Il Real Madrid torna primo, pari per City e Paris

I Galacticos battono l’Athletic e riconquistano la vetta della Liga in Spagna, mentre non riescono a ottenere la vittoria - ma devono accontentarsi di un punto - squadre del calibro di Paris Saint-Germain e Manchester City.

Álvaro Morata del Real Madrid festeggia il gol-vittoria nella sfida contro l'Athletic Bilbao
Álvaro Morata del Real Madrid festeggia il gol-vittoria nella sfida contro l'Athletic Bilbao ©Getty Images

Gruppo A
Arsenal-Middlesbrough 0-0
I Gunners non riescono a ottenere la settima vittoria consecutiva in Premier League contro un Middlesbrough che sciupa le migliori opportunità nel nord di Londra. Non il miglior modo di festeggiare il 67esimo compleanno per Arsène Wenger, manager dell’Arsenal. 

Paris Saint-Germain-Olympique Marsiglia 0-0
Occasioni con il contagocce al Parco dei Principi, dove il Paris Saint-Germain non riesce a superare l’Olympique Marsiglia, sulla cui panchina esordiva Rudi Garcia, ex allenatore della Roma: il Le Classique finisce a reti inviolate. I campioni di Francia sono terzi, attardati di sei punti dal Nizza capolista della Ligue 1. 

Lugano-Basilea 2-2 (Mariani 63’, Alioski 75’ su rig.; Delgado 51’, Callà 88’ su rig.)
Davide Callà salva l’imbattibilità del Basilea nella Super League 2016/17, trasformando un calcio di rigore a due minuti dalla fine dopo il fallo commesso su Éder Balanta.

Ludogorets Razgrad-Lokomotiv GO 4-0 (Keșerü 25’, 78’, Marcelinho 71’, Júnior Quixadá 90’)
Il Ludogorets è a due punti dalla vetta con una partita da recuperare dopo la sesta vittoria consecutiva nella Professional Football League (PFG).

Gruppo B
Crotone-Napoli 1-2
Malgrado l'espulsione di Manolo Gabbiadini nel primo tempo, il Napoli torna alla vittoria dopo tre sconfitte consecutive.

Beşiktaş-Antalyaspor 3-0 (Aboubakar 45’+1’, Talisca 72’, 89’)
Le Aquile Nere restano affiancate all’İstanbul Başakşehir in vetta alla Premier League turca grazie a una convincente vittoria contro un avversario ridotto in dieci uomini. Vincent Aboubakar firma il primo gol in patria con il Beşiktaş, prima che Talisca completi l’opera con una doppietta.

Belenenses-Benfica 0-2 (Mitroglou 10’, Grimaldo 65’)
Kostas Mitroglou trova il quarto gol stagionale nella Liga e il difensore Alex Grimaldo va a segno per la seconda volta nelle ultime tre partite: le Aquile vincono e si confermano in testa alla classifica in Portogallo.  

Olexandriya-Dinamo Kiev 1-1 (Vitaliy Ponomar 79’; González 52’)
La Dinamo pareggia in trasferta per la seconda settimana consecutiva in Ucraina, raggiunta dal gol di Vitaliy Ponomar a undici minuti dalla fine della partita.

Gruppo C
Valencia-Barcellona 2-3 (El Haddadi 52’, 56’; Messi 22’, 90’+4’ su rig., Suárez 62’)
La vittoria del Barcellona è rovinata dalla notizia dell’infortunio al ginocchio destro di Andrés Iniesta, che si fa male dopo circa un quarto d’ora allo stadioMestalla. Un rigore trasformato nel recupero da Lionel Messi e concesso per un fallo su Luis Suárez vale i tre punti per i Blaugrana: per il fuoriclasse argentino è il sesto gol in tre presenze dopo il ritorno dall’infortunio. 

Andrés Iniesta viene soccorso dopo essere caduto a terra infortunato
Andrés Iniesta viene soccorso dopo essere caduto a terra infortunato©Getty Images


Manchester City
-Southampton 1-1
 (Iheanacho 55’; Redmond 27’)
Sale a cinque partite - in tutte le competizioni - il digiuno di vittorie del Manchester City, che torna comunque al comando della Premier League grazie al gol di Kelechi Iheanacho che vale il pareggio contro il Southampton.

Bayern Monaco-Borussia Mönchengladbach (Vidal 16’, Douglas Costa 31’)
Dopo aver impressionato mercoledì contro il Celtic, il Gladbach torna sulla terra a Monaco di Baviera. André Hahn, a segno tre giorni fa, va vicino al gol per i Die Fohlen quando scheggia il palo alla destra di Manuel Neuer a venti minuti dalla fine.

Rangers-Celtic 0-1 (M. Dembélé, semifinale di Coppa di Lega scozzese)
Un tiro da distanza ravvicinata di Moussa Dembélé all’Hampden Park regala al Celtic il secondo successo consecutivo nel derby di Glasgow, oltre alla qualificazione alla finale di Coppa di Lega contro l’Aberdeen. Il giovane attaccante del Celtic ha ora realizzato 16 gol nelle ultime 19 partite tra squadra di club e nazionale.

Gruppo D
Siviglia-Atletico Madrid 1-0 (N'Zonzi 73’)
Gli uomini di Diego Simeone falliscono l’opportunità di tornare in vetta alla Liga dopo la prima sconfitta stagionale. Il compito dell’Atlético diventa ancora più difficile dopo l’espulsione di Koke nelle fasi conclusive.

Bayern Monaco-Borussia Mönchengladbach 2-0 (Vidal 16, Douglas Costa 31)
Arturo Vidal, di testa su cross dalla destra di Rafinha, porta in vantaggio la squadra di Carlo Ancelotti, che raddoppia dopo quindici minuti: il 2-0 lo firma Douglas Costa, che batte Yann Sommer dopo aver raccolto in area il tentativo di David Alaba.

Ufa-Rostov 0-0
Il Rostov non riesce a segnare per la terza partita consecutiva. L’Ufa calcia quattordici volte nello specchio della porta avversaria, gli ospiti soltanto una.

PSV Eindhoven-Sparta 1-0 (Ramselaar 77’)
La fredda conclusione di Bart Ramselaar supera il portiere dello Sparta, Roy Kortsmit, e regala al PSV la prima vittoria dopo cinque partite.

Falcao mette a segno il quarto gol della stagione
Falcao mette a segno il quarto gol della stagione©AFP/Getty Images

Gruppo E
Monaco-Montpellier 6-2 (Falcao 36' su rig., Mbappé 49', Jemerson 64', Germain 74', Lemar 76', Traoré 89'; Boudebouz 9', 61' su rig.)
Radamel Falcao, al rientro dopo un mese di assenza, va a segno su rigore: la squadra di Leonardo Jardim rimonta il Montpellier e ottiene una larghissima vittoria.

Bournemouth-Tottenham Hotspur 0-0
Una traversa per squadra, negli Spurs - ancora imbattuti - è Erik Lamela a centrare il legno. La prima partita del fine settimana della Premier League termina a reti inviolate. 

Bayer Leverkusen-Hoffenheim 0-3 (Demirbay 15’, Wagner 49’, St Zuber 60’)
L’attaccante del Leverkusen, Kevin Volland, è espulso dopo appena sei minuti contro la squadra che aveva lasciato in estate, per un fallo da ultimo uomo su Kerem Demirbay. L’Hoffenheim, imbattuto da nove partite - in tutte le competizioni - in stagione, condanna la squadra allenata da Roger Schmidt alla prima sconfitta casalinga dal 2 marzo a questa parte.

Lokomotiv Mosca-CSKA Mosca 1-0 (Maicon 65’)
Il CSKA subisce la seconda sconfitta nelle ultime tre partite della Premier League russa: è il gol nella ripresa di Maicon a decidere il derby di Mosca.

Gruppo F
Ingolstadt-Borussia Dortmund 3-3 (Cohen 6’, Lezcano 24’, 59’; Aubameyang 59’, Ramos 69’, Pulišić 90’+1’)
Sotto prima 2-0 e poi 3-1, il Dortmund conquista un punto ormai insperato grazie al colpo di testa nel recupero di Christian Pulišić, entrato dalla panchina.

Real Madrid-Athletic Bilbao 2-1 (Benzema 7’, Morata 83’; Merino 27’)
Álvaro Morata entra dalla panchina e realizza a sette minuti dalla fine il gol della vittoria, nel giorno del suo 24esimo compleanno: grazie a questi tre punti il Real Madrid torna al comando della Liga.

Sporting Lisbona-Tondela 1-1 (Campbell 90’+6’; Jhon Murillo 74’)
Joel Campbell, entrato dalla panchina, segna il pareggio dopo sei minuti di recupero ed evita allo Sporting una sconfitta shock contro un’avversaria che prima di questa sfida era penultima nella Liga Portoghese.

Legia Varsavia-Lech Poznań 2-1 (Nikolić 64’, Hämäläinen 90’+3’; Robak 90’ su rig.)
Kasper Hämäläinen realizza la rete decisiva contro la sua ex squadra, tre minuti dopo che gli ospiti sembrano aver messo in cassaforte un punto nella loro trasferta nella capitale. L’intervento del centrocampista finlandese suggella il secondo successo del Legia nell’Ekstraklasa da fine agosto.

Gruppo G
Leicester City-Crystal Palace 3-1 (Musa 42’, Okazaki 63’, Fuchs 80’; Cabaye 85’)
I primi gol con la maglia del Leicester di Ahmed Musa e dell’esterno sinistro difensivo Christian Fuchs aiutano i campioni d’Inghilterra a ottenere la vittoria: per la squadra di Claudio Ranieri è appena la terza in campionato.

OB-Cøpenaghen 0-3 (Verbič 40’, aut. Frederik Tingager 47’, Delaney 76’)
La capolista del campionato danese è imbattuta da 16 partite - una striscia positiva iniziata il 22 maggio – e si rilancia subito dopo la prima sconfitta stagionale in Europa.

Porto-Arouca 3-0 (André Silva 43’, 78’, Brahimi 90’+1’)
Il Porto scavalca lo Sporting al secondo posto con un netto successo. André Silva conferma il suo grande momento di forma, portando il bottino personale a dieci reti nelle ultime otto partite con la squadra di club e la nazionale.

Club Brugge-Anderlecht 2-1 (Vanaken 9’, Vormer 47’; Teodorczyk 87’)
I padroni di casa tornano alla vittoria in Belgio con due gol nel primo tempo. Il Club Brugge tiene malgrado l’espulsione nel finale di Wesley, entrato nel corso della partita.

Manuel Locatelli, 18 anni, supera Gianluigi Buffon con un gran tiro
Manuel Locatelli, 18 anni, supera Gianluigi Buffon con un gran tiro©AFP/Getty Images

Gruppo H
Milan-Juventus 1-0 (Locatelli 65')
Battuti nella precedente trasferta a San Siro, dall’Inter il 18 settembre, i campioni d’Italia della Juventus escono ancora senza punti dalla Scala del Calcio. Alla seconda presenza da titolare in Serie A, il giovane Manuel Locatelli decide la sfida, con un gran destro che supera Gianluigi Buffon e pesca l’incrocio dei pali. 

Siviglia-Atletico Madrid 1-0 (N'Zonzi 73’)
Steven N'Zonzi risolve la sfida a 17 minuti dalla fine dopo l’ottimo lavoro di Luciano Vietto e porta momentaneamente il Siviglia al comando della Liga, almeno fino alla sfida di questa sera tra Real Madrid e Athletic Bilbao.

Lione-Guingamp 1-3 (Lacazette 37’ su rig; Salibur 46’, Coco 52’, 77’)
Il Guingamp rimonta un gol di svantaggio e infligge al Lione la quinta sconfitta nelle ultime sei partite.

Dinamo Zagabria-Cibalia 3-0 (Soudani 33’, Henríquez 42’, Šitum 76’)
La Dinamo chiude con la porta inviolata per la quinta volta in cinque partite interne, con Mario Šitum che chiude con la sua prima rete per i Blues dall’agosto 2011.