Svelata l'identità visiva di UEFA EURO 2020 a Londra

Il viaggio verso UEFA EURO 2020 è cominciato con il primo discorso ufficiale del nuovo Presidente UEFA Aleksander Čeferin e la presentazione dell'identità visiva del torneo, che rende omaggio alla forza unificatrice del calcio.

©UEFA.com

Il cammino verso i Campionati Europei UEFA 2020 è partito con una cerimonia ufficiale svoltasi a Londra, durante la quale è stata svelata l'identità visiva del torneo.

L'edizione del 2020 segnerà i 60 anni di EURO e per festeggiare questo traguardo il torneo verrà ospitato da 12 città in tutto il continente, dando così la possibilità ai tifosi di essere al centro dell'azione.

Il fulcro dell'identità visiva è il ponte – un simbolo di unione semplice e universale. Ciascuno dei 12 loghi unici delle città ospitanti avrà come simbolo un ponte cittadino. Sul logo di Londra, svelato oggi, campeggia il celebre Tower Bridge, mentre gli altri loghi verranno svelati uno alla volta in occasione di altrettanti eventi individuali.

La cerimonia svoltasi alla London City Hall è stata caratterizzata dal primo discorso ufficiale del nuovo Presidente UEFA Aleksander Čeferin, che ha descritto l'Inghilterra come "culla mitica del calcio" e ha espresso la sua felicità nel poter portare UEFA EURO 2020 in così tanti paesi e città.

Alla cerimonia hanno assistito il sindaco di Londra Sadiq Khan, il Ct dell'Inghilterra Sam Allardyce, l'ex portiere della nazionale inglese David James e i vertici della Federcalcio inglese: il presidente Greg Clarke e il direttore generale Martin Glenn.

Ulteriori aggiornamenti sull'evento verranno forniti in seguito su UEFA.org.

In alto