UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Real Madrid-Chelsea 2-3 dts (and. 3-1): Merengues in semifinale dopo i supplementari

I Blues volano sul 3-0, ma un gol di Rodrygo manda la sfida all’extra-time: poi la rete di Benzema che regala la qualificazione alle Merengues.

Watch the best of the action from a pulsating night in Madrid as the hosts claimed an extra-time winner through Karim Benzema to eliminate the holders.
Highlights: Real Madrid - Chelsea 2-3

Al Santiago Bernabéu, nel ritorno dei quarti di UEFA Champions League, vince il Chelsea, ma fa festa il Real Madrid. La formazione di Carlo Ancelotti va sotto 3-0, ma riesce a portare la sfida ai supplementari e poi conquista la semifinale grazie al suo attaccante principe, Karim Benzema.

Momenti chiave

15': Mount sblocca il risultato e riduce il gap del Chelsea
51'
: L'imperioso colpo di testa di Rüdiger riporta la sfida in parità
75'
: Werner completa la rimonta dei Blues
80': Un tiro al volo di Rodrygo, sul cross meraviglioso di Modrić, porta la sfida ai supplementari
96': Benzema, con un colpo di testa, riporta avanti il Real

La partita in breve: il Madrid passa dopo una sfida emozionante

Rodrygo segna il gol che porta la gara ai supplementari
Rodrygo segna il gol che porta la gara ai supplementariGetty Images

Inizio di personalità degli inglesi detentori del trofeo, che partono forte e sono premiati alla prima vera occasione. Di Mason Mount, al 15’, il destro a giro che sblocca il match e riapre completamente il discorso qualificazione.

Il Real prova ad affidarsi alle sue stelle offensive, ma fatica a rendersi pericoloso e soffre sugli attacchi a pieno organico del Chelsea, che chiude il primo tempo avanti di una rete.

In avvio di ripresa il raddoppio dei Blues: calcio d’angolo e grande stacco di Antonio Rüdiger, che, al 51’, di testa, trova l’angolino e pareggia i conti tra andata e ritorno, festeggiando il suo primo gol nella competizione. Le Merengues cercano di scuotersi con una punizione di Toni Kroos, che costringe Edouard Mendy alla prima parata della serata.

Antonio Rüdiger esulta dopo aver firmato il raddoppio del Chelsea
Antonio Rüdiger esulta dopo aver firmato il raddoppio del ChelseaGetty Images

La sfida allora si accende: la formazione di Thomas Tuchel ‘assapora’ il 3-0 con Marcos Alonso, ma non può festeggiare per un tocco di mano (dello stesso spagnolo) che porta all’annullamento del gol. Dopo lo spavento, il Real va a un passo dal -1 con un colpo di testa di Karim Benzema, fermato dalla traversa.

Le emozioni aumentano in maniera esponenziale: Timo Werner, al 75’, cala il tris con una magia, poi un grande intervento di Thibaut Courtois, sul colpo di testa di Kai Havertz, tiene in vita i padroni di casa. La squadra di Ancelotti, evitato lo 0-4, va a segno con Rodrygo, che, in campo da pochi minuti, sfrutta nel migliore dei modi un assist meraviglioso, con l’esterno, di Luka Modrić, portando l’incontro ai tempi supplementari.

Nel momento più importante arriva la zampata di Benzema, che, al 96’, punisce di testa Mendy e ribalta nuovamente la situazione, spostando l’inerzia psicologica del match. Il Chelsea accusa il colpo, ma nel secondo extra-time tenta l’assalto finale. Il muro spagnolo, tuttavia, resiste fino allo scadere: il Real, nonostante la sconfitta, vola in semifinale.

Mason Mount realizza dopo un quarto d'ora il vantaggio del Chelsea al Santiago Bérnabeu
Mason Mount realizza dopo un quarto d'ora il vantaggio del Chelsea al Santiago BérnabeuGetty Images

PlayStation® Player of the Match: Luka Modrić (Real Madrid)

"Ha fortemente influenzato il controllo del centrocampo. È stato il trampolino di lancio per iniziare gli attacchi e ripulire il gioco. L'assist è stato semplicemente sensazionale".
Commissione Osservatori Tecnici UEFA

Real Madrid-Chelsea 2-3 dts: la partita minuto per minuto e le reazioni

Reazioni 

Luka Modrić, centrocampista del Real Madrid: "Siamo molto contenti di passare alla semifinale, è stata una notte magica, abbiamo sofferto molto, stando quasi fuori dalla Champions. Ma siamo riusciti a rialzarci, il Real ha qualcosa di speciale, anche grazie al nostro pubblico, ma alla fine è sempre difficile sconfiggerci. Sul gol di Rodrygo, l'ho visto che si smarcava in area e ho provato a servirlo, non era facile segnale e lui ha fatto molto bene. Il Chelsea era un avversario molto forte, come ha mostrato stasera e non era facile passare".

Carlo Ancelotti, allenatore Real Madrid: "Sapevamo che sarebbe stata difficile, non immaginavo cosi tanto, perché siamo andati sotto 2 a 0 immeritatamente, uscivamo bene dalla difesa e non abbiamo subito troppo, ci siamo trovati sotto di punto in bianco 2 a 0 e li la qualificazione è stata in bilico. Tutti ci siamo sacrificati, senza centrali e con difficoltà sulle palle alte, però il nostro spirito è questo, non molliamo mai e poi alla fine in cambio ricevi un premio che è la qualificazione".

Jorge Valdano, Movistar

"Il Real Madrid è stato dominato da una grande squadra per la maggior parte della partita, ma è sopravvissuto e ha superato. C'è qualcosa di miracoloso in questo. Qui accadono cose difficili da credere".

Statistiche chiave

Il tris di Timo Werner che aveva alimentato le speranze di qualificazione dei Blues
Il tris di Timo Werner che aveva alimentato le speranze di qualificazione dei BluesGetty Images
  • Gli spagnoli hanno segnato nelle ultime 28 gare casalinghe nella fase a eliminazione diretta della Champions League. L'ultima volta che sono rimasti a bocca asciutta risale al derby in semifinale contro il Barcellona nel 2011.
  • Il Real Madrid non aveva subito più di un gol in tutte le sette precedenti partite di Champions League prima di questa.
  • Il Chelsea ha segnato negli ultimi 11 incontri giocati in trasferta a livello di quarti di finale.
  • Prima di questa stagione, il miglior bottino di gol di Benzema nel torneo era sette. Ora ha segnato sette reti nelle ultime tre partite nella competizione
  • I Blues sono la prima squadra inglese a segnare tre gol al Santiago Bernabéu dal 1968, quando ci riuscì il Manchester United.

Fantasy star performers

Timo Werner – 10
Mason Mount – 10
Luka Modrić – 9
Antonio Rüdiger – 9

Formazioni

Real Madrid: Courtois; Carvajal, Nacho (Lucas Vázquez 88'), Alaba, Mendy (Marcelo 78'); Modrić, Casemiro (Rodrygo 78'), Kroos (Camavinga 73'); Valverde, Benzema, Vinícius Júnior (Ceballos 115')

Chelsea: Mendy; James, Thiago Silva, Rüdiger, Alonso; Loftus-Cheek (Saúl 106'), Kanté (Ziyech 100'), Kovačic (Jorginho 106'); Mount, Havertz, Werner (Pulišić 83')