.

Elie Junior Kroupi (FRA, 17 – Lorient)

Figlio dell'ex nazionale della Costa d'Avorio, Elie Kroupi, è diventato il terzo giocatore più giovane della Ligue 1 debuttando con il Lorient a giugno e ha fatto altri passi avanti in questa stagione con quattro gol nelle prime 12 partite di campionato.

Hugo Larsson (SWE, 19 – Frankfurt)

Giocatore dell'Anno del campionato svedese per il 2022, Larsson ha vinto la coppa quell'anno e ha tracciato la strada del Malmö verso il titolo del 2023 prima di trasferirsi al Francoforte in estate. Già stabilmente nel giro della nazionale svedese, il centrocampista sa giocare sia davanti la difesa che in una posizione più avanzata, dettando i tempi di gioco alla squadra.

 Rico Lewis (ENG, 19 – Manchester City)

Diventare un elemento sempre più importante per la squadra di Pep Guardiola a soli 19 anni non è un'impresa da poco, ma Lewis è riuscito a farsi strada nelle gerarchie del tecnico spagnolo. In grado di giocare come terzino o di spostarsi a centrocampo, il talentino inglese ha anche debuttato con la nazionale a novembre.

Krisztián Lisztes (HUN, 18 – Ferencváros)

Figlio dell'omonimo 49enne ungherese, il centrocampista Lisztes Jr ha messo lo zampino su diversi gol del Ferencváros nella conquista del titolo nel 2023. Tecnico e rapido, il nazionale U21 passerà da Budapest all'Eintracht Francoforte con un contratto quinquennale in estate.

Castello Lukeba (FRA, 21 – Leipzig)

Ha fatto passi da gigante in due stagioni con il Lione prima che il Lipsia si accaparrasse il centrocampista in estate. "Penso a EURO 2024, mi piace pormi obiettivi importanti", ha dichiarato prima del trasferimento. Lukeba vanta già una presenza coi Bleus.

Miloš Luković (SRB, 18 – IMT Novi Beograd)

Ha segnato 15 gol con l'IMT nella stagione della promozione del club nella massima serie serba per la prima volta nel 2022/23. Abile rifinitore, che eccelle anche spalle alla porta nonostante la tenera età, Luković è stato nominato capitano della squadra a 17 anni e ha segnato nove gol nelle sue prime 18 partite di campionato di questa stagione.

Eric Martel (GER, 21 – Köln)

Il nazionale U21 della Germania si è messo in luce nel prestito all'Austria Wien prima di passare dal Lipsia al Colonia nell'estate del 2022. Centrocampista combattivo che mette la squadra al primo posto, Martel ha un fisico imponente che si sposa perfettamente con la sua capacità di vincere i contrasti.

Yankuba Minteh (GAM, 19 – Feyenoord, in prestito dal Newcastle)

L'ex stellina dell'Odense si è adattato perfettamente al gioco del Feyenoord dopo il suo trasferimento in prestito dal Newcastle. Rapido e veloce, l'esterno gambiano ha già trovato la rete diverse volte in Eredivisie e a settembre ha fatto il suo esordio con la nazionale maggiore.

Ariel Mosór (POL, 20 – Piast Gliwice)

A suo agio sia come terzino destro che come centrale, Mosór è stato il pilastro della retroguardia del Piast nelle ultime due stagioni. Nominato Giovane della Stagione dell'Ekstraklasa e titolare dell'U21 polacca, Mosór è un difensore frontale capace di avanzare col pallone tra i piedi quando chiamato in causa.

Antonio Nusa (NOR, 18 – Club Brugge)

Il 18enne norvegese è uno dei più promettenti talenti europei ed è salito alla ribalta nel 2022 dopo essere diventato il secondo più giovane marcatore nella storia della UEFA Champions League. L'ex Stabæk è abile nei dribbling e negli inserimenti dalle corsie esterne.

Gift Orban (NGA, 20 – Gent)

Goleador implacabile, Orban a marzo ha riscritto i libri dei record con la tripletta più veloce nella storia delle competizioni UEFA per club. Prolifico anche allo Stabæk, il nigeriano è andato a segno 19 volte in 22 partite nel 2022/23 dopo il suo passaggio a gennaio al Gent e ha fatto incetta di gol anche in UEFA Europa Conference League in questa stagione.

Cole Palmer, (ENG, 21 – Chelsea)

In gol in Supercoppa UEFA 2023, Palmer ha preso la coraggiosa decisione di lasciare il Manchester City in estate ed è stato ricompensato con un ruolo da titolare al Chelsea. Importante nel pressing in fase di non possesso, Palmer si è rivelato una forza creativa sia in uscita dalla fascia destra che in posizione centrale.

Leopold Querfeld (AUT, 20 – Rapid Wien)

Il difensore centrale ha appena compiuto 20 anni ma è alla sua seconda stagione da titolare nella difesa del Rapid Vienna. Presenza imponente, Querfeld riesce a coniugare la sua prestanza fisica e la capacità di contrastare gli attaccanti avversari con un ottimo senso della posizione.

Guillaume Restes (FRA, 18 – Toulouse)

Una serie di parate straordinarie nelle amichevoli pre-stagionali gli sono valse il posto da titolare col Tolosa in estate, ruolo che ha mantenuto nel corso della stagione. Restes ha impressionato per il suo senso della posizione, per le sue parate istintive e soprattutto per la sua leadership. Convocato anche da Thierry Henry, probabilmente sarà lui a difendere la porta della Francia nelle Olimpiadi di Parigi.

Pape Matar Sarr (SEN, 21 – Tottenham)

Tornato dal prestito al Metz della passata stagione, il senegalese è stato un elemento fisso del centrocampo degli Spurs sotto la guida del nuovo tecnico, Ange Postecoglou. Abile a sfondare la linea della mediana avversaria, è bravo anche in fase difensiva ed è già titolare con la nazionale del Senegal.

Momodou Sonko (SWE, 18 – Häcken)

Attaccante in grado di giocare anche da esterno offensivo, Sonko ha aiutato l'Häcken a vincere la Coppa di Svezia a maggio. Ha concluso la sua prima stagione da titolare con dieci gol in tutte le competizioni, tra cui una tripletta contro il Norrköping in ottobre.

Matias Soulé (ARG, 20 – Frosinone, in prestito dalla Juventus)

Alla Juve ha faticato a ritagliarsi uno spazio, ma in questa stagione, dove sta giocando in prestito al Frosinone, è molto cresciuto grazie all'elevato minutaggio che il tecnico gli concede. Esterno destro che fa impazzire i tifosi con i suoi dribbling e la sua velocità, ha segnato cinque gol nelle prime otto giornate di Serie A.

Arthur Vermeeren (BEL, 18 – Antwerp)

Centrocampista elegante che trasuda classe, Vermeeren corre a tutto campo in fase di non possesso. Decisivo nel successo dell'Anversa in campionato nel 2022/23 e leader della squadra in Champions League in questa stagione, a novembre ha anche esordito con la nazionale belga.

Martin Vitík (CZE, 20 – Sparta Praha)

Jaroslav Šilhavý non ha esitato a mettere titolare il difensore centrale nella sua gara d'esordio nella sfida decisiva per la qualificazione a UEFA EURO 2024 contro la Moldavia. Fondamentale nella vittoria del titolo dello Sparta nel 2023, Vitík ha già raggiunto le 100 presenze col club.

Elye Wahi (FRA, 20 – Lens)

Pagato una cifra record per il club per sostituire Loïs Openda (andato al Lipsia), ha vinto il premio per il miglior gol della Ligue 1 nella scorsa stagione con una splendida rete in rovesciata per il Montpellier. In gol contro Arsenal e PSV in Champions League col Lens, il calciatore nativo di Parigi potrebbe essere la stella della Francia in estate nelle Olimpiadi che si svolgeranno nella sua città natale.

Szymon Włodarczyk (POL, 20 – Sturm Graz)

Giovane attaccante polacco con un ottimo fiuto del gol, non sorprende che siano già stati fatti paragoni eccellenti con una leggenda come Robert Lewandowski. La scorsa stagione ha segnato con regolarità sia col Górnik Zabrze che con la Polonia U21.

David Møller Wolfe (NOR, 21 – AZ Alkmaar)

Ha vinto la Coppa di Norvegia con il Brann prima di trasferirsi nei Paesi Bassi dove si è ambientato subito nell'ultraoffensivo AZ. Terzino di spinta instancabile e tecnico, Wolfe ha anche esordito con la Norvegia a novembre.

Lamine Yamal (ESP, 16 – Barcellona)

Yamal ha stabilito numerosi record da quando è entrato nella prima squadra del Barcellona. Dotato di un dribbling letale, è il più giovane calciatore ad aver esordito sia col Barça che con la Spagna, nonché il secondo più giovane a in Champions League, ed è il più giovane marcatore di sempre di Barça, Spagna, Liga e delle qualificazioni a EURO.

Leny Yoro (FRA, 18 – Lille)

La scorsa stagione a soli 16 anni ha esordito col LOSC, superando Eden Hazard come secondo giocatore più giovane di sempre per il club del nord della Francia. Il terzino centrale ha continuato a migliorare in questa stagione, diventando un titolare e contribuendo con i suoi gol alle speranze del club in Europa Conference League.

Warren Zaïre-Emery (FRA, 17 – Paris)

Nella scorsa stagione a soli 16 anni è diventato il più giovane giocatore di sempre del Paris sia in Ligue 1 che in Champions League, nonché il più giovane di sempre a partire titolare in una partita a eliminazione diretta, quando è sceso in campo dal primo minuto contro il Bayern nel febbraio 2023. Dopo aver compiuto 17 anni nel 2023, il centrocampista ha anche esordito e segnato con la Francia.

Questa lista è stata selezionata da giornalisti, corrispondenti e redattori di UEFA.com e non intende competere con premi più prestigiosi.