UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Wiland ricerca l'armonia perduta

L'estremo difensore Johan Wiland ricorda con orgoglio l'ultima apparizione dell'FC København in UEFA Champions League mentre la sua squadra si appresta ad iniziare una nuova avventura contro la Juventus.

Wiland ricerca l'armonia perduta
Wiland ricerca l'armonia perduta ©Getty Images

Johan Wiland ha dolci ricordi dell'ultima apparizione dell'FC København's sul palcoscenico della UEFA Champions League, giustamente. Era l'edizione  2010/11, quando il club danese vinceva tre delle sei partite della fase a gironi, strappando un pareggio casalingo mozzafiato contro l'FC Barcelona.

Indubbiamente erano tempi d'oro per il club che, secondo Wiland, vive attualmente un'epoca diversa. "Allora c'erano diverse tipologie di giocatori in rosa", ricorda il portiere svedese.

"Avevamo tanti giocatori che sapevano come giocare ad alti livelli in competizioni importanti come la Champions League. Avevamo alzato notevolmente il nostro tasso tecnico in quelle partite e la squadra aveva raggiunto un vero picco in quella stagione. Allo stesso tempo ci eravamo espressi a grandi livelli anche in Danimarca, conquistando il titolo". 

Il Copenaghen è determinato in vista del suo ritorno nella competizione, dove affronterà subito l'ostacolo Juventus nel Gruppo B. Ma qualcosa è cambiato da allora. "Stiamo faticando in campionato", ha commentato Wiland, 32 anni, la cui squadra ha racimolato una sola vittoria in otto partite di Superliga.

"Il problema non è che non abbiamo buoni giocatori. Anzi, abbiamo ottimi giocatori e una squadra forte. Il problema è che finora non abbiamo giocato insieme, come un unico gruppo".

La partenza titubante del club è costata cara a Ariël Jacobs, esonerato ad agosto, e al suo posto è subentrato Ståle Solbakken. Il quesito è se il nuovo tecnico sarà in grado di ripristinare quell'armonia perduta nella squadra campione di Danimarca.

"Se giochiamo al 110%, abbiamo qualche chance contro la Juventus - ha aggiunto l'estremo difensore -. La Champions League è qualcosa di completamente diverso. Qualcosa che accade dentro la tua testa quando scendi sul terreno di gioco, circondato da migliaia di tifosi, con l'inno della competizione di sottofondo". 

Scelti per te