UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Van Bommel non si fida dei viola

Il capitano del Bayern Monaco avvisa che non sarà facile proseguire la striscia positiva contro la Fiorentina. "Le garanzie sono cose da lavatrici", ha dichiarato.

Van Bommel non si fida dei viola
Van Bommel non si fida dei viola ©Getty Images

Le cose cambiano in fretta. Pochi mesi fa l’FC Bayern München e il suo capitano Mark van Bommel erano oggetto di aspre critiche a causa di risultati e prestazioni; oggi il centrocampista olandese è apparso rilassato davanti ai giornalisti alla vigilia della sfida contro l’ACF Fiorentina.

L’andata degli ottavi di UEFA Champions League arriva con il Bayern reduce da 12 vittorie consecutive. Inoltre, Van Bommel ha realizzato sabato il primo gol stagionale, quello del pareggio, nel 3-1 al BV Borussia Dortmund. Messo in discussione da alcuni osservatori a inizio stagione, il 32enne Van Bommel ha definitivamente riconquistato il proprio pubblico nel fine settimana e adesso si preoccupa di smorzare l’entusiasmo di un ambiente che aspetta di vincere la massima competizione europea per club da nove anni.

"Il calcio è imprevedibile, le garanzie sono cose da lavatrici – ha dichiarato Van Bommel -. Siamo una delle squadre outsider di questo torneo, ma siamo pericolosi. Stiamo vivendo una situazione analoga a quella che ho vissuto a Barcellona quando vincemmo la Champions League nel 2006. Al Bayern Monaco stiamo facendo progressi enormi. Potremmo creare qualcosa di davvero speciale quest’anno".

L’esperienza di Van Bommel in mezzo al campo si sta rivelando un’arma importante per la riscossa del Bayern, ispirato davanti dalla velocità e dalla classe di Arjen Robben e Franck Ribéry. I bavaresi hanno segnato 39 gol incassandone soltanto 11 nelle ultime 12 vittorie consecutive. Van Bommel ha giocato entrambe le gare della fase a gironi della scorsa edizione – 3-0 in casa e 1-1 in Italia -, ma non dà troppa importanza a questo precedente.

"Le partite dello scorso anno non hanno alcuna importanza oggi – ha spiegato Van Bommel -. Giocare in casa l’andata non è un vantaggio. Non sarà facile: la Fiorentina è cresciuta rispetto alla scorsa stagione. Dobbiamo migliorare in difesa, ma non è soltanto un compito dei difensori, bensì di tutta la squadra. Naturalmente l’errore di un singolo è sempre possibile. Al momento il gruppo è solido, ma le cose possono cambiare in fretta".