Anteprima Champions League: le sfide di martedì

Riusciranno Ronald Koeman, Timo Werner e Álvaro Morata a festeggiare la qualificazione a fine serata?

Chelsea e Sevilla sono a un passo dalla qualificazione, Álvaro Morata è al massimo della forma e Ronald Koeman vuole vedere migliorare il suo Barcellona: ecco gli spunti più interessanti delle prime gare della quarta giornata.

Gioca a Fantasy Football


Le partite di martedì (clicca per il prepartita in diretta)*

Gruppo E: Krasnodar - Sevilla (18:55 CET)
Gruppo E: Rennes - Chelsea (18:55 CET)
Gruppo F: Lazio - Zenit
Gruppo F: Dortmund - Club Brugge
Gruppo G: Dynamo Kyiv - Barcellona
Gruppo G: Juventus - Ferencváros 
Gruppo H: Manchester United - İstanbul Başakşehir
Gruppo H: Paris - Leipzig

*Ore 21:00 CET se non diversamente indicato

Chelsea e Sevilla quasi agli ottavi

I gol più belli della terza giornata di Champions League
I gol più belli della terza giornata di Champions League

La gara per diventare la prima squadra a raggiungere gli ottavi è al fotofinish: entrambe le sfide del Gruppo F cominciano alle 18:55 e, dopo le rispettive vittorie in casa contro Rennes e Krasnodar alla terza giornata, Chelsea e Sevilla iniziano in vetta al girone con sei punti di vantaggio sulle altre squadre. Se i Blues vincono in Francia e i detentori della UEFA Europa League trionfano in Russia, entrambe le formazioni avranno la certezza di un piazzamento tra le prime due. "Vogliamo vincere con una buona prestazione – ha commentato Timo Werner a UEFA.com –. Poi vogliamo contendere il primo posto al Siviglia".

Álvaro Morata si gode il momento

La nascita del terzo figlio Eduardo a settembre potrebbe aver costretto Álvaro Morata a qualche nottata in bianco, ma non gli ha certamente impedito di segnare di sera. A pari merito con Diogo Jota, Marcus Rashford ed Erling Braut Haaland in vetta alla classifica marcatori, lo spagnolo ha realizzato quattro delle sei reti dei bianconeri e potrebbe allungare il passo in casa contro il Ferencváros. In prestito dall'Atlético de Madrid, il 27enne attaccante si diverte a giocare al fianco di Paulo Dybala e Cristiano Ronaldo: "Devo solo adattarmi alle loro qualità e sfruttare il loro talento per segnare il più possibile", ha commentato.

Il Barcellona ci prova anche a Kiev

Gol classici del Barcellona in Champions League
Gol classici del Barcellona in Champions League

Nessuna squadra ha mai vinto il girone più del Barcellona, 21 volte. Anche se l'undici di Ronald Koeman è in ottima posizione nel Gruppo G, la Dynamo Kiev potrebbe metterlo a dura prova nonostante la sconfitta per 2-1 alla terza giornata. Il tecnico Mircea Lucescu rimane cauto ("ora il Barcellona ci conosce"), ma i blaugrana sono ancora un work in progress. Senza Gerard Piqué, infortunato, che però crede che la squadra sia sul binario giusto: "Sarà un anno difficile perché il club vive una fase di cambiamento, ma sono sicuro che i risultati cominceranno ad arrivare".

Il Başakşehir cerca la vittoria all'Old Trafford

Il 2-1 dell'İstanbul Başakşehir sul Manchester United alla terza giornata è stato accolto come un'impresa storica dalla stampa turca e il tecnico Okan Buruk ha dichiarato: "Questa vittoria ci permette di pensare alla qualificazione". Lo United ha battuto il Lipsia per 5-0 nell'ultima gara casalinga del Gruppo H, ma è stata appena la seconda vittoria nelle ultime sette gare interne di UEFA Champions League. Riusciranno i campioni di Turchia a sorprendere di nuovo la squadra di Ole Gunnar Solskjær?

La Lazio inizia a ricomporsi

Highlights: Lazio - Dortmund 3-1
Highlights: Lazio - Dortmund 3-1

La Lazio è tornata nella fase a gironi dopo 13 anni di assenza e ha subito battuto il Dortmund per 3-1, ma nelle due gare successive ha strappato a fatica due punti perché era priva di numerosi giocatori per infortuni e malattia: solo sei titolari della prima giornata hanno preso parte agli 1-1 contro Club Brugge e Zenit. La sosta per le nazionali potrebbe alleggerire i problemi per la Lazio, che affronta lo Zenit in casa e spera ancora una volta di superare le avversità. "Abbiamo giocato due trasferte con pochissimi giocatori", ha spiegato Inzaghi. "Ci mancavano giocatori importanti – ha aggiunto Marco Parolo –, ma il gruppo è unito".

Scarica l'app della Champions League