UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Juventus - Zenit 4-1: Dybala show, Juve agli ottavi

La Juventus stacca il biglietto per gli ottavi di finale con due turni di anticipo grazie alla doppietta di Dybala e ai gol di Chiesa e Morata.

La Juve festeggia il gol di Dybala
La Juve festeggia il gol di Dybala Getty Images

La Juventus centra la quarta vittoria in altrettante partite di UEFA Champions League piegando lo Zenit 3-1 grazie alla doppietta di Paulo Dybala e al gol di Federico Chiesa e centra la qualificazione con due turni di anticipo.

Massimiliano Allegri schiera una formazione votata all'attacco per riscattare le ultime sconfitte in campionato contro Sassuolo e Verona: davanti la coppia Dybala-Álvaro Morata con i due Federico, Chiesa e Bernardeschi, sugli esterni e Weston McKennie a centrocampo con Locatelli.

Highlights: Zenit - Juventus 0-1
Highlights: Zenit - Juventus 0-1

La Juve parte con grande determinazione, pressando alto e portando sempre avanti molti uomini, esterni di difesa inclusi. Lo Zenit ha spazi per il contropiede. Il copione sembra subito totalmente diverso rispetto alla partita chiusa in Russia.

I Bianconeri sembrano un animale ferito. Stanislav Kritsyuk respinge con il corpo un tiro da distanza ravvicinata di Bernardeschi mentre il palo nega la gioia del gol a Dybala. Al terzo tentativo nel giro di pochi minuti la Juve passa proprio con l'argentino, che risolve una mischia in area con un sinistro al volo.

Lo scatenato Dybala si fa largo a sinistra e serve un pallone d’oro a Morata che però calcia alto da posizione più che favorevole. La pressione della Juve cala un po’, ma lo Zenit trova il pari solo grazie a una sfortunata deviazione di testa di Leonardo Bonucci che beffa Wojciech Szczęsny sul cross da sinistra di Vjačeslav Karavaev.

Paulo Dybala festeggia il primo gol della serata
Paulo Dybala festeggia il primo gol della serataDeFodi Images via Getty Images

La Juventus riprende ad attaccare ma Kritsyuk si oppone sul colpo di testa di McKennie e sul tiro dalla distanza di Bernardeschi. Si va così al riposo sull’1-1.

La Juve riparte ancora forte e Dybala va subito vicino al bis con un gran sinistro che sfiora il palo alla sinistra di Kritsyuk. Morata ci prova addirittura con il tacco sul suggerimento di Bernardeschi, ma il pallone finisce alto.

Il gol bianconero è nell'aria e lo segna ancora Dybala che trasforma (al secondo tentativo) un calcio di rigore guadagnato da Chiesa con uno dei suoi innumerevoli scatti.

Lo stesso Chiesa va più volte vicino al tris, che poi centra con uno splendido diagonale dopo la clamorosa traversa di McKennie, al secondo legno della serata. Alla festa del gol partecipa anche Morata, su splendida imbeccata di Dybala.

Il gol nel recupero di Azmoun fissa il risultato sul 4-2 e la Juventus vola agli ottavi.