UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Tutti i numeri della quarta giornata

Le reti storiche di Lionel Messi e Luiz Adriano, oltre alle 100 presenze di Andrea Pirlo, sono alcune delle statistiche che UEFA.com ha analizzato in occasione della quarta giornata di UEFA Champions League.

Luiz Adriano dello Shakhtar esulta dopo il primo gol della sua tripletta
Luiz Adriano dello Shakhtar esulta dopo il primo gol della sua tripletta ©AFP/Getty Images

• La doppietta di Lionel Messi in casa dell'AFC Ajax gli ha permesso di eguagliare Raúl González nella classifica marcatori di tutti i tempi della UEFA Champions League con 71 reti. Cristiano Ronaldo non è andato in gol nella vittoria del Real Madrid CF in casa del Liverpool FC per 1-0, perdendo la possibilità di raggiungere la vetta il giorno prima di Messi.

• Uno dei record di Messi è stato eguagliato la stessa sera. L'attaccante dell'FC Shakhtar Donetsk, Luiz Adriano, è diventato il terzo giocatore a mettere a segno due triplette nella stessa edizione di UEFA Champions League; Mario Gomez è l'altro calciatore che ci è riuscito. Sia l'argentino che il tedesco hanno messo a segno le due triplette nell'edizione 2011/12. Luiz Adriano invece è il primo a segnare due triplette consecutive.

• Luiz Adriano è il quarto giocatore ad aver messo a segno più di due triplette in UEFA Champions League. Messi guida questa speciale classifica con quattro, seguito dall'attaccante dello Shakhtar, Filippo Inzaghi e Gomez con tre. Cristiano Ronaldo è fermo a quota due.

• Luiz Adriano è adesso a nove reti fatte in stagione, eguagliando così il record di Ronaldo nella fase a gironi 2013/14.

• L'ultima rete della tripletta porta Luiz Adriano a quota 20 in UEFA Champions League. È il 37mo giocatore a raggiungere questo traguardo, il quinto brasiliano dopo Kaká (30 reti), Rivaldo (27), Mário Jardel (25) e Giovane Elber (25).

• La doppietta di Seydou Doumbia contro il Manchester City FC ha portato l'attaccante del PFC CSKA Moskva a quota dieci nella competizione. È il 120esimo giocatore a raggiungere la doppia cifra.

• Titolare nella vittoria della Juventus in casa contro l'Olympiacos FC per 3-2, Andrea Pirlo è diventato il 23esimo giocatore - il secondo italiano dopo Paolo Maldini - a raggiungere le 100 presenze in UEFA Champions League. Il traguardo è stato festeggiato con un gol d'autore su punizione, marchio di fabbrica dello juventino.

• La vittoria dell'FC Porto per 2-0 in casa dell'Athletic Club è arrivata in occasione della 150ma partita disputata dai portoghesi in UEFA Champions League. Solo altre sei squadre hanno fatto più partite. La quarta giornata ha anche segnato la 100ma partita di Champions per l'Ajax. A differenza del Porto, però, la squadra di Amsterdam non ha potuto festeggiare il traguardo con una vittoria, sconfitta in casa dal Barcelona.

• Il portiere del Real Madrid, Iker Casillas, e il centrocampista del Barcelona, Xavi Hernández, hanno tenuto il passo raggiungendo quota 144 presenze in UEFA Champions League.

Seydou Doumbia a segno per il CSKA
Seydou Doumbia a segno per il CSKA©AFP/Getty Images

• La vittoria al Santiago Bernabéu del Real contro il Liverpool è la decima consecutiva interna in UEFA Champions League. Tale risultato permette alle Merengues di superare non solo il proprio record di nove stabilito tra marzo 1996 e dicembre 1998, ma anche quello di AC Milan, FC Barcelona e FC Bayern München. Il Real è adesso al pari della Juventus e a un passo dal record di 12 vittorie consecutive in casa stabilito dal Manchester United FC tra il settembre 2006 e l'aprile 2008.

• La vittoria contro il Liverpool è anche il 20esimo risultato utile consecutivo in casa. Il record è di 29 partite, stabilito dall'FC Bayern München tra il marzo 1998 e l'aprile 2002.

• Breel Embolo è diventato il sesto giocatore più giovane a segnare in UEFA Champions League. La sua prima rete, nella vittoria dell'FC Basel 1893 in casa contro il PFC Ludogorets Razgrad per 4-0, è arrivata all'età di 17 anni e 263 giorni. Embolo è l'ottavo giocatore sotto i 18 anni a segnare nella competizione. Il record è ancora detenuto da Peter Ofori-Quaye dell'Olympiacos, che aveva 17 anni e 195 giorni quando ha segnato al Rosenborg BK nell'ottobre 1997.

• I tre punti conquistati da Real Madrid, Barcellona e Club Atlético de Madrid nella quarta giornata significano che la Spagna ha adesso una percentuale di vittorie del 50% nella competizione - la migliore di tutte le nazioni partecipanti. Il bottino è di 344 vittorie in 688 partite.

• Nella quarta giornata, per la terza volta appena, tutte e quattro le squadre inglesi non sono riuscite a vincere. I due precedenti risalgono alla sesta giornata dell'edizione 2005/06 e alla quarta del 2008/09.

Mike Hammond è il curatore dell'European Football Yearbook, l'edizione 2014/15 è adesso disponibile.