Piqué e Neymar su Juventus-Barcellona

Mentre Gerard Piqué giocherà la sua terza finale, per Neymar sarà la prima in UEFA Champions League; le due stelle hanno parlato in conferenza stampa della Juve, della stagione del Barcellona e del valore di un'eventuale vittoria.

Gerard Piqué in conferenza stampa
Gerard Piqué in conferenza stampa ©Getty Images

Aspettative sulla finale
Gerard Piqué: "Mi aspetto che noi gestiremo il possesso del pallone e che loro agiranno in contropiede. La Juve è forte in avanti e ha molti centrocampisti che possono inserirsi. Dovremo essere attenti in fase difensiva e poi cercare di renderci pericolosi con il nostro possesso di palla".

Neymar: "E' difficile trovare il favorito per una finale. Entrambe le squadre hanno giocatori di grande qualità ed è una finale, avremo 90 minuti per esprimerci al meglio. Daremo il massimo per vincere. Tutto è possibile nel calcio. Chi può dire chi vincerà la finale. Dipende da chi farà meglio. Noi faremo tutto ciò che sarà possibile, con la speranza di vincere".

Il sapore di una finale
Neymar: "Ho giocato molte finali, ma questa è la più importante nella mia carriera finora. E' la partita più importante della mia vita ed ecco perché dovrò dare il massimo. Questo è il mio sogno fin da quando ero bambino e spero di godermi la sfida. Naturalmente ho sempre sognato di fare gol. Spero di aiutare la mia squadra! La cosa più importante è vincere la competizione". 

Juventus
Piqué: "Mi aspetto che manterranno il pallone, e noi proveremo a sfruttare il contropiede. Sono molto bravi davanti con Tévez e Morata e hanno un buon centrocampo con Pogba, Vidal e Marchisio. Dovremo essere molto concentrati in difesa, essere bravi a creare occasioni e segnare gol". 

Neymar: "La Juventus è una grande squadra, una fantastica squadra, è per questo che è arrivata in finale. Sappiamo che sarà una sfida fantastica ma molto difficile. Buffon è un grande portiere, uno dei migliori nella storia del calcio. Mi piaceva sempre impersonarlo sulla mia Playstation, sono un suo grande tifoso. Ma mi piacerebbe fargli gol".

La solidità difensiva blaugrana
Piqué: "Quando si parla di difendere, molti pensano solo al portiere e ai difensori, invece è un discorso di squadra. Sono gli attaccanti i primi difensori, se lono non corrono e non pressano per noi diventa impossibile. Quest'anno abbiamo anche i numeri a dimostrarlo. Abbiamo sempre difeso bene e questa è una delle chiavi; abbiamo vinto il campionato, la coppa e ora siamo in finale di Champions League".

Marc-André ter Stegen
Piqué: "Ter Stegen è molto giovane, ma per come gioca, per il suo atteggiamento e il suo carattere sembra sempre che si gtratti di un'amichevole. Gioca senza pressioni, come se non gli importasse. Con i piedi è formidabile: pochi giocatori al mondo passano il pallone con la sua accuratezza. Sono sicuro che farà benissimo".

La forza del Barcellona
Piqué:"Abbiamo Messi, Neymar, Luis e Andrés. Abbiamo una squadra straordinaria, una delle migliori nella storia del club. Forse a inizio stagione non ci siamo espressi al meglio, ma abbiamo ribaltato la situazione e quando abbiamo cominciato a vincere non ci siamo più fermati. Domani avremo l'occasione di mostrare a tutti il nostro valore e non ce la faremo sfuggire".

Neymar: "Leo e Luis sono due giocatori straordinari, con grandi qualità. La cosa principale è la nostra amicizia dentro e fuori dal campo; siamo ottimi amici e questo ci aiuta. Spero che concluderemo la stagione lasciando lo stadio con la felicità nel cuore dopo tutto il duro lavoro che abbiamo svolto. Sono fiducioso nella vittoria".

Rispetto al triplete del 2009
Piqué: "Non so se sia meglio o peggio [della squadra di Guardiola]; la cosa più importante è che siamo qui. Odio i paragoni. Non sopportavo quando due anni fa non vincevamo e venivamo confrontati con il Barcellona di Guardiola. Alcuni pensano che siamo meglio ora, altri che lo eravamo prima. Abbiamo vinto la coppa, il campionato e ora siamo in finale di Champions League. Dobbiamo essere concentrati e continuare come abbiamo fatto finora. Se ci riusciremo, allora avremo buone chance di vincere". 

Cosa significherebbe una vittoria...
Piqué: "Questa sarà una grande stagione a prescindere dall'esito della finale. In caso di vittoria scriveremo la storia e sarà un'annata perfetta, come nel 2009. Ci siamo goduti i due trofei conquistati finora, ma ora siamo a 90 minuti dalla perfezione. Cercheremo di ottenerla".

Neymar: "Questo è un sogno, è il mio sogno d'infanzia. Aspetto questo momento da quando avevo sei o sette anni. Ora il momento è arrivato e voglio godermi questo sogno insieme alla squadra e vincere la finale di Champions League. Il trofeo è sempre più vicino. E' la finale e la sogno da tempo. Questo è il più bel momento della mia vita. Spero di poter baciare il trofeo domani.".