UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Schalke incerottato ma ottimista

I tedeschi sono decisi a giocarsi fino in fondo le possibilità di qualificazione con il Chelsea nonostante la sconfitta di due settimane fa e le numerose assenze.

Mirko Slomka, tecnico dell'FC Schalke 04, è convinto di potersela giocare alla pari con il Chelsea FC, nonostante l’ultimo posto nel Gruppo B dopo la sconfitta per 2-0 a Stamford Bridge due settimane fa e una serie di infortuni che rischia di rovinare i piani per la stagione.

Kuranyi out
Già privo di Kevin Kuranyi in attacco, per uno strappo muscolare nella sconfitta per 1-0 sul campo dell’FC Energie Cottbus, Slomka ha perso lunedì anche Gerald Asamoah (ginocchio) e Fabian Ernst (influenza). Tuttavia, Slomka si aspetta una gara aperta. "Abbiamo il 50% di possibiltà. Malgrado gli infortuni e un avversario molto forte, possiamo farcela. A Londra abbiamo avuto avuto alcune occasioni nel primo tempo e a inizio ripresa”.

Alla ricerca di un leader
Gli infortuni stanno incidendo sul momento difficile dello Schalke, e la perdita di Kuranyi è particolarmente pesante. "Non stiamo giocando bene, ma risentiamo anche degli infortuni. Quella di Kuranyi è una grave perdita: È un finalizzatore, un trascinatore ed è forte nel gioco aereo. Ma le assenze non saranno un pretesto dietro cui nascondersi, chi scenderà in campo sarà entusiasta di sfidare il Chelsea. Abbiamo lottato un’intera stagione per assaporare sfide come questa, e con due gare interne in Champions League possiamo ancora ribaltare la situazione".

Risultati incoraggianti
Anche il Chelsea è privo di diversi elementi, ma questo non ha arrestato il suo cammino. Imbattuta nel Gruppo B, la formazione londinese guida il girone a più tre dal Rosenborg BK, con Valencia e Schalke a meno quattro. I Blues procedono spediti anche in campionato, dove hanno vinto le ultime quattro gare di Premier League senza subire reti, risalendo in quarta posizione nonostante le assenze di John Terry, Ashley Cole, Paulo Ferreira e Michael Ballack. "Sono molto soddisfatto dei miglioramenti e dei risultati, ma martedì sarà un’altra cosa. Siamo in una buona posizione di classifica e vogliamo qualificarci il prima possibile", ha dichiarato il tecnico dei Blues Avram Grant, che ha seguito il primo corso da allenatore nel 1977 a Duisburg, a pochi chilometri da Gelsenkirchen.

Miglioramento generale
"Mi piace modellare una squadra, ma gradualmente – ha aggiunto Grant, reduce dal successo per 2-0 sul campo del Wigan Athletic FC grazie alle reti di Frank Lampard e Juliano Belletti -. Siamo migliorati sotto ogni aspetto. Quando si vuole un calcio d’attacco, è più difficile curare la difesa. Tuttavia, stiamo facendo un buon lavoro e il merito è di tutti. Ma siamo soltanto all’inizio”. Il Chelsea si qualifica per gli ottavi se vince in Germania e il Rosenborg batte il Valencia nell’altra gara del girone.

Scelti per te