L'Italia secondo Gabriel Lima

Da Robocop a Brontolo passando per il genio del computer, il capitano dell'Italia Gabriel Lima (che non ha piedi grandi!) ci presenta uno a uno gli Azzurri che hanno raggiunto la finale di Anversa.

Gabriel Lima insieme ai compagni di squadra
Gabriel Lima insieme ai compagni di squadra ©Sportsfile

Grande protagonista nella vittoria per 4-3 con il Portogallo con due gol e un assist, capitan Gabriel Lima non si stanca mai di ricordare la vera forza di questa nazionale: il gruppo. Alla vigilia della finale contro la Russia ci presenta tutti i compagni di squadra, da Brontolo a Robocop.

1 Stefano Mammarella (Acquaesapone)
Il cucchia. E’ il massimo esponente del futsal italiano . E’ stato nominato due volte miglior portiere al mondo, per noi è una grande sicurezza. E’ un ragazzo molto tranquillo e umile e secondo me questa è la sua grande forza. Anche se non so perché lo chiamano il cucchia!

2 Marco Ercolessi (Luparense C/5)
Lui è ‘il naso’ e non credo ci sia bisogno di spiegare il perché. E’ un ragazzo che sta attraversando una grande fase. Ha vinto lo scudetto qualche mese fa. Siamo cresciuti insieme dai tempi dell’Under 21 e sta dando davvero tanto in questo Europeo.

3 Gabriel Lima (ASD Asti C/5)
Una volta mi chiamavano piede grande ma non so perché, io non ho i piedi grandi! Sto imparando tanto da questo Europeo. Per me è una esperienza incredibile al di là di come andrà a finire. Ho imparato anche tanto su ogni singolo compagno, e dalle varie difficoltà che si incontrano. Soprattutto sto imparando che il lavoro fatto al di là delle quattro linee è fondamentale per il successo di una squadra.

4 Sergio Romano (Pescara C/5)
Il cognome dice già tutto. E’ un romano DOC, anzi è un italiano DOC. Si vede dalla sua grinta, viene da un infortunio importante e ha dimostrato grande carattere. Ha dimostrato alla squadra che con la voglia di farcela si può arrivare da qualsiasi parte.

5 Luca Leggiero (Pescara C/5)
E’ forse il più gettonato del gruppo. Nel senso che è simpatico e ci sta sempre allo scherzo. ‘Capoccia’ è un grande ragazzo per il gruppo e ci sta dando una mano anche in un ruolo non suo. Quindi è una persona davvero importante per la squadra.

6 Humberto Honorio (Luparense C/5)
Ti può fare male in ogni momento della partita con entrambi i piedi. Anche lui è un ragazzo molto tranquillo, abbastanza chiuso ma dentro il campo sa esprimere tutto il suo talento.

7 Massimo De Luca (Real Rieti C/5)
Per me è un grande amico. Abbiamo fatto delle bellissime partite insieme anche nell’Under 21 contando anche la finale contro la Russia del 2008. Adesso abbiamo l'occasione per prenderci una rivincita. Sono contento per lui perché non aveva giocato ancora nel torneo e invece ieri [nella semifinale contro il Portogallo] ‘il piccolo’ ha dato una svolta alla partita.

8 Vampeta (ASD Asti C/5)
E’ un altro ragazzo che ammiro molto. E’ un campione e nelle partite difficili c’è sempre. E’ molto esperto. Personalmente mi piace molto giocare insieme a lui perché è un ragazzo molto intelligente.  Vampeta è già il suo soprannome perché somiglia al Vampeta che ha giocato nell’Inter.  Lui è un grandissimo racconta-storie! Ne ha sempre una pronta per qualsiasi cosa di cui stiamo parlando.

9 Fortino (ASD Asti C/5)
Robocop! Lui per me è un amico particolare. Anche fuori dal campo siamo spesso insieme. E’ un ragazzocon tanta fede, molto introverso, ma che ha una forza interiore molto grande. Mi piace stare insieme a lui, è un ragazzo d’oro. Adora le caramelle, ne mangerà 20 al giorno….

10 Merlim (Luparense C/5)
Babalu, è un soprannome che si porta dietro dal Brasile ma non so il perché.  Lui ha delle doti tecniche straordinarie ed è in grado di spezzare in due la partita. Forse ha l’uno-contro-uno migliore d’Italia.

11 Saad Assis (FC Barcelona)
Lo chiamiamo Brontolo come uno dei sette nani. Ha la faccia sempre un po’ arrabbiata, ma anche lui in realtà è un ragazzo con cui stiamo tutti bene. Le nostre famiglie si conoscono. Per noi è un simbolo perché è arrivato a livelli a cui tutti noi un giorno vorremmo arrivare.

12 Michele Miarelli (Real Rieti C/5)
E’ il genio dell’informatica. Ci dà una grossa mano anche in fase di motivazione, di video, però ha dimostrato contro l’Azerbaigian che lui è pronto quando c'è bisogno. Negli ultimi anni ha dimostrato una crescita incredibile, e si vede anche in campionato. E’ molto reattivo come portiere.

13 Daniel Giasson (Pescara C/5)
Lui è un ragazzo che ha studiato e si vede da come affronta la vita. Ha provato a fare l’università e credo sia molto simile a me come personalità. Sta dimostrando tutto il suo valore dopo essere partito con qualche critica pesante in Italia. Sta dimostrando a tutti che è molto forte.

14 Murilo (Acquaesapone)
Ha raggiunto all’ultimo il nostro gruppo da quello che abbiamo capito. E’ il capocannoniere del campionato, sta attraversando un grande periodo e sta facendo anche lui un grande Europeo. ‘Bellartinho’ ci dà una grossa mano nei momenti di difficoltà marcando i pivot avversari.

Gabriel Lima ha parlato con Paolo Menicucci

In alto