UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Xabi Alonso si ritira: una carriera stellare

"Mi ricorda Pep Guardiola", ha detto José Mourinho, un "campione assoluto" secondo Steven Gerrard. UEFA.com raccoglie alcuni degli elogi più significativi che Xabi Alonso ha ricevuto nel corso della sua stellare carriera.

Xabi Alonso si ritira: una carriera stellare
Xabi Alonso si ritira: una carriera stellare ©Getty Images

Xabi Alonso ha annunciato che chiuderà la sua carriera a fine stagione

"Non è stata una decisione facile da prendere ma credo che sia il momento giusto per farlo", ha detto il 35enne a FC Bayern.tv. "Ho sempre pensato fosse meglio chiudere prima che troppo tardi. Sto ancora bene ma credo sia arrivato il momento giusto". 

"Volevo chiudere la carriera ad alti livelli, e il Bayern è al livello più alto. Sono incredibilmente orgoglioso di giocare in questo club e di far parte di questa famiglia".

Club: Real Sociedad, Eibar (prestito), Liverpool, Real Madrid, Bayern München 
Titoli: Europeo UEFA (2008, 2012 Spagna), Coppa del Mondo FIFA (2010 Spagna), UEFA Champions League (2005 Liverpool, 2014 Real Madrid), Supercoppa UEFA (2005 Liverpool), Liga (2012 Madrid), Bundesliga (2015, 2016 Bayern), FA Cup (2006 Liverpool), Copa del Rey (2011, 2014 Real Madrid), Coppa di Germania (2016 Bayern)

 

  •  La carriera in parole

Inizia la carriera al Real Sociedad, poi passa in prestito per una stagione all'Eibar, salvo fare ritorno al club col quale diviene capitano a 20 anni e conquista la convocazione nella nazionale maggiore della Spagna a 21 anni.

©Getty Images

"Non ricordo un ex giocatore delle giovanili aver mai avuto mai un impatto così devastante come quello di Alonso nel club. Tutti sembravano giocare meglio con lui in campo".
John Toshack, l'allenatore che ha fatto esordire Alonso in Liga
 
"Alonso ha una visione di gioco fantastica e vede il calcio con estrema chiarezza".
L'ex allenatore della Spagna, Iñaki Sáez, dopo l'esordio di Alonso

L'era al Liverpool: Alonso viene portato ad Anfield dal connazionale Rafael Benítez che lo schiera a fianco di Steven Gerrard e Javier Mascherano. Alla stagione d'esordio coi Reds, vince la UEFA Champions League e poi aiuta la Spagna a vincere UEFA EURO 2008 da giocatore del Liverpool.

"È stato chiaro dopo il primo allenamento insieme, nell'agosto del 2004, che Alonso fosse un campione assoluto... era con ampio margine di distanza il miglior centrocampista centrale con cui avessi mai giocato insieme. Se ipoteticamente dovessi diventare allenatore del Liverpool un giorno, saprei già chi vorrei come vice: Xabi Alonso o Jamie Carragher".
Steven Gerrard

"Il primo che mi viene in mente è Xabi Alonso. Ero letteralmente devastato quando si è trasferito al Real Madrid".
Jamie Carragher alla domanda su chi fosse stato il miglior compagno al Liverpool, esclusi Gerrard e
Luis Suárez

©Getty Images

"È una persona tranquilla e un ragazzo amabile, un ottimo compagno di squadra. Non serve parlare di lui come giocatore, la gente sa quanto sia forte. Lui ha tutto. È uno dei più completi centrocampisti del mondo".
Pepe Reina, portiere e compagno di squadra nella Spagna e al Liverpool dal 2005–13

"Il maestro del passaggio. Nessuno sa passare il pallone come lui. Ricordo che al debutto ad Anfield sono dovuti passare almeno 39 minuti prima di vedergli sbagliare un passaggio. Giocatore incredibile".
John Arne Riise, terzino sinistro del Liverpool dal 2001–08

"Xabi è molto intelligente. È bravo sia nei passaggi lunghi che corti. Possiede più tecnica che forza, ed è intelligente".
Rafael Benítez, allenatore di Alonso nel periodo ad Anfield

Il ritorno in Spagna: il Real Madrid paga 35 milioni di euro per Alonso nell'agosto del 2009. Nel periodo al Madrid dimostra di essere uno dei migliori centrocampisti della sua generazione. Vince un'altra UEFA Champions League e ancora altri titoli con la nazionale spagnola.

©AFP/Getty Images

"Xabi Alonso è come un metronomo, è un giocatore come Xavi Hernández. Sono sicuro che quando si ritirerà diventerà un ottimo allenatore. Mi ricorda tanto il calciatore Pep Guardiola: già adesso si comporta come un allenatore in campo".
José Mourinho, allenatore di Alonso al Madrid tra il 2010 e 2013

"Xabi Alonso ha la chiave di tutto. È un giocatore molto importante per questa squadra. Ha un'incredibile esperienza e qualità eccezionali. Possiede la rara abilità di vedere in anticipo ciò che sta per succedere in campo".
Carlo Ancelotti, allenatore di Alonso al Madrid nel 2013/14

©Getty Images

"È molto difficile migliorare quello che ha fatto. Alonso ci lascia però una fantastica eredità. È stato un professionista esemplare".
L'allora Ct della Spagna, Vicente del Bosque, alla notizia del ritiro di Alonso dalla nazionale nel 2014

Il passaggio al Bayern: tentato dall'esperienza in Bundesliga da Josep Guardiola nell'agosto del 2014, costa ai giganti bavaresi ben 10 milioni di euro a 33 anni.

"Se l'avessimo preso per inseguire gli avversari, sarebbe il peggiore del mondo. Noi l'abbiamo preso per dominare il gioco. Col pallone tra i piedi, Xabi è il migliore".
Josep Guardiola, allenatore di Alonso al Bayern per le prime due stagioni

©Getty Images

"Alonso è lento, è vero, ma anche io ero un giocatore lento. Non è una caratteristica negativa. La cosa importante è che la palla si muova rapidamente, e in questo senso Xabi è uno dei migliori".
Carlo Ancelotti, riunitosi ad Alonso nel 2016/17

"Il calcio è una cosa, la famiglia un'altra. È una grande persona e un professionista fantastico. Ha vinto tutto in carriera, e potrebbe ancora vincere un'altra volta la Champions League. Sarebbe meraviglioso per lui".
Arjen Robben, compagno al Bayern

"Xabi Alonso ha giocato per cinque anni sia al Liverpool che al Real Madrid. È sempre stato un top player e l'ha confermato ancora una volta al Bayern".
Jupp Heynckes, ex allenatore di Bayern e Real Madrid

"Xabi Alonso è un top player. Mi domando ancora se la gente di Madrid si sia già chiesto se sia stata una buona idea lasciarlo andare".
Jürgen Klopp dopo l'esordio di Alonso col Bayern

©Getty Images