UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

MSN, BBC, KGT: tridenti a confronto

Mentre il Barcellona ha salutato la UEFA Champions League e arranca nella Liga, Real Madrid e Atlético volano. BBC e KGT meglio della MSN? "Se gli attaccanti camminano, vincere diventa difficile", la critica di Capello.

Il BBC: Gareth Bale, Karim Benzema e Cristiano Ronaldo in gran forma nel finale di stagione
Il BBC: Gareth Bale, Karim Benzema e Cristiano Ronaldo in gran forma nel finale di stagione ©Getty Images

Accorciando le distanze per il Barcellona nella sfida persa domenica contro il Valencia, Lionel Messi non ha solo interrotto il suo digiuno di gol che durava da 515 minuti, ma ha anche posto fine al balbettio offensivo del tridente delle meraviglie MSN – Lionel Messi - Luis Suárez - Neymar – che durava da 291 minuti nella Liga, ovvero dalla rete messa a segno da Neymar contro il Villarreal a fine marzo nell'ultima gara in cui i catalani hanno ottenuto punti in campionato. E per trovare una partita con tutti e tre a bersaglio occorre andare ancora più indietro, per la precisione al 16 marzo: successo 3-1 sull'Arsenal nel ritorno degli ottavi di finale di UEFA Champions League.

Ronaldo ha agguantato Messi nel club delle triplette
Ronaldo ha agguantato Messi nel club delle triplette

Lo scarso rendimento dei tre tenori catalani è coinciso con la crisi di risultati del Barça. Basti pensare che nelle quattro giornate prima della débâcle blaugrana, l'MSN aveva messo a segno dieci gol complessivi, che avevano portato ad altrettante vittorie. E la statistica diventa ancora più impietosa confrontando il rendimento degli altri due tridenti delle meraviglie spagnoli, il BBC del Real Madrid (Gareth Bale, Karim Benzema, Cristiano Ronaldo) e il GKT dell'Atlético Madrid (Antoine Griezmann, Koke, Fernando Torres).

Riguarda la doppietta di Griezmann contro il Barça
Riguarda la doppietta di Griezmann contro il Barça

Nelle ultime quattro gare della Liga, Benzema, Bale e Ronaldo hanno segnato nove gol, con il portoghese che ha accorciato lo svantaggio su Luis Suárez nella corsa per il titolo di Pichichi (L'uruguaiano ora conduce con 31 reti a 26). E per le Merengues, non c'è nemmeno bisogno di dirlo, sono arrivate quattro vittorie. 

Ancora meglio hanno fatto i cugini madrileni dell'Atlético, con dieci gol in quattro gare per Koke, Griezmann e Torres. Il francese si così portato a sole due reti dal suo record personale in una singola stagione della Liga e i Colchoneros hanno raccolto nove punti sui 12 a disposizione, agganciando il Barcellona in vetta alla classifica.

Neymar sembra aver smarrito il feeling con il gol
Neymar sembra aver smarrito il feeling con il gol©AFP/Getty Images

E con la stagione che si avvia verso lo sprint finale, la crisi dell'MSN non poteva arrivare in un momento peggiore. Il trio offensivo catalano, autore del 79,5% delle 88 reti segnate in campionato dal Barcellona (dieci i marcatori blaugrana in totale) rappresenta l'arma principale, se non l'unica, su cui Luis Enrique può fare affidamento nella corsa al titolo, mentre per quanto riguarda Real e Atlético la "dipendenza" dai rispettivi tridenti è meno marcata: il BBC ha messo a segno il 70,4% dei 98 gol delle Merengues, mentre il KGT il 57,9% dei 57 dei Colchoneros ed entrambe le squadre hanno finora mandato a bersaglio 14 giocatori differenti in campionato.

Anche Fabio Capello ha fotografato con una battuta il momento poco felice del trio d'attacco blaugrana. L'ex allenatore del Real, vincitore di due titoli spagnoli con le Merengues, ha rifilato una caustica stilettata agli ex arcirivali: "Se gli attaccanti camminano in campo invece di correre, vincere diventa difficile". 

Enrique : "Sarà una grande sfida"

Nelle ultime quattro gare di campionato, il Barça si è fatto rimontare rispettivamente otto e 11 punti dalle due rivali e ora si ritrova appaiato all'Atlético, con il Real che insegue a una sola lunghezza. Le due formazioni madrilene, inoltre, si apprestano a vivere un finale di stagione esaltante, avendo a portata di mano la chance di centrare l'accoppiata Liga - UEFA Champions League. Il morale, dunque, è alle stelle nella capitale spagnola e il Barcellona dovrà sperare che l'MSN ritrovi presto il suo smalto migliore per non rischiare la beffa al termine di un campionato che sembrava già vinto.

"Quella che ci attende da qui in poi sarà una grande sfida - ha dichiarato il tecnico deli catalani dopo la sconfitta di domenica con il Valencia -. Se c'è una squadra che è capace di rialzarsi, quella è il Barça". Il verdetto finale, però, lo darà come sempre il campo.

La serie nera del Barça: una vittoria e quattro sconfitte in cinque gare.
S 1-2 contro il Valencia (Liga)
S 2-0 contro l'Atlético Madrid (UEFA Champions League)
S 1-0 contro la Real Sociedad (Liga)
V 2-1 contro l'Atlético Madrid (UEFA Champions League)
S 1-2 contro il Real Madrid (Liga)

Koke e Fernando Torres festeggiano un gol dell'Atlético
Koke e Fernando Torres festeggiano un gol dell'Atlético©Getty Images