UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Piovaccari si gode il debutto in Europa

E' stato tra i giocatori chiave che hanno permesso all'FC Steaua Bucureşti di tornare in UEFA Champions League dopo cinque anni, e ora Federico Piovaccari è convinto che la sua squadra possa lasciare il segno nel Gruppo E.

Piovaccari si gode il debutto in Europa
Piovaccari si gode il debutto in Europa ©UEFA.com

E' stato tra i giocatori chiave che hanno permesso all'FC Steaua Bucureşti di tornare in UEFA Champions League dopo cinque anni, e ora - all'età di 29 anni - Federico Piovaccari è convinto che la sua squadra possa lasciare il segno nel Gruppo E.

Dopo aver giocato per US Triestina Calcio, AS Cittadella e Brescia Calcio tra le altre, l'attaccante italiano era ancora a secco di esperienza in un massimo campionato, lacuna colmata quando è passato al club campione di Romania in estate - il suo quarto trasferimento in prestito dall'UC Sampdoria nelle ultime tre stagioni.

Le cose poi sono migliorate in fretta per il giocatore cresciuto nelle giovanili dell'FC Internazionale Milano, però. Alla sua prima gara da titolare per la squadra di Laurenţiu Reghecampf ha segnato contro l'FK Vardar nel ritorno del secondo turno preliminare, per poi andare a rete in entrambe le sfide degli spareggi di UEFA Champions League contro il Legia Warszawa.

Ha descritto il suo gol nelle prime battute del ritorno giocato in Polonia come "il più importante" della sua carriera. E' stato in effetti il gol che ha aiutato lo Steaua a qualificarsi per la fase a gironi per la regola dei gol in trasferta. Ora, nel Gruppo E, gli avversari sono FC Basel 1893, Chelsea FC e FC Schalke 04.

Parlando della sconfitta per 3-0 in casa dello Schalke alla prima giornata - gara che era ferma sullo 0-0 fino al 67' minuto -, Piovaccari ha detto a UEFA.com: "E' stata un'emozione incredibile giocare in uno stadio così spettacolare, che fino a poco tempo fa vedevo solo in televisione.

"Quindi è stato molto emozionante, anche se il risultato non è stato positivo per noi, ma siamo soddisfatti perché per gran parte della gara siamo stati sullo stesso livello di una grande squadra".

La sconfitta di Gelsenkirchen non è stata l'unica, dato che poi è arrivato il KO per 4-0 in casa contro il Chelsea due settimane dopo, partita nella quale Piovaccari è uscito durante l'intervallo. Se il ritorno dello Steaua nella competizione europea più prestigiosa non è andata come si desiderava, l'attaccante è "convinto" che in futuro andrà meglio, a partire dalla Arena Națională nella prima delle due sfide consecutive contro il Basilea il 22 ottobre.   

"Sappiamo di cosa siamo capaci", ha detto. "Siamo convinti che faremo bene nelle prossime partite di Champions League; vedremo come andranno. Dobbiamo anche concentrarci sulle altre competizioni come il campionato e la coppa nazionale. Quindi ci sono molti obiettivi che abbiamo come squadra. Non vogliamo smettere di lottare per andare il più avanti possibile".

.