Si torna a giocare: la UEFA si sta preparando per un ritorno alle sue competizioni d'elite nella massima sicurezza.

Maggiori informazioni >

Mkhitaryan sollievo e orgoglio

Sollievo, felicità e orgoglio sono state le emozioni del Dortmund dopo la vittoria per 2-1 in casa del Marsiglia che ha regalato ai tedeschi la qualificazione agli ottavi di UEFA Champions League come prima del Gruppo F.

Mkhitaryan sollievo e orgoglio
Mkhitaryan sollievo e orgoglio ©Getty Images

Sollievo, felicità e orgoglio sono state le emozioni del Borussia Dortmund dopo la vittoria per 2-1 in casa dell'Olympique de Marseille che ha regalato ai tedeschi la qualificazione agli ottavi di UEFA Champions League come prima del Gruppo F.

Henrikh Mkhitaryan, centrocampista Dortmund
Siamo molto orgogliosi. Abbiamo fatto una grande partita e anche se non abbiamo approfittato di tutte le nostte occasioni siamo riusciti a segnare un secondo gol. E' questo che conta perché durante la partita abbiamo sentito che il Napoli stava vincendo 1-0, quindi abbiamo dato tutto sul campo. Avremmo potuto finire primi o terzi nel girone, ma abbiamo fatto bene il nostro lavoro e abbiamo chiuso come primi.

E' sempre dura giocare contro una squadra che difende quando si trova in dieci, ma il Marsiglia ha continuato ad attaccare in contropiede e ha avuto occasioni per segnare. Eravamo pronti, e siamo riusciti atrovare spazi alla fine del secondo tempo per fare il nostro secondo gol.

E' stato importante finire primi perché il Dortmund è stato finalista di questa competizione lo scorso anno. Questa volta ci è capitato un girone molto duro; lo era anche lo scorso anno, ma questa volta penso che alcuni dubitassero anche del fatto che potessimo finire tra le prime due. Forse abbiamo fatto l'impossibile.

Roman Weidenfeller, portiere Dortmund
Grazie a Dio ce l'abbiamo fatta, abbiamo segnato quel gol e abbiamo vinto il girone. Non sarà facile agli ottavi ma è comunque meglio finire primi. Possiamo rilassarci un po' durante il sorteggio.

Abbiamo sentito del risultato del Napoli, e due minuti prima della fine eravamo fuori. Poi, poco dopo, eravamo primi nel girone. E' stato come contro il Málaga lo scorso anno [nei quarti], quando sapevamo che avremmo segnato un gol.

Benjamin Mendy, difensore Marsiglia
Non possiamo dire di aver reagito bene [ai problemi recenti] perché abbiamo perso, ma in termini di atteggiamento tutti hanno lottato per vincere e hanno giocato insieme. Ancora una volta, non è stato sufficiente. Dovevamo dare tutto in casa per noi stessi, per i tifosi e per il club. Lo dovevamo a noi stessi di fare tre punti questa sera.

Volevamo dimostrare di avere il giusto atteggiamento, perché ci criticano per questo di solito, e volevamo anche dimostrare che siamo sempre il Marsiglia e che le vittorie inizieranno ad arrivare presto. E' un periodo difficile, ma è il calcio. Dobbiamo andare avanti e non arrenderci.

Benoît Cheyrou, centrocampista Marsiglia
Se guardi solo il risultato è frustrante, ma in termini di prestazione le cose sono migliori. Eravamo molto stanchi. Abbiamo dato tutto questa sera, ed è un peccato aver subito gol alla fine.

Non si possono dimenticare le cose che abbiamo fatto nell'ultima settimana. Abbiamo giocato bene contro il Lille, e giocato bene di nuovo questa sera. Abbiamo reagito bene. E' un buon segno il fatto che siamo riusciti a pareggiare, giocare da squadra e soffrire tutti insieme quando siamo rimasti in dieci.

In alto