Metti fuorigioco il COVID-19 seguendo i cinque punti dell'Organizzazione Mondiale della Sanità e della FIFA per aiutare a fermare la diffusione della malattia.

1. Lavarsi le mani 2. Tossire sul gomito piegato 3. Non toccarsi il viso 4. Mantenere la distanza fisica 5. Stare a casa in caso di malessere.
Maggiori informazioni >

Fase a gironi a un passo

Dalle sfide di ritorno degli spareggi usciranno le dieci squadre ammesse alla fase a gironi della UEFA Champions League. UEFA.com ha selezionato alcune informazioni e statistiche per ogni gara.

Fase a gironi a un passo
Fase a gironi a un passo ©UEFA.com

Partite di martedì

FK Austria Wien - GNK Dinamo Zagreb (2-0)
• La formazione viennese non vanifica un vantaggio di due reti in Europa da oltre 50 anni. L'unico precedente in cui non ha concretizzato un tale vantaggio risale ai quarti di finale della Coppa delle Coppe UEFA 1960/61: vittoria casalinga per 2-0 contro il Wolverhampton Wanderers FC e sconfitta per 5-0 in Inghilterra.

• La maggiore rimonta della Dinamo coincide con la Coppa delle Fiere vinta nel 1966/67: sconfitta per 3-0 in semifinale contro l'Eintracht Frankfurt e successo per 4-0 al ritorno.

FC Basel 1893 - PFC Ludogorets Razgrad (4-2)
• Il Basilea è imbattuto in casa da sette partite in Europa, compreso il successo per 1-0 contro il Maccabi Tel-Aviv FC nel terzo turno preliminare. Il club elvetico ha superato il turno in otto delle nove occasioni in cui si è imposto con due gol di margine all'andata.  

• I campioni di Bulgaria avevano giocato un solo turno europeo prima di questa stagione: eliminazione per un gol all'8' minuto di recupero contro il GNK Dinamo Zagreb nel secondo turno preliminare della scorsa stagione, quando si prefigurava una qualificazione in virtù dei gol segnati in trasferta.

Legia Warszawa - FC Steaua Bucureşti (1-1) 

• Il Legia spera di centrare l'obiettivo dopo essersi fermato due volte all'ultimo ostacolo della fase preliminare, contro l'FC Barcelona nel 2002/03 e contro l'FC Shakhtar Donetsk nel 2006/07.

• La Steaua è stata eliminata sei volte sulle dieci occasioni in cui ha pareggiato l'andata di un turno europeo in casa.

PAOK FC - FC Schalke 04 (1-1)
• I due precedenti del PAOK contro avversarie tedesche si sono conclusi entrambi ai calci di rigore. Nel secondo turno della Coppa UEFA 1983/84, il PAOK di Pál Csernai non è andato oltre lo 0-0 in casa contro l'FC Bayern München e ha pareggiato con lo stesso punteggio a Monaco prima di perdere 9-8 la serie finale dal dischetto.

• Lo Schalke è rimasto imbattuto nelle quattro trasferte della UEFA Champions League 2012/13, vincendo tra l'altro 2-1 contro l'Olympiacos FC in Grecia con reti di Benedikt Höwedes e Klaas-Jan Huntelaar.

Arsenal FC - Fenerbahçe SK (3-0)
• Per qualificarsi alla fase a gironi il Fenerbahçe SK deve diventare la terza squadra di sempre in Europa in 50 anni a infliggere all'Arsenal una sconfitta casalinga con tre o più gol di scarto. Un compito proibitivo per una squadra che ha segnato appena tre gol in otto trasferte in Inghilterra.

• Sebbene abbia perso due volte in casa nella scorsa UEFA Champions League – 2-0 contro l'FC Schalke 04 nella fase a gironi e 3-1 contro l'FC Bayern München negli ottavi – l'Arsenal ha perso soltanto due volte in Europa con il passivo di cui ha bisogno il Fenerbahçe: 0-3 contro l'FC Internazionale Milano nella fase a gironi della UEFA Champions League 2003/04 e 2-5 contro l'FC Spartak Moskva nel primo turno della Coppa UEFA 1982/83.

Partite di mercoledì
FC Zenit - FC Paços de Ferreira (4-1)
• Prima di perdere contro l'AC Milan nella fase a gironi 2012/13, lo Zenit era imbattuto in casa in competizioni UEFA da 16 partite. Considerando il successo per 5-0 contro l'FC Nordsjælland nel terzo turno preliminare, la formazione russa ha vinto tre delle ultime quattro gare casalinghe in Europa, perdendone soltanto una nelle ultime 22.

• All'esordio in UEFA Champions League, il Paços non ha mai segnato un gol in una trasferta europea.

AC Milan - PSV Eindhoven (1-1)
• E' la prima volta che in uno spareggio si sfidano due squadre ex campioni d'Europa: il Milan sette volte campione d'Europa e il PSV vincitore del trofeo nel 1988.

• Il Milan ha perso 2-0 contro l'AFC Ajax l'ultima volta che ha giocato in casa contro una squadra olandese nella fase a gironi 2010/11, sebbene si fosse già assicurato la qualificazione agli ottavi. Il suo bilancio complessivo contro le squadre olandesi a San Siro è di 6 vittorie, 1 pareggio e 3 sconfitte.

NK Maribor - FC Viktoria Plzeň (1-3)
• Il Plzeň si affaccia alla sfida contro il Maribor con la consapevolezza di poter chiudere la pratica, considerato il buono stato di forma espresso nelle qualificazioni e la striscia di sei partite senza sconfitte registrata nelle trasferte in competizioni UEFA.

• Il Maribor si è presentato in due occasioni in casa in svantaggio di due gol ma in entrambi i casi è stato eliminato – contro l’FC Zimbru Chisinau nel secondo turno di qualificazione di UEFA Champions League 2000/01 (0-2 in trasferta, 1-0 in casa) e l’Olympiacos FC nel primo turno di Coppa UEFA 1995/96 (0-2 in trasferta, 1-3 in casa).

Celtic FC - FC Shakhter Karagandy (0-2)
• Il Celtic può trarre conforto dal fatto che per ben quattro volte in precedenza è tornato a Glasgow sotto per 2-0 in competizioni UEFA – e per tre volte è riuscito a rimontare il risultato dell'andata.

• Qualunque sia l’esito finale, lo Shakhter raggiungerà una storica qualificazione ad una fase a gironi. In caso perdesse, infatti, il club kazako parteciperebbe alla medesima fase di UEFA Europa League.

Real Sociedad de Fútbol - Olympique Lyonnais (2-0)
• Il Lione dovrà compiere un’impresa mai riuscita prima per ribaltare la sconfitta casalinga dell’andata e superare il turno. Due volte il club francese si era trovato in questa situazione: contro l’NK Maribor nel terzo turno di qualificazione di UEFA Champions League 1999/2000 (0-1 in casa, 0-2 in trasferta) e contro il Trabzonspor nel secondo turno di Coppa UEFA 1991/92 (3-4 in casa, 1-4 in trasferta).

• L’ultima vittoria casalinga del Real in una competizione continentale risale al settembre del 2003, quando Darko Kovačević ha regalato agli spagnoli il successo per 1-0 contro l’ Olympiacos FC nella fase a gironi di UEFA Champions League.

In alto