Due Champions di fila, Zidane come Villalonga

Il francese è diventato il secondo allenatore a vincere la competizione europea per club nelle sue prime due stagioni sulla panchina, eguagliando José Villalonga che portò proprio il Real Madrid a due titoli consecutivi.

Due Champions di fila, Zidane come Villalonga
Due Champions di fila, Zidane come Villalonga ©AFP/Getty Images

Zinédine Zidane è diventato il secondo allenatore a vincere la Coppa Europea nelle sue prime due stagioni sulla panchina, eguagliando così un record che era stato stabilito nei due anni inaugurali della storia della competizione.

Zidane era stato il vice di Carlo Ancelotti a Madrid e aveva inoltre allenato la squadra B del Real Madrid, prima di essere promosso dopo l'esonero di Rafael Benítez nel gennaio 2016. A fine stagione le merengues hanno festeggiato il successo in UEFA Champions League a Milano e ora si sono ripetute a Cardiff.

Quella prima vittoria a maggio ha reso Zidane il settimo allenatore a conquistare la Coppa Europea nella sua stagione inaugurale da allenatore. Soltanto una volta in precedenza, nel 1957, qualcuno era riuscito a fare altrettanto nei primi due anni; anche se, a differenza di Zidane, José Villalonga aveva avuto un vantaggio...

13/06/56: Madrid crowned first winners
13/06/56: Madrid crowned first winners

1956 & 1957: José Villalonga (Real Madrid)
La prima Coppa Europea fu vinta infatti da un allenatore che aveva iniziato la stagione e non era subentrato. 'Pepe' Villalonga aveva infatti ricevuto la chiamata dal club del Santiago Bernabéu a metà della stagione 1954/55: aveva vinto il campionato e nella stagione successiva fu il condottiero del trionfo nella nuova competizione continentale. Ottenne il bis l'anno successivo prima di trasferirsi ai rivali cittadini dell'Atlético Madrid, che sconfissero il Real in due finali di Copa del Rey e conquistarono la Coppa delle Coppe UEFA nel 1962. Villalonga fu in seguito chiamato dalla nazionale spagnola e nel 1964 vinse il Campionato Europeo UEFA. Dal 1967 Villalonga guidò la scuola nazionale allenatori in Spagna, prima di morire nel 1973 all'età di 53 anni. 

  • ALTRI VINCITORI NELLA STAGIONE D'ESORDIO
18/05/60: Hampden’s goal rush
18/05/60: Hampden’s goal rush

1960: Miguel Muñoz (Real Madrid)
Il capitano della squadra di Villalonga che trionfò nel 1956 e nel 1957 prima del ritiro da calciatore, Muñoz prese la guida della squadra prima delle semifinali del 1959/60 avendo già allenato, come Zidane, la squadra riserve. Il Real Madrid aveva vinto le prime quattro Coppe Europee e Muñoz si aggiudicò la quinta in grande stile, eliminando il Barcellona - battuto 3-1 sia in casa sia in trasferta - prima di travolgere 7-3 l'Eintracht Francoforte in una famosa finale a Glasgow di fronte a 127.621 spettatori. Quando Muñoz lasciò Madrid, nel 1974, avevano già vinto un'altra Coppa Europea nel 1966 e nove titoli della Liga; allenò successivamente Granada, Las Palmas, Siviglia e nazionale spagnola, raggiungendo la finale di EURO '84. E' morto nel 1990.

©Bob Thomas/Getty Images

1982: Tony Barton (Aston Villa)
Ex ala di Fulham, Nottingham Forest e Portsmouth negli anni Cinquanta e Sessanta, Barton era nello staff dell’Aston Villa campione d’Inghilterra quando Ron Saunders rassegnò le dimissioni nel febbrai 1982. Già nei quarti di finale alla loro prima apparizione nella Coppa Europea, Barton guidò il Villa ai successi contro Dinamo Kiev e Anderlecht senza nemmeno subire gol e qualificandosi per il finale di Rotterdam contro il Bayern Monaco. Dopo appena dieci minuti il portiere Jimmy Rimmer si infortunò, ma Barton gettò nella mischia Nigel Spink - alla seconda presenza in prima squadra - che effettuò una serie di grandi interventi consentendo alla squadra di capitalizzare il gol di Peter Withe. Barton rimase manager del Villa fino al 1984, ma dopo ebbe solo brevi avventure sulle panchine di Northampton Town e Portsmouth. Morì nel 1993.

30/05/84: Grobbelaar’s ‘wobbly knees’
30/05/84: Grobbelaar’s ‘wobbly knees’

1984: Joe Fagan (Liverpool)
Fagan era a malapena un neofita della panchina quando, a 62 anni, fu nominato successore a Liverpool, nel 1983, di Bob Paisley, tre volte vincitore della Coppa Europea. Faceva parte della stanza dei bottoni di Anfield dal 1958 (un anno prima che arrivasse Bill Shankly) e in precedenza era stato il vice a Rochdale e player-manager del Nelson, dove vinse la Lancashire Combination nella sua prima stagione mentre lavorava in un’azienda di contatori di gas.  Guidò il Liverpool alla vittoria in campionato, Coppa di Lega e Coppa europea, battendo la Roma allo Stadio Olimpico ai rigori. Fagan portò inoltre il Liverpool nella tristemente famosa finale del 1985 a Bruxelles prima di ritirarsi; resta comunque un guru per tutti gli allenatori di Anfield Road. E’ morto nel 2001.

1988: Guus Hiddink (PSV Eindhoven)
Ancora allenatore di una squadra di UEFA Champions League - il Chelsea - la scorsa stagione, il primo incarico di rilievo di Hiddink fu con il PSV nel marzo 1987, dopo che in passato aveva fatto il vice ad Hans Kraay, dimessosi dopo una lite con i dirigenti del club. Il PSV era vicino al secondo titolo consecutivo nell’Eredivisie e nella sua prima stagione completa alla guida, Hiddink ha portato il PSV alla finale di Coppa Europea a Stoccarda e a una vittoria ai rigori contro il Benfica, consentendo al club di Eindhoven di eguagliare il successo continentale di Ajax e Feyenoord. Hiddink non ha vinto altri trofei europei, ma i suoi successi sono le panchine di Real Madrid, Chelsea, Olanda, Corea del Sud e Russia, oltre che quella del PSV. E’ diventato uno degli allenatori più famosi degli ultimi tre decenni.

2000: Vicente del Bosque (Real Madrid)
Il primo ‘nuovo’ allenatore a vincere la coppa nell’era della UEFA Champions League, Del Bosque era - come Barton e Fagan prima di lui - lontano dalla carriera sulla panchina. Cinque volte vincitore della Liga con il Real Madrid da giocatore, Del Bosque aveva fatto parte per alcuni anni dello staff, compreso un breve interim sulla panchina nel 1994, prima di succedere a John Toshack (a tempo pieno) nel novembre 1999. Il Real Madrid aveva già superato la fase a gironi di UEFA Champions League e Del Bosque lo trascinò alla vittoria a Parigi contro il Valencia e la stagione successiva al trionfo nella Liga, prima che la squadra - rafforzata da Zidane -vincesse di nuovo la UEFA Champions League nel 2001/02. Del Bosque è stato formidabile anche sulla panchina delle Furie Rosse, dove da Ct ha vinto la Coppa del Mondo FIFA 2010 e UEFA EURO 2012.

2009: Josep Guardiola (Barcellona)
A 53 anni di distanza dal primo successo di Pepe Villalonga con il Real Madrid, Pep Guardiola ha ottenuto un analogo immediato successo contro il Barcelona. Vincitore di un titolo nel 1992, un anno dopo il suo ritiro nel 2006 Guardiola fu nominato alla guida del Barcellona B. Appena undici mesi dopo, raccolse l’eredità di Frank Rijkaard in prima squadra e cambiò diversi giocatori, portando gente del calibro di Dani Alves e Gerard Piqué e promuovendo Sergio Busquets e Pedro Rodríguez dalla squadra riserve. Guardiola ha avuto un’entusiasmante stagione di inizio, vincendo il “double” in patria e la UEFA Champions League con un successo 2-0 contro il Manchester United a Roma. Un altro successo, contro la stessa squadra a Wembley, seguì nel 2011.