La Champions League finora: Barcellona

La squadra di Lionel Messi e compagni non sarà la più in forma, ma non può mai dirsi spacciata in UEFA Champions League.

I tre attaccanti del Barcellona: Lionel Messi, Antoine Griezmann e Luis Suárez
I tre attaccanti del Barcellona: Lionel Messi, Antoine Griezmann e Luis Suárez @Getty Images

Dopo la sorprendente eliminazione di un anno fa contro il Liverpool, sarà forse il Barcellona a fare qualche sorpresa nell'edizione 2019/20?

10 Iuglio: sorteggio quarti e semifinali


La stagione finora

Highlights: Barcellona - Dortmund 3-1
Highlights: Barcellona - Dortmund 3-1

Bilancio: V4 P4 S0 GF10 GS5
Miglior marcatore: Luis Suárez (3)

La stagione in 10 parole: ancora imbattuto, il Barça vuole riscattare l'uscita della scorsa stagione.

Primo classificato Gruppo F
Dortmund - Barcellona 0-0
Barcellona - Inter Milan 2-1 (Luis Suárez 58' 84'; Martínez 3')
Slavia Praha - Barcellona 1-2 (Bořil 50'; Messi 3', Olayinka 57' aut.)
Barcellona - Slavia Praha 0-0
Barcellona - Dortmund 3-1 (Luis Suárez 29', Messi 33', Griezmann 67'; Sancho 77')
Inter Milan - Barcellona 1-2 (Romelu Lukaku 44'; Carles Pérez 23', Fati 86')

Ottavi di finale

Andata (25 febbrario): Napoli - Barcellona 1-1 (Mertens 30'; Griezmann 57')

Highlights: Napoli - Barcellona 1-1
Highlights: Napoli - Barcellona 1-1

Pur rimanendo alle corde per lunghi tratti contro il Napoli, il Barcellona è riuscito a pareggiare con Antoine Griezmann dopo la rete di Dries Mertens, tornando a casa con un prezioso gol esterno.

L'opinione degli esperti: Graham Hunter, reporter Barcellona di UEFA.com

Guardando solo le statistiche, viene da pensare che il Barcellona sia esuberante come sempre e pronto a lanciare l'assalto alla sua coppa preferita. Imbattuto in Europa, ha offerto lampi di grande calcio: soprattutto a Dortmund, quando è andato a segno con tutti e tre gli attaccanti.

Invece, qualche ombra al Camp Nou c'è: lo Slavia Praha avrebbe potuto conquistare quattro punti anziché uno solo; il titolo di Liga si allontana sempre di più, mentre il recupero di Ousmane Dembélé è più lento del previsto. Detto questo, Suárez è nuovamente disponibile, per la gioia di Messi e non solo.

Chi è l'allenatore?

Discepolo autoproclamato di Johann Cruyff, Quique Setién ha sostituito Ernesto Valverde a gennaio. Famoso per il suo calcio attraente e basato sul possesso palla, il tecnico 61enne è alle prese con l'incarico più importante della sua carriera dopo le stagioni al Racing Santander, Las Palmas, Real Betis e con la Guinea Equatoriale.

La frase: "A volte vedi giocatori che possono dare una svolta improvvisa e pensi: 'Diamine! Ma da dove arrivano?' È per questo che gli dai la cosa che amano di più, il pallone".

Approccio tattico

Quique Setién
Quique Setién Getty Images

Setién è passato da un tradizionale 4-3-3 a un più solido 4-4-2 nelle ultime settimane, schierando il giovane Riqui Puig titolare a metà campo. Frenkie de Jong, di ritorno da un infortunio, sarà accolto a braccia aperte per la sfida di ritorno contro Napoli, mentre Ousmane Dembélé affronta una corsa contro il tempo.

La stella: Lionel Messi

E chi se no? L'argentino continua ad accendere il Camp Nou stagione dopo stagione. Quest'anno ha realizzato solo due gol in UEFA Champions League, ma se c'è fa sempre la differenza.