UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Real Madrid - Chelsea: statistiche, stato di forma e precedenti

Due tra i più importanti club europei si affronteranno per la prima volta dal 1998, quando il Real Madrid ospiterà il Chelsea per l'andata della semifinale di UEFA Champions League.

Gianfranco Zola in action for Chelsea during their 1998 victory over Real Madrid
Gianfranco Zola in action for Chelsea during their 1998 victory over Real Madrid Icon Sport via Getty Images

Due tra i più importanti club europei si affronteranno per la prima volta dopo 23 anni, quando il Real Madrid ospiterà il Chelsea per l'andata della semifinale di UEFA Champions League.

• Entrambi i club hanno ottenuto numerosi successi in UEFA Champions League, ma se per il Madrid è la prima partecipazione in semifinale dal 2018 - quando si è poi aggiudicata la 13esima Coppa dei Campioni -, il Chelsea ha raggiunto la semifinale l'ultima volta nel 2014 quando è stato eliminato proprio dall'altra squadra di Madrid, l'Atlético, poi sconfitto in finale dal Real nella capitale spagnola.

• Le squadre hanno entrambe ottenuto dei successi contro club della nazione avversaria in questa edizione. Il Real ha eliminato i campioni d'Inghilterra del Liverpool nei quarti di finale; negli ottavi il Chelsea aveva vinto entrambe le sfide contro l'Atlético.

Precedenti
• Le due squadre si sono affrontate solo tre volte in passato - tutte in finali UEFA con vittorie del Chelsea, ancora imbattuto contro il Real. Questa è la prima partita tra le due squadre dalla Supercoppa UEFA del 1998 a Montecarlo, quando la rete di Gustavo Poyet a sette minuti dalla fine allo Stade Louis II ha regalato la vittoria ai detentori della Coppa delle Coppe UEFA contro il Real, campione della UEFA Champions League.

• Il club inglese ha avuto la meglio anche nella finale di Coppa delle Coppe del 1971 contro il Madrid giocata al Pireo. La prima partita giocata allo stadio Georgios Karaiskakis è finita 1-1 con le reti di Peter Osgood e Ignacio Zoco.

• Due giorni dopo, nello stesso stadio, le reti nel primo tempo di John Dempsey (31') e ancora Osgood (39') hanno regalato al Chelsea la sua prima coppa europea nonostante il gol di Sebastián Fleitas che ha accorciato le distanze a 15 minuti dalla fine.

Stato di forma
Real Madrid
 
• Per il Real è la 30esima semifinale di Coppa dei Campioni per un totale di Q16 E13:
1955/56 AC Milan V 5-4 (4-2 c, 1-2 t)
1956/57 Manchester United V 5-3 (3-1 c, 2-2 t)
1957/58 Vasas V 4-2 (4-0 c, 0-2 t)
1958/59 Atlético de Madrid V 2-1 ripetizione (2-1 c, 0-1 t)
1959/60 Barcellona V 6-2 (3-1 c, 3-1 t)
1961/62 Standard Liège V 6-0 (4-0 c, 2-0 t)
1963/64 Zürich V 8-1 (2-1 t, 6-0 c)
1965/66 Inter V 2-1 (1-0 c, 1-1 t)
1967/68 Manchester United S 3-4 (0-1 t, 3-3 c)
1972 73 Ajax S 1-3 (1-2 t, 0-1 c)
1975/76 Bayern München S 1-3 (1-1 c, 0-2 t)
1979/80 Hamburg S 3-5 (2-0 c, 1-5 t)
1980/81 Inter V 2-1 (2-0 c, 0-1 t)
1986/87 Bayern München S 2-4 (1-4 t, 1-0 c)
1987/88 PSV Eindhoven S 1-1 gol in trasferta (1-1 c, 0-0 t)
1988/89 AC Milan S 1-6 (1-1 c, 0-5 t)
1997/98 Borussia Dortmund V 2-0 (2-0 c, 0-0 t)
1999/00 Bayern München V 3-2 (2-0 c, 1-2 t)
2000/01 Bayern München S 1-3 (0-1 c, 1-2 t)
2001/02 Barcellona V 3-1 (2-0 t, 1-1 c)
2002/03 Juventus S 3-4 (2-1 c, 1-3 t)
2010/11 Barcellona L 1-3 (0-2 h, 1-1 a)
2011/12 Bayern München, S 1-3 ai rigori (1-2 t, 2-1 c)
2012/13 Borussia Dortmund S 3-4 (1-4 t, 2-0 c)
2013/14 Bayern München V 5-0 (1-0 c, 4-0 t)
2014/15 Juventus S 2-3 (1-2 t, 1-1 c)
2015/16 Manchester City V 1-0 (0-0 t, 1-0 c)
2016/17 Atlético de Madrid V 4-2 (3-0 c, 1-2 t)
2017/18 Bayern München V 4-3 (2-1 t, 2-2 c)

• Il Madrid ha vinto le ultime tre semifinali, dopo essere stato eliminato in cinque delle sei precedenti.

• Per il Real è la 14esima semifinale di UEFA Champions League, record della competizione, due più di Barcellona e Bayern.

• Il Madrid nella fase a gironi ha raccolto sei punti su dieci contro l'Inter (3-2 c, 2-0 t). Gli spagnoli avevano conquistato appena un punto nelle prime due partite del Gruppo B, perdendo 3-2 in casa contro lo Shakhtar Donetsk prima di pareggiare in rimonta 2-2 in casa del Borussia Mönchengladbach alla seconda giornata grazie ai gol sul finale di Karim Benzema (87') e Casemiro (90'+3'). Alla vittoria contro l'Inter è seguita una sconfitta per 2-0 in casa dello Shakhtar, ma all'ultima giornata le Merengues hanno battuto con lo stesso risultato il Mönchengladbach, qualificandosi come primi del girone.

• Il Madrid ha chiuso al primo posto per la seconda volta nelle ultime cinque edizioni ma per la 17esima volta complessiva, secondo solo dietro al Barcellona con 21 qualificazioni da capolista.

• Agli ottavi di questa edizione, la squadra di Zidane ha battuto l'Atalanta fuori casa (1-0) e in casa (3-1) e si è qualificato ai quarti per la prima volta dal 2017/18 quando ha battuto gli inglesi del Liverpool (3-1 c, 0-0 t).

• Il Madrid ha vinto sei delle ultime otto partite di UEFA Champions League, (P1 S1) dopo aver vinto una sola volta nelle sei precedenti gare (P2 S3). Il club spagnolo ha perso sette delle ultime 21 partite nella competizione (V10 P4).

• Campione di Spagna per la 34ª volta nel 2019/20 (record), il Real Madrid è alla 25ª partecipazione in UEFA Champions League (record che condivide col Barcellona) e ha sempre superato la fase a gironi nelle 25 edizioni giocate (altro primato nella competizione).

• Per i 13 volte campioni è la 51esima partecipazione alla Coppa dei Campioni, più di qualsiasi altra squadra.

• Nel 2019/20, l'undici di Zinédine Zidane si è classificato secondo nel Gruppo A dietro ai futuri finalisti del Paris Saint-Germain, chiudendo il girone con 11 punti (cinque in meno dei francesi). Agli ottavi, però, è uscito contro il Manchester City in virtù di una doppia sconfitta per 2-1.

• Dopo aver raggiunto almeno le semifinali per otto stagioni consecutive dal 2010/11 al 2017/18, il Madrid era uscito agli ottavi delle ultime due edizioni. Nel 2018/19 si era arreso all'Ajax.

• Andando in gol alla seconda giornata, Benzema ha eguagliato il record di Lionel Messi e Cristiano Ronaldo, a segno in 16 edizioni consecutive di UEFA Champions League.

• Nonostante le vittorie contro Inter, Mönchengladbach e Atalanta in questa edizione, il Madrid ha vinto solo cinque delle ultime 11 gare interne europee (P2 S4).

• Il bilancio del Madrid nelle sfide a eliminazione diretta contro squadre inglesi è Q9 E5; si è qualificato in quattro delle ultime cinque, con l'unica eccezione risalente alla passata edizione contro il Manchester City.

• La sconfitta contro il City all'andata è stata appena la terza per il Madrid in casa contro squadre inglesi (V9 P6). Il Real non vinceva da due partite contro squadre inglesi a Madrid prima di battere il Liverpool in questa stagione.

Chelsea
• Il bilancio del Chelsea in semifinale di Coppa dei Campioni è Q2 E7:
2003/04 Monaco S 3-5 (1-3 t, 2-2 c)
2004/05 Liverpool S 0-1 (0-0 c, 0-1 t)
2006/07 Liverpool S 1-4 ai rigori (1-0 c, 0-1 t)
2007/08 Liverpool V 4-3 (1-1 t, 3-2 c)
2008/09 Barcellona S 1-1 gol in trasferta (0-0 t, 1-1 c)
2011/12 Barcellona V 3-2 (1-0 c, 2-2 t)
2013/14 Atlético de Madrid S 1-3 (0-0 t, 1-3 c)

• Per il Chelsea è la 14esima semifinale di competizioni UEFA; il bilancio è Q6 E7.

• Il Chelsea ha superato il Gruppo E in tranquillità vincendo tutte e tre le gare esterne e perdendo punti solo alla prima e all'ultima giornata in casa contro Sevilla (0-0) e Krasnodar (1-1). Dopo un 3-0 sul Rennes a Stamford Bridge, ha battuto Krasnodar (4-0), Rennes (2-1) e Sevilla (4-0); quest'ultimo risultato gli ha garantito il primo posto nel girone. Inoltre, Olivier Giroud è diventato il primo giocatore del Chelsea a segnare quattro gol in una partita di Coppa dei Campioni, nonché il più anziano autore di una tripletta nella storia della UEFA Champions League (34 anni e 63 giorni).

• Con Thomas Tuchel in panchina al posto di Frank Lampard, il Chelsea ha superato l'Atlético de Madrid, capolista della Liga, agli ottavi di finale vincendo 1-0 a Bucarest prima di imporsi 2-0 in casa.

• Quarto classificato in Premier League nel 2019/20, il Chelsea partecipa per la diciassettesima volta alla UEFA Champions League, la terza in quattro anni. L'unica eccezione risale al 2018/19, quando però ha vinto la UEFA Europa League con Maurizio Sarri.

• La scorsa stagione, l'undici di Frank Lampard ha reagito alla sconfitta casalinga contro il Valencia alla prima giornata (0-1) classificandosi secondo nel Gruppo H con 11 punti e cedendo il posto alla formazione spagnola per inferiorità negli scontri diretti. Quindi, è uscito agli ottavi contro i futuri campioni del Bayern (0-3 c, 1-4 t).

• Il bilancio del Chelsea in Spagna dopo i quarti di finale contro il Porto (giocati in campo neutro a Siviglia) è V6 P8 S7; la sconfitta del ritorno è stata la seconda appena nelle ultime 15 partite europee in Spagna (V5 P8).

• Con le sette vittorie di questa stagione, il Chelsea ha vinto dieci delle ultime 17 partite di UEFA Champions League (P4 S3).

• Campione d'Europa nel 2012 dopo il secondo posto di quattro anni prima, il Chelsea ha vinto il girone di UEFA Champions League 12 volte, anche se prima di quest'anno aveva collezionato due secondi posti nelle due precedenti partecipazioni.

• La sconfitta in casa della passata stagione contro il Valencia è stata una delle quattro dei Blues nelle ultime 28 partite contro avversari spagnoli (V10 P14). Prima della quinta giornata di questa edizione, i Blues avevano vinto solo una delle 11 precedenti gare contro avversari della Liga tra casa e trasferta (P6 S4); il club londinese vince da tre partite e non subisce gol da quattro.

• Con la vittoria in casa del Siviglia di questa fase a gironi, il Chelsea ha perso una volta nelle ultime 13 partite contro club di Liga in Spagna (V4 P8).

• Il Chelsea ha disputato 12 sfide a eliminazione diretta contro club spagnoli (Q5 E7); l'ultima prima di battere l'Atlético in questa edizione risale agli ottavi di UEFA Champions League 2017/18 quando ha perso 3-0 in casa del Barcellona nel ritorno uscendo con un 4-1 complessivo.

• Il club di Londra ha vinto appena tre delle 12 trasferte di sfide a eliminazione diretta contro avversari spagnoli in competizioni UEFA (P4 S5).

• Tuchel è imbattuto da allenatore contro club spagnoli (V3 P3).

Collegamenti e curosità
• Tuchel twice took on Madrid with Paris in last season's group stage; his side won 3-0 in France before scoring twice in the final ten minutes to earn a 2-2 draw in Spain after Benzema's double.

• Eden Hazard was a Chelsea player between 2012 and joining Madrid in 2019, scoring 110 goals in 352 games in all competitions. He helped the club win Premier League titles in 2014/15 and 2016/17, the FA Cup in 2017/18 and the English League Cup in 2014/15, in addition to their victories in the 2013 and 2019 UEFA Europa League finals. The latter match, in which he scored twice in a 4-1 defeat of Arsenal, was his last for Chelsea.

• Thibaut Courtois made 154 appearances for Chelsea between 2014 and 2018, when he moved to Madrid. He was also part of the Premier League-winning sides in 2014/15 and 2016/17, and the team that won the the FA Cup in 2017/18 and the English League Cup in 2014/15.

• Mateo Kovačić joined Chelsea from Madrid in 2018. He had signed for the Spanish side in 2015 and was an unused substitute in their UEFA Champions League final victories in 2017 and 2018 having missed out on the matchday squad for their 2016 final triumph. He did feature in their 2016 UEFA Super Cup defeat of Sevilla and was on the bench when Manchester United were beaten in the same competition a year later. Kovačić was also in Madrid's victorious squads in the 2016 and 2017 FIFA Club World Cup and the 2016/17 Spanish Liga and Super Cup.

• Born in Madrid, Marcos Alonso joined the club in 1999 and came through the youth system, making one Liga appearance in 2010 before leaving that summer.

• Have also played in Spain:
Kepa (Athletic Club 2014–18, Ponferradina 2015 loan, Valladolid 2015/16 loan)
César Azpilicueta (Osasuna 2001–10)
Willy Caballero (Elche 2004–11, Málaga 2011–14)

• Has also played in England:
Luka Modrić (Tottenham 2008–12)

• International team-mates:
Luka Modrić & Mateo Kovačić (Croatia)
Raphaël Varane & N'Golo Kanté, Olivier Giroud, Kurt Zouma (France)
Vinícius Júnior, Casemiro & Thiago Silva (Brazil)
Dani Carvajal, Sergio Ramos & Kepa (Spain)
Toni Kroos & Kai Havertz, Antonio Rüdiger, Timo Werner (Germany)

• Giroud and Varane were in the starting line-up as France defeated Modrić's Croatia 4-2 in the 2018 FIFA World Cup final. Kovačić was an unused substitute.