Giù il cappello per la Roma

I giocatori del Lione si congratulano con i giallorossi per la grande prestazione allo Stade de Gerland.

I giocatori dell'Olympique Lyonnais non riescono a nascondere la loro delusione dopo la sconfitta negli ottavi di UEFA Champions League contro la AS Roma.

Gol pesante
I gol nel primo tempo di Francesco Totti e Mancini allo Stade de Gerland hanno condannato la squadra di Gérard Houllier. "Ci abbiamo messo troppo ad ingranare e la Roma ci ha puniti - ha detto il centrocampista Kim Källström a uefa.com - E' importante non subire gol in casa e la rete di Totti in apertura ci ha demoralizzati".

Grande Doni
"Nel secondo tempo abbiamo cercato di segnare subito per rientrare in partita - ha proseguito il 24enne Källström -, ma il loro portiere era in gran forma. A volte il pallone non ne vuole sapere di entrare. Non importanta quante occasioni crei".

Juninho deluso
Il capitano del Lione Juninho Pernambucano ammette la superiorità giallorossa. "Non abbiamo giocato abbastanza bene per qualificarci - ha detto il 32enne brasiliano -. La  Roma era più pericolosa in attacco e abbiamo concesso due gol facili. Ne abbiamo subiti tre contro il [FC] Sochaux-Montbéliard e due contro la Roma. Sono decisamente troppi".

Congratulazioni
Sia Juninho che Källström elogiano la prestazione della Roma: "Hanno disputato la gara perfetta in trasferta", ha detto Juninho, impressionato dalla squadra di Luciano Spalletti così come Källström: "La Roma è stata efficace in attacco e ha difeso benissimo", ha detto lo svedese. "Non direi che non abbiamo giocato, è stata la Roma a disputare una grande partita. Sapevamo che si trattava di una partita dura. Sono stati migliori di noi e possiamo solo congratularci".