UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Bayern, pazza idea di rivincita

Il tecnico Louis van Gaal e l'attaccante Thomas Müller vogliono pareggiare i conti con l'Inter negli ottavi, dopo che i nerazzurri avevano battuto i bavaresi nella finale della scorsa edizione.

Bayern, pazza idea di rivincita
Bayern, pazza idea di rivincita ©Getty Images

Superato lo shock iniziale di essere state sorteggiate una contro l'altra negli ottavi di finale, sia FC Internazionale Milano che FC Bayern München hanno iniziato a diventare impazienti di rivivere la sfida della finale di UEFA Champions League 2009/10.

I due gol di Diego Milito nella finale del 22 maggio al Santiago Bernabéu avevano regalato il trofeo più ambito all'Inter a spese proprio dei bavaresi, ma il 21enne attaccante dei tedeschi Thomas Müller si è detto emozionato all'idea di rivivere quella sfida. "Abbiamo un conto da pareggiare con l'Inter", ha detto. "Dato che abbiamo il vantaggio di giocare il ritorno a casa, sono molto fiducioso sul fatto che ci qualificheremo".

Il centrocampista Bastian Schweinsteiger, invece, non vede l'ora di riaffrontare un suo ex compagno del Bayern, Lucio - e di batterlo. "Questo è un sorteggio interessante", ha detto il 26enne. "Non vedo l'ora in particolare di ritrovare il mio amico Lucio. Sarà un lavoro duro, ma sono convinto che passeremo al turno successivo".

L'allenatore Louis van Gaal è sembrato altrettanto positivo. "Non penso sia un sorteggio ostico; dobbiamo pareggiare i conti con l'Inter", ha spiegato l'olandese. "Quasi tutti i giocatori che hanno giocato a Madrid a maggio sono ancora con il Bayern".

C'è stato però un cambiamento significativo all'Inter rispetto a quella sera di Madrid, dato che José Mourinho ha lasciato per allenare il Real Madrid CF e Rafael Benítez ha preso il suo posto. Lo spagnolo ha saputo del risultato del sorteggio mentre si preparava per la finale del Mondiale FIFA per Club di sabato che vedrà i nerazzurri opposti ai congolesi del TP Mazembe.

"Penso che sarà interessante, per i tifosi e per i protagonisti in campo che hanno vissuto la finale di Madrid. Il Bayern Monaco è un'ottima squadra, guidata da un grande allenatore", ha detto l'ex tecnico di Valencia CF Liverpool FC. "Ora però la partita più importante è quella di domani, solo dopo diventeranno importanti quelle europee."

Anche il presidente dell'Inter Massimo Moratti, che aveva raggiunto la squadra sul campo durante i festeggiamenti nella capitale spagnola, ha commentato il risultato del sorteggio: "È interessante. Per loro sarà una sorta di senso di rivincita. Bisogna vedere in quali condizioni arriveranno a quell'appuntamento e in quali arriveremo noi, a livello sia psicologico che atletico".

La finale dello scorso anno ha visto le due squadre di fronte per la quinta volta in competizioni UEFA per club. La prima doppia sfida era stata nel terzo turno della Coppa UEFA 1988/89, con l'Inter vittoriosa 2-0 a Monaco ma perdente 3-1 a San Siro - ed eliminata per la regola dei gol in trasferta. I due club si sono ritrovati di fronte anche nella fase a gironi di UEFA Champions League 2006/07. In quella occasione il Bayern ha vinto 2-0 in trasferta e pareggiato 1-1 in casa; non ha però mai battuto l'Inter in casa, vincendo in ogni caso entrambi i precedenti incontri a San Siro con i Nerazzurri.