UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Fermo immagine: l'esordio di Dani Alves al Barcellona

Dani Alves sta per incrociare il Barcellona in UEFA Champions League e noi facciamo un tuffo nel passato a nove anni fa, alla prima delle 391 presenze del calciatori brasiliano con i Blaugrana.

Fermo immagine: l'esordio di Dani Alves al Barcellona
Fermo immagine: l'esordio di Dani Alves al Barcellona ©Getty Images

"Non voglio affrontare il Barcellona, sarebbe troppo strano", ha dichiarato Dani Alves prima del sorteggio dei quarti di UEFA Champions League: ed è proprio quel che è accaduto. Forse non aiuterà, ma UEFA.com riporta indietro le lancette e rivive la prima delle 391 presenze di Alves con il Barça (4-0 sul Wisła Kraków, 2008) insieme a compagni leggendari.

1 Pedro Rodríguez
La partita è stata importante anche per Pedro, che a 21 anni ha disputato la prima gara da titolare con il Barcellona. Il vero exploit, però, è arrivato nel 2009/10, quando ha superato il record del club di Giovanni Silva segnando in sei competizioni diverse in una sola stagione e ha vinto la Coppa del Mondo FIFA 2010, due anni dopo il trionfo a EURO. Dopo 99 gol in 320 presenze nel Barça, è passato al Chelsea nel 2015 e quest'anno lotta per il titolo.

2 Thierry Henry
Passato all'Arsenal dalla Juventus nel 1999, Henry è diventato il capocannoniere assoluto dei Gunners con 228 gol. È stato acquistato dal Barcellona nel 2007 e in seguito si è trasferito ai New York Red Bulls, tornando per un breve periodo a Londra. Oggi fa il commentatore televisivo in Inghilterra e l'assistente del Ct Roberto Martínez nel Belgio.

3 Andrés Iniesta
Iniesta ha segnato il gol decisivo nella finale dei mondiali del 2010 ma era già da tempo uno dei giocatori simbolo della nazionale e del Barça. Superbo a UEFA EURO 2008, è stato votato miglior giocatore del torneo a UEFA EURO 2012, quando la Spagna ha bissato il titolo. Soprattutto, il centrocampista ha incarnato al meglio il 'tika-taka' del Barcellona insieme a Xavi Hernández, con cui ha vinto tre UEFA Champions League. Oggi è alla 15esima stagione in Blaugrana e conta 28 trofei.

L'addio di Xavi
L'addio di Xavi©Getty Images

4 Xavi Hernández
Colonna nel centrocampo del Barça per 17 stagioni, Xavi ha avuto una carriera parallela a quella di Iniesta. Con il blaugrana ha conquistato 25 trofei, l'ultimo dei quali è stato la UEFA Champions League 2015. La finale contro la Juventus è stata la sua ultima partita al Barcellona prima di trasferirsi in Qatar all'al-Sadd, dove gioca tuttora a 37 anni.

5 Carles Puyol
La Spagna e il Barcellona di fine anni 2000/primi anni 2010 erano famosi per la loro circolazione di palla, ma anche per la difesa guidata da Puyol, soprannominato 'il muro'. Capitano del Barcellona per 10 anni, ha vinto tutti i trofei a livello di club e di nazionale e si è ritirato nel 2014. Oggi fa il procuratore, rappresentando giocatori come Marc Bartra e Bojan Krkić, e gioca molto a padel (un mix tra squash e tennis). 

Víctor Valdés gioca nel Middlesbrough
Víctor Valdés gioca nel Middlesbrough©Getty Images

6 Víctor Valdés
Valdés è diventato il portiere titolare del Barcellona con Frank Rijkaard nel 2003/04 ed è rimasto tale fino alla partenza per il Manchester United dopo più di 10 anni. Con 535 presenze, è sesto nella classifica generale del club blaugrana. In nazionale ha avuto la sfortuna di trovarsi davanti Iker Casillas, collezionando la prima di 21 presenze a 28 anni. Vincitore della Coppa del Belgio con lo Standard Liège la scorsa stagione, è attualmente il portiere titolare del Middlesbrough.

7 Samuel Eto'o
Giocatore più titolato del Camerun, Eto'o ha vinto due UEFA Champions League con il Barça e una con l'Internazionale Milano, segnando nelle finali del 2006 e del 2010. Emerso in Europa con il Mallorca, è approdato al Barcellona nel 2004 e vi ha giocato per cinque stagioni, segnando 109 gol in 144 partite di Liga. Ha vinto tre campionati spagnoli e uno scudetto con l'Inter, trasferendosi successivamente in Russia e in Inghilterra. Oggi ha 36 anni e gioca in Turchia nell'Antalyaspor.

8 Seydou Keita
Keita è arrivato in Catalogna dal Siviglia a 28 anni. Il centrocampista maliano, che aveva iniziato la carriera in Francia con Marsiglia, Lorient e Lens, non è stato schierato sempre titolare nelle quattro stagioni a Barcellona, ma si è sempre dimostrato affidabile. Dopo 14 trofei con i blaugrana, si è trasferito per 18 mesi in Cina, quindi al Valencia e poi alla Roma, mentre la scorsa estate è stato acquistato dall'el-Jaish (Qatar).

Finale 2009: Barcellona - Man. United 2-0
Finale 2009: Barcellona - Man. United 2-0

9 Rafael Márquez
Il difensore con la coda ha collezionato 242 presenze fra tutte le competizioni in sette stagioni al Barcellona, diventando il primo messicano a vincere la UEFA Champions League (2006) e rappresentando la nazionale in più di 135 incontri. Ha lasciato il Barcellona per i New York Red Bulls nel 2010, mentre nel 2012 è tornato in patria al Club León e nel 2014 è stato acquistato dal Verona. Oggi gioca nell'Atlas, la squadra per cui tifava da bambino.

10 Éric Abidal
Difensore versatile e tattico, Abidal è esploso tra le fila del Lione, con cui ha vinto tre campionati consecutivi prima di approdare al Barcellona nel 2007. Diventato ben presto una delle colonne di Josep Guardiola, ha avuto una battuta d'arresto a marzo 2011, quando gli è stato diagnosticato un tumore al fegato. Incredibilmente, però, ha recuperato e due mesi dopo è sceso in campo nella vittoriosa finale di UEFA Champions League contro il Manchester United. Dopo un periodo al Monaco e nell'Olympiacos, si è ritirato nel 2014 e oggi gestisce un'associazione di beneficenza.

11 Dani Alves
Anima del Siviglia che ha vinto la Coppa UEFA nel 2006 e nel 2007, il terzino destro è stato acquistato dal Barcellona nel 2008, vincendo sei campionati, tre UEFA Champions League e quattro Coppe del Re. A 33 anni, è alla prima stagione alla Juventus ed è ancora una delle pedine chiave del suo club e della nazionale. A marzo è diventato il sesto giocatore a raggiungere le 100 presenze in verdeoro.

Il capolavoro del Barcellona a Wembley, 2011
Il capolavoro del Barcellona a Wembley, 2011

Contenuti simili