Gioia Pique e Mascherano

La vittoria di Berlino ha portato la terza UEFA Champions League a Gerard Piqué e la seconda a Javier Mascherano, ma entrambi sono emozionati come se fosse la prima.

Gioia Pique e Mascherano
Gioia Pique e Mascherano ©AFP/Getty Images

Gerard Piqué:Abbiamo faticato un po' quando la Juve ha fatto l'1-1, ma la nostra stagione è stata così, abbiamo imparato a soffrire in certi momenti. Il contropiede ci ha dato molto. E' facile quando hai tre giocatori così veloci e con tali qualità in avanti.

Piqué: Unico, emozionante. E' stata una stagione dura ma il finale è stato eccezionale - pur con un calendario così difficile. Siamo i migliori, lo dimostrano i risultati ma anche il nostro stile di gioco. Siamo molto felici, è arrivato il momento di festeggiare.

Javier Mascherano: Questa sera mi sento parte della storia di questo grande club e questo mi rende molto orgoglioso. Abbiamo fatto degli errori questa sera, non è stata la nostra migliore partita ma non analizzeremo questo ora. Ora dobbiamo festeggiare.

Piqué: Nessuno avrebbe potuto immaginare che avremmo vinto tre trofei in questa stagione. E invece ci siamo, perché abbiamo fatto le cose nel modo giusto. Quando indossi questa maglia devi essere a un certo livello ogni anno.

Piqué: Siamo parte di una famiglia che è il Barcellona, ed è magnifico. Siamo parte di un club che anche se giocava bene non vinceva nulla fino a qualche anno fa, ma ora questa cosa è cambiata grazie a una generazione unica di talenti innati, e speriamo che questo duri per anni.

Mascherano: E' una grande stagione da festeggiare, abbiamo vinto una tripletta storica. Ci sarà tempo per parlare delle cose che magari non sono andate bene ma la coppa viene a casa con noi. E' la mia prima tripletta e mi sento una piccola parte della storia di questa squadra e di questo club.

Contenuti attinenti