Il sito ufficiale del calcio europeo

1976: la Cecoslovacchia ride con Panenka

1976: la Cecoslovacchia ride con Panenka
La Cecoslavacchia mostra il trofeo dopo aver battuto la Germania Ovest ©empics

Mentre il 'cucchiaio' di Antonín Panenka si stava lentamente insaccando, i Campionati Europei UEFA si stavano trasformando per sempre. Con quel pezzo di bravura il centrocampista cecoslovacco regalava il titolo europeo del 1976 alla sua nazione portando la competizione su un altro livello.

Il perfetto finale per un torneo fantastico. I padroni di casa della Jugoslavia ospitarono la Cecoslovacchia, l'Olanda di Johan Cruyff e i campioni del mondo in carica della Germania Ovest in una festa del calcio tenutasi per la prima volta nell'Europa dell'est.

Delle quattro la Cecoslovacchia sembrava proprio la meno accreditata per aggiudicarsi il trofeo Henri Delaunay. Allenata da Václav Ježek, ordinata e con tutti i giocatori pronti a sacrificarsi, la squadra iniziò il suo cammino con una sconfitta per 3-0 contro l'Inghilterra a Wembley. Una vittoria per 2-1 contro gli inglesi a Bratislava regalò però alla Cecoslovacchia il primo posto nel Gruppo 1.

Il Galles fece meglio dei cugini inglesi finendo primo nel Gruppo 2 grazie soprattutto a John Toshack e Leighton James. Troppo duro, però, l'ostacolo Jugoslavia nei quarti, mentre la Cecoslovacchia ebbe la meglio sull'Unione Sovietica di Oleh Blokhin. La spettacolare Olanda rifilò un 7-1 complessivo tra andata e ritorno al Belgio, mentre la Germania Ovest superò in scioltezza la Spagna.

Gerd Müller non c'era più a terrorizzare le difese avversarie, ma il suo omonimo Dieter colmò il vuoto segnando una tripletta al debutto a Belgrado e la Germania Ovest rimontò da 0-2 a 2-2 contro la Jugoslavia per poi imporsi 4-2 ai supplementari. Supplementari anche a Zagabria dove Johan Neeskens e Wim van Hanegem furono espulsi e la Cecoslovacchia superò l'Olanda 3-1.

Gli uomini di Helmut Schön erano chiaramente favoriti anche se i cecoslovacchi non perdevano da 20 partite. I tedeschi si trovarono ancora una volta sotto per 2-0 ma rimontarono con Müller e Bernd Hölzenbein all'ultimo minuto. Non ci furono gol nei supplementari e per la prima volta si andò ai rigori. Sette gol consecutivi prima dell'errore di Uli Hoeness e dello storico 'cucchiaio' di Panenka che superò Sepp Maier. "Se avessi potuto brevettarlo, l'avrei fatto", ricordò il centrocampista.

Ultimo aggiornamento: 21/03/16 16.23CET

https://it.uefa.com/uefaeuro/season=1976/overview/index.html#1976+cecoslovacchia+ride+panenka

1976

Jugoslavia

CecoslovacchiaCecoslovacchia

La finale - 20/06/1976

Cecoslovacchia2-2Germania Ovest
  • Cecoslovacchia vince 5-3 ai rigori

Lo sapevi che?

Altre curiosità
1 di 10

Il giocatore

1 di 1

Squadra del Torneo

 

Nello stesso anno

Coppa dei Campioni: FC Bayern München (1-0 contro l'AS Saint-Etienne)

Calciatore Europeo dell’Anno: Franz Beckenbauer (FC Bayern München)

Vincitore dell'Eurovision Song Contest: Vicky Brotherhood of Man (Regno Unito) con la canzone 'Save Your Kisses for Me'

Scarpa d’Oro: Sotiris Kaiafas (Omonia Nicosia FC)

Vincitore del premio Nobel per la Pace: Betty Williams e Mairead Corrigan (fondatori del Movimento per la Pace in Irlanda del Nord, Regno Unito)

Campione olimpico dei 100 metri maschili: Hasely Crawford (Trinidad & Tobago) con 10.06 secondi

Campione del Mondo di Formula Uno: James Hunt (Gran Bretagna) su McLaren

Oscar per il miglior film: Rocky

Fatti salienti
21 gennaio – Vola il primo Concorde da commercio

26 giugno – A Toronto viene costruita la CN Tower, l'edificio più alto aperto al pubblico

25 settembre – Il gruppo irlandese U2 prende vita con il batterista Larry Mullen Jr. che appende un volantino in cui cerca componenti nella sua scuola di Dublino