Questione di muscoli per Sylvinho

Il difensore brasiliano del Barcellona crede che mercoledì sera la sua squadra dovrà dimostrarsi all'altezza della forza fisica del Chelsea se vuole qualificarsi per la finale di UEFA Champions League.

Sylvinho (Barcellona)
Sylvinho (Barcellona) ©Getty Images

Il difensore dell'FC Barcelona Sylvinho crede che la sua squadra dovrà dimostrarsi all'altezza della forza fisica del Chelsea FC se vuole qualificarsi per la finale di UEFA Champions League.

Frustrazione
Frustrata dal pareggio senza gol della scorsa settimana al Camp Nou, la capolista della Liga spagnola spera di cogliere di sorpresa la difesa del Chelsea sempre attenta nella gara di andata – e Sylvinho sa dove e come si vincerà o perderà questa partita. "Il Chelsea è una delle squadre europee migliori ed è molto forte in casa, soprattutto fisicamente", ha detto il 35enne, che si aspetta una partita simile a quella dell'andata anche mercoledì. "Non cambieranno molto il loro atteggiamento anche se davanti ai loro tifosi probabilmente si scopriranno di più. Non penso si sbilanceranno troppo; useranno i loro punti di forza. Posso asicurare che tutti quelli che sono qui sono pronti, e speriamo di ottenere un buon risultato. Personalmente non sono rimasto così deluso dal risultato al Camp Nou. Dobbiamo essere forti mentalmente e speriamo di offrire una bella prestazione".

Difesa da inventare
La squalifica di Carles Puyol e l'infortunio al ginocchio di Rafael Márquez significano che il 35enne verosimilmente giocherà la sua sesta partita stagionale in UEFA Champions League alla sinistra della difesa del Barça, anche se non esclude che l'allenatore Josep Guardiola potrebbe fare altre scelte. "L'allenatore non ha ancora detto nulla sulla formazione – e se l'avesse fatto e lo dicessi, mi ucciderebbe", ha scherzato. "Ovviamente Puyol e Márquez sono due gravi perdite per noi ma chiunque giocherà sarà pronto. Uno o due di noi potrebbero subentrare a al momento siamo tutti concentrati come squadra – e penso che possiamo fare bene qui".

'Motivazione extra'
Se il Chelsea non ricordasse la pericolosità del Barcellona, la vittoria di sabato per 6-2 dei catalani sul Real Madrid CF glielo ha di certo ricordato. Sylvinho ha guardato la gara dalla panchina e crede che quel risultato – e soprattutto il modo in cui è stato raggiunto – darà una marcia in più alla squadra mercoledì. "Quel risultato è stato fondamentale per noi", ha spiegato. "Dato il risultato e il modo in cui lo abbiamo raggiunto, avremo una motivazione extra – non che ci siano bisogno ulteriori motivazioni in una semifinale di Champions League".

'Bella atmosfera'
Il brasiliano ha giocato da titolare solo sette gare i campionato in questa stagione ma ha buoni ricordi dello Stamford Bridge dato che in quello stadio ha raccolto una vittoria e un pareggio durante le sue due stagioni all'Arsenal FC tra il 1999 e il 2001, segnando un gol memorabile nell'ultima partita, il pareggio per 2-2 nel settembre 2000. "I tifosi in Inghilterra sono fantastici, tifano la squadra per 90 minuti e più", ha detto. "Probabilmente sono gli stadi che rendono l'atmosfera così speciale, sono più raccolti e i tifosi sono vicini al campo. L'atmosfera è bella. Ma non è una novità per i nostri giocatori; abbiamo esperienza e capiamo il tipo di atmosfera quindi possiamo aspettarci di fare bene".