Storia della partita: Barcellona - Napoli

La rete in trasferta di Antoine Griezmann nella gara d'andata a Napoli terminata 1-1 ha dato un piccolo vantaggio al Barcellona in vista del ritorno.

Imbattuto in casa in UEFA Champions League da più di sette anni, il Barcellona guarda con ottimismo al 13esimo quarto di finale consecutivo dopo la gara d'andata degli ottavi di finale giocata al San Paolo contro il Napoli e terminata 1-1.

• L'andata a Napoli, il primo incrocio in assoluto tra le due squadre, è terminata 1-1, con Antoine Griezmann autore al 57' del gol del pari dopo il vantaggio dell'attaccante belga Dries Mertens nel primo tempo che con questa rete è diventato il miglior marcatore di sempre del club in condivisione.

• Questo pareggio ha permesso a entrambe le squadre di mantenere l'imbattibilità in questa edizione; tuttavia mentre il Barça si è qualificato nelle ultime 12 sfide in questa fase della competizione, il Napoli è ancora alla ricerca della sua prima qualificazione ai quarti.

Forma
Barcellona
• Il Barcelona ha concluso il Gruppo F al primo posto con 14 punti, quattro in più del Borussia Dortmund. Metà dei punti complessivi sono arrivati in casa grazie alle vittorie su Inter (2-1) e Dortmund (3-1) e al pari (0-0) con lo Slavia Praha - prima partita nella quale non ha fatto gol in casa in una partita della fase a gironi dal 2012

• Andando in gol contro l'Inter alla sesta giornata, Ansu Fati è diventato il marcatore più giovane nella storia della UEFA Champions League (17 anni e 40 giorni). Il record precedente era stato stabilito l'1 ottobre 1997 da Peter Ofori-Quaye dell'Olympiacos (17 anni e 195 giorni).

• In casa in UEFA Champions League il Barcellona è imbattuto da 35 gare, una striscia iniziata nel settembre 2013 (V31 P4); il 5-1 sul Lyon nel ritorno degli ottavi della scorsa stagione ha eclissato il precedente record della competizione di 29 gare stabilito dal Bayern Monaco tra marzo 1998 e aprile 2002.

• Il bilancio dei blaugrana in casa contro squadre italiane è V18 P6 S2. I catalani in casa sono imbattuti da 15 partite contro squadre di Serie A (V12), ovvero dalla sconfitta per 2-1 con la Juventus nel ritorno dei quarti di finale 2002/03.

• Campione di Spagna per la 26ª volta nel 2018/19 (quarto titolo in cinque anni), il Barcellona partecipa per la 26ª volta alla UEFA Champions League, record che detiene in condivisione con il Real Madrid. Ha raggiunto almeno gli ottavi nelle ultime 16 stagioni, vincendo il girone ogni anno dal 2007/08. È rimasto imbattuto nelle ultime tre fasi a gironi, turno che ha superato senza sconfitte 13 volte (record).

• Nel 2018/19, il Barcellona ha eliminato agevolmente il Lione agli ottavi (0-0 t, 5-1 c) e il Manchester United ai quarti (1-0 t, 3-0 c). Nella semifinale di andata ha vinto 3-0 in casa contro il Liverpool, che però ha ribaltato tutto ad Anfield (0-4).

• Il Barcellona è sempre arrivato agli ottavi dal 2004/05 in poi, con 13 passaggi del turno su 15. I blaugrana sono stati eliminati le prime due volte su tre (la più recente contro il Liverpool nel 2006/07) ma hanno vinto nelle ultime 12 occasioni. Il club spagnolo non è mai stato eliminato agli ottavi giocando il ritorno in casa.

• Il Barcellona ha vinto le tre gare giocate in casa nella passata fase a eliminazione diretta ed è imbattuta da 14 partite di sfide a eliminazione diretta al Camp Nou (V12 P2), ovvero dalla sconfitta per 3-0 col Bayern Monaco nel ritorno della semifinale 2012/13.

 • Il bilancio del Barcellona nelle sfide a eliminazione diretta contro le squadre italiane è di otto qualificazioni e cinque eliminazioni. Nelle ultime due occasioni è uscito ai quarti di UEFA Champions League: contro la Juventus nel 2016/17 (0-3 t, 0-0 c) e la Roma l'anno successivo (4-1 c, 0-3 t).

• Il Barcellona ha perso solo due delle ultime 30 partite di UEFA Champions League (V18 P10).

• Il Barcellona è stato campione d'Europa per cinque volte, l'ultima nel 2015

• Il Barcellona ha vinto 26 gare d'andata in trasferta in competizioni UEFA, passando il turno 21 volte - compreso contro il Lyon negli ottavi della passata edizione (0-0 t, 5-1 c). Ha passato il turno in 10 dei 12 doppi confronti nei quali ha pareggiato 1-1 in trasferta, più recentemente contro il Chelsea negli ottavi 2017/18 (3-0 c).

• Il bilancio del Barcellona ai calci di rigore in competizioni UEFA è V5 S1:
5-4 contro AZ Alkmaar, secondo turno Coppa UEFA 1977/78
3-1 contro Ipswich Town, terzo turno Coppa UEFA 1977/78
4-1 contro Anderlecht, secondo turno Coppa delle Coppe 1978/79
5-4 contro IFK Göteborg, semifinale Coppa dei Campioni 1985/86 
0-2 - Steaua Bucureşti, finale Coppa dei Campioni 1985/86 
5-4 - Lech Poznań, secondo turno Coppa delle Coppe 1988/89

Napoli 
• Il Napoli è arrivato secondo nel Gruppo E con 12 punti, uno in meno del Liverpool. In trasferta ha totalizzato cinque punti, pareggiando (0-0) in casa del Genk e del Liverpool (1-1) prima di battere il Salisburgo (3-2).

• Secondo classificato in Serie A per la seconda stagione consecutiva nel 2018/19, il Napoli partecipa alla UEFA Champions League per la sesta volta (sempre nelle ultime nove stagioni) e per la terza agli ottavi, già raggiunti nel 2011/12 e 2016/17.

• Entrambe le partecipazioni precedenti agli ottavi si sono concluse con l'eliminazione contro i futuri campioni. Nel 2016/17, il Real Madrid ha battuto il Napoli 3-1 sia in casa che fuori, mentre cinque anni prima il Chelsea aveva ribaltato una sconfitta per 3-1 a Napoli con un 4-1 ai supplementari al ritorno.

• Il Napoli ha vinto solo sette delle ultime 21 partite di UEFA Champions League, dalla fase a gironi alla finale (P7 S7): tutte le vittorie tranne quella della terza giornata di questa stagione a Salisburgo sono arrivate allo Stadio San Paolo.

• Dopo il terzo posto dietro il Paris Saint-Germain e il Liverpool nella scorsa fase a gironi, il Napoli ha battuto lo Zurigo (5-1 tot.) e il Salisburgo (4-3) in UEFA Europa League, ma ha perso 2-0 in casa dell'Arsenal e 1-0 al San Paolo ed è uscito ai quarti.

• La vittoria in casa del Salisburgo in questa edizione e quella in casa dello Zurigo nel 2018/19 sono le uniche del Napoli nelle ultime nove trasferte europee (P4 S3).

• Il Napoli ha perso le ultime quattro sfide a eliminazione diretta contro squadre spagnole: il bilancio generale è di un passaggio del turno e cinque eliminazioni. L'unico successo è stato quello contro il Valencia al primo turno di Coppa UEFA 1992/93 (5-1 t, 1-0 c), l'incrocio più recente è la sconfitta col Real nel 2017.

• Il bilancio complessivo del Napoli in Spagna è di V2 S5, con sconfitte nelle ultime tre trasferte. I partenopei non vincono da sette partite contro club spagoli, in casa e in trasferta (P3 S4).

• Il Napoli è stato eliminato nei cinque doppi confronti di competizioni UEFA nei quali ha pareggiato l'andata in casa, più recentemente contro il Dnipro nella semifinale di UEFA Europa League 2014/15 (1-1 c, 0-1 t). Quella è stata la seconda volta nella quale ha pareggiato 1-1 l'andata a Napoli; la prima era stata all'inizio di quella stessa stagione contro l'Athletic Club negli spareggi di UEFA Champions League (1-3 t).

• Il bilancio del Napoli ai calci di rigore in competizioni UEFA è V1 S2:
3-4 contro Toulouse, primo turno Coppa UEFA 1986/87 
4-3 contro Sporting CP, primo turno Coppa UEFA 1989/90 
3-5 contro Spartak Moskva, secondo turno Coppa dei Campioni 1990/91

Curiosità e incroci
• Kostas Manolas ha segnato il terzo e decisivo gol della Roma nella vittoria in rimonta contro il Barcellona ai quarti del 2017/18.

• Gennaro Gattuso ha affrontato il Barcellona sei volte in UEFA Champions League quando giocava nell'AC Milan (V2 P2 S2).

• L'acquisto di gennaio del Napoli Matteo Politano è entrato dalla panchina in entrambe le partite dell'Inter contro il Barcelona nella fase a gironi in autunno.

• Hanno giocato in Italia:
Arturo Vidal (Juventus 2011–15)
Neto (Fiorentina 2011–15, Juventus 2015–17)

• Il bilancio di Vidal in Serie A contro il Napoli con la Juventus è stato di V4 P2 S1, con due gol. Ha affrontato il Napoli altre due volte in Supercoppa italiana, vincendo nel 2012 e perdendo due anni dopo, e ha perso la finale di Coppa Italia 2011/12.

• Hanno giocato in Spagna:
José Callejón (Espanyol 2008–11, Real Madrid 2011–13)
Fabián Ruíz (Real Betis 2016–18, Elche 2017 (prestito))
Fernando Llorente (Athletic Club 2005–13, Sevilla 2015–16)
Orestis Karnezis (Granada 2013/14 (prestito))
Stanislav Lobotka (Celta Vigo 2017–20)

• Mário Rui ha giocato nelle giovanili del Valencia nel 2008.

• Hanno giocato insieme:
Arturo Vidal e Fernando Llorente (Juventus 2013–15)
Marc-André ter Stegen e Amin Younes (Borussia Mönchengladbach 2011–14)

• Compagni di nazionale:
Jordi Alba, Sergio Busquets, Sergi Roberto e Fabián Ruiz (Spagna)
Arthur e Allan (Brasile)
Nélson Semedo e Mário Rui (Portogallo)

• Diego Maradona ha giocato in entrambe le squadre, firmando con il Barcellona nel 1982 e vincendo la Supercoppa spagnola e la Coppa del Re alla prima stagione. Nel 1984, dopo 38 gol in 58 partite, è passato al Napoli, con cui ha vinto la Coppa UEFA 1989, due Scudetti, la Coppa Italia e la Supercoppa italiana.

Le ultime

• Il Barcellona è arrivato secondo in Liga 2019/20 a cinque lunghezze dal Real Madrid, totalizzando 24 punti nelle ultime 11 partite dalla ripresa del campionato del 13 giugno. Prima della sosta forzata era primo con due punti di vantaggio.

• Con 25 gol, Lionel Messi ha vinto la classifica cannonieri di Liga per la settima volta (la quarta consecutiva). Inoltre ha servito 21 assist.

• Dopo aver raggiunto le ultime sei finali di Coppa del Re, vincendone quattro, il Barcellona è stato eliminato ai quarti di questa edizione il 6 febbraio perdendo 1-0 contro l'Athletic Club.

• Luis Suárez, assente dalla sconfitta in Supercoppa spagnola contro l'Atlético Madrid (3-2) al 13 giugno per un intervento al ginocchio, ha segnato cinque gol nelle ultime sette partite di Liga, chiudendo a quota 16 reti.

• Ousmane Dembélé è assente dalla quinta giornata per un infortunio alla coscia.

• Samuel Umtiti, la cui ultima presenza è datata 27 giugno nel 2-2 contro il Celta Vigo, è alle prese con un infortunio al ginocchio.

• A fine stagione, Arthur passerà alla Juventus, mentre Miralem Pjanić compirà il tragitto inverso.

• A gennaio, il Barcellona ha acquistato Francisco Trincão (Braga) e Matheus Fernandes (Palmeiras); entrambi sono diventati ufficialmente giocatori blaugrana l'1 luglio.

Napoli  
• Nella gara d’andata, Kostas Manolas ha giocato la sua 50esima partita in UEFA Champions League (dalla fase a gironi in poi).

• Il Napoli ha concluso il campionato al settimo posto, con 18 vittorie e 12 sconfitte in 38 partite.

• I partenopei hanno già vinto un trofeo in stagione, la Coppa Italia. Il 13 giugno, hanno raggiunto la finale pareggiando 1-1 in casa contro l'Inter dopo aver vinto 1-0 a Milano il 12 febbraio. Quattro giorni dopo a Roma, hanno battuto la Juventus per 4-2 ai rigori dopo uno 0-0: è stato il primo trofeo da allenatore per Gennaro Gattuso.

• Quindi, il Napoli ha vinto quattro partite di Serie A (S1), ma ha concluso la stagione con appena tre vittorie nelle ultime sette (P2 S2).

• Matteo Politano, arrivato dall'Inter a gennaio, ha segnato il primo gol con il Napoli nel recupero contro l'Udinese (2-1) il 19 luglio. Anche il suo secondo gol, nel 3-1 sulla Lazio all'ultima giornata, è arrivato nel recupero.

• Arkadiusz Milik (11 gol) è stato l'unico giocatore del Napoli in doppia cifra in Serie A; Dries Mertens ha chiuso la stagione con nove reti.

• Mertens non segna dal 2-2 contro l'AC Milan del 12 luglio ma è il capocannoniere di tutti i tempi del Napoli con 125 gol, quattro in più di Marek Hamšík. Ha scavalcato lo sloveno andando a segno nella semifinale di ritorno di Coppa Italia contro l'Inter.

• Il 17 giugno, Mertens ha rinnovato fino al 2022.

• Lorenzo Insigne si è infortunato alla coscia all'ultima giornata di campionato contro la Lazio.

• Kévin Malcuit, escluso dalla lista di UEFA Champions League a gennaio, è entrato dalla panchina nella gara persa 2-0 contro l'Inter il 28 luglio. Non giocava dal 27 ottobre contro la SPAL per un infortunio ai legamenti del ginocchio.

• Il 31 luglio, il Napoli ha annunciato l'acquisto dell'attaccante nigeriano  Victor Osimhen dal LOSC Lille per cinque anni.

Premio ufficiale Man of the Match in UEFA Champions League 

Dopo ogni gara della fase a eliminazione diretta di UEFA Champions League, la UEFA consegnerà il premio ufficiale Man of the Match per dare un riconoscimento ai migliori giocatori del torneo. In ogni partita di UEFA Champions League dagli ottavi in avanti, gli osservatori tecnici UEFA decideranno il vincitore del premio Man of the Match, che verrà consegnato al termine della gara dopo aver valutato qualità come: partecipazione ai momenti decisivi, maturità tattica, creatività, ispirazione, gesti tecnici e fair play.