UEFA Nations League: tutto ciò che c'è da sapere

Che cos'è? Come funziona? Quali sono gli obiettivi e perché la UEFA ritiene che migliorerà la qualità e la posizione del calcio a livello di squadre nazionali? Scoprilo qui.

©Getty Images

Qual è il background della UEFA Nations League?

La UEFA è una federazione di federazioni e pertanto analizza e discute regolarmente con i propri membri sia le competizioni per club che per squadre nazionali.

Il ringiovanimento del calcio a livello di squadre nazionali e la UEFA Nations League derivano dal desiderio della UEFA, e in particolare del suo presidente, di migliorare la qualità e la reputazione del calcio a livello di squadre nazionali. Vi è inoltre il desiderio da parte delle federazioni di dare maggiore significato al calcio per squadre nazionali. Le federazioni, gli allenatori, i calciatori e i tifosi sono sempre più del parere che le gare amichevoli non offrano un livello di competitività adeguato alle squadre nazionali.

©UEFA.com

Ampie consultazioni e discussioni sono iniziate nel 2011 in occasione del Meeting Strategico 2011 a Cipro e sono proseguite in occasione di una serie di incontri di Top Executive Programme (TEP) negli ultimi tre anni, nella fattispecie: la riunione dei segretari generali UEFA a Stoccolma nel 2013, il Meeting Strategico UEFA a Dubrovnik nel 2014, diverse riunioni della Commissione Competizioni per Squadre Nazionali UEFA e più di recente una serie di incontri regionali TEP in Europa.

Qual è il format di base?

  • Nella UEFA Nations League le 54 federazioni nazionali saranno suddivise in quattro Divisioni; queste Divisioni saranno ulteriormente suddivise in gironi da tre o quattro squadre
  • Le 55 squadre partecipanti vengono divise in quattro Divisioni, A-B-C-D, a seconda della loro forza
  • La Divisione A conterrà le squadre più in alto nel ranking, quella D le squadre più basso nel ranking.
  • La Divisione C conterrà due gironi da tre squadre e due gironi da quattro squadre
  • La Divisione D sarà formata da quattro gironi da quattro squadre
  • Nella prima edizione, le squadre partecipanti saranno classificate secondo il ranking per nazionali UEFA (al 15 novembre 2017, ovvero al termine delle qualificazioni per il Mondiale FIFA 2018)
  • In ciascuna Divisione, le quattro vincitrici dei gironi vengono promosse (o disputeranno la Final Four, vedi sotto), e quattro squadre retrocedono per il torneo successivo del 2020
  • Il ranking complessivo della UEFA Nations League determinerà la composizione delle urne per le successive Qualificazioni Europee
  • Inoltre, la UEFA Nations League offrirà alle squadre un'altra possibilità di qualificarsi per le fasi finali di UEFA EURO, con quattro squadre che si qualificano tramite play-off in programma nel marzo 2020 (vedi sotto).

Quando si disputerà la UEFA Nations League?

La UEFA Nations League si svolgerà nel modo seguente:

  • Le gare della fase a gironi di UEFA Nations League si svolgeranno nell'arco di sei giornate da settembre a novembre 2018. Le Final Four alle quali parteciperanno le vincitrici dei quattro gironi della prima Divisione si disputeranno nel giugno 2019.
  • Per le Final Four, le quattro vincitrici dei gironi della Divisione A della UEFA Nations League si affronteranno in scontri diretti (semifinali e finale) nel giugno 2019 e una si laureerà campione della UEFA Nations League.
  • Gli spareggi si disputeranno nel marzo 2020 (vedi sotto)

Le qualificazioni per UEFA EURO cambieranno?

I cambiamenti semplificheranno le qualificazioni a UEFA EURO. È semplice: dieci raggruppamenti con le prime due classificate in ciascun girone si qualificano direttamente e i quattro posti rimanenti vengono assegnati alle vincitrici dei play-off della UEFA Nations League.

Il sorteggio per le qualificazioni a UEFA EURO 2020 si terrà dopo la fine della UEFA Nations League e permetterà alle quattro partecipanti alla Final Four della UEFA Nations League di venire sorteggiate nei gironi da cinque squadre.

Il principio-chiave delle qualificazione, secondo cui una squadra può affrontare tutte le altre, rimane immutato.

Le Qualificazioni Europee per UEFA EURO 2020 iniziano a marzo 2019. Ci saranno due giornate di gara nei mesi di marzo, giugno, settembre, ottobre e novembre 2019. In totale ci saranno sei gruppi da cinque squadre e quattro gruppi da sei (dieci gruppi in totale) che si affronteranno nel corso di dieci giornate (come ora). La vincitrice e la seconda classificata di ciascuno dei dieci gironi si qualifica automaticamente per le fasi finali di UEFA EURO 2020 (giugno 2020).

©UEFA.com
  • I quattro rimanenti posti a disposizione per UEFA EURO 2020 verranno assegnati alle vincitrici dei quattro spareggi in programma nel marzo 2020:
    • Sedici squadre partecipano ai play-off e vengono raggruppate in gruppi da quattro. Ogni Divisione si contende un posto che vale la qualificazione.
    • Ognuna delle quattro Divisioni della Nations League riceve quattro posti nei play-off che vengono assegnati alle quattro vincitrici dei rispettivi gironi.
    • Se una qualsiasi vincitrice si è già qualificata tramite le Qualificazioni Europee, allora il suo posto negli spareggi verrà preso dalla squadra con il ranking più alto all'interno della Divisione in questione, prendendo in corsiderazione il ranking globale all'interno della Divisione stessa, poi se necessario si passa alla Divisione seguente in ordine decrescente prendendo in considerazione il ranking globale della Divisione relativa.
    • Le quattro squadre di ciascuna Divisione si affronteranno in semifinali secche e una finale in gara unica per determinare le quattro vincitrici.

Quali sono i vantaggi per le federazioni nazionali e le squadre?

Le federazioni nazionali e gli allenatori hanno spiegato nel corso di consultazioni con la UEFA che a loro avvisio le gare amichevoli internazionali non offrono un'adeguata competizione sportiva. La UEFA Nations League offrirà partite più stimolanti e con un maggiore grado di competizione alle squadre, contribuendo a creare un calendario dedicato e una struttura più articolata al calcio per nazionali.

Le migliori squadre possono aspirare anche a partecipare alla Final Four, un altro appuntamento di alto profilo.

Per le nazioni medio-piccole, la UEFA Nations League offrirà un percorso ulteriore per qualificarsi alle fasi finali dei tornei UEFA EURO. Le nazioni del livello inferiore – le ultime 16 del ranking – avranno la garanzia di giocarsi un posto dei 24 per UEFA EURO.

Per le nazionali più in basso nel ranking che faticano contro squadre dal ranking decisamente più alto, ci sarà la possibilità di partecipare a partite più equilibrate. Le squadre non imparano e non migliorano perdendo ripetutamente; ora alcune squadre inizieranno a vincere.

Sebbene la UEFA Nations League sostituirà gran parte delle amichevoli per squadre nazionali, ci sarà ancora spazio nel calendario per le partite amichevoli, in particolare per le migliori squadre che volessero giocare con nazionali fuori dall'Europa essendo inserite in gruppi di tre squadre.

Le federazioni e le squadre beneficeranno di un calendario chiaro. Vi sarà un intervallo temporale chiaro tra la fine di UEFA EURO e la Coppa del Mondo FIFA, e viceversa, nonché stabilità di introiti.

Quali sono i vantaggi per i tifosi?

Sono soprattutto i tifosi a far notare che la gran parte delle gare amichevoli non offrono sufficiente competizione e stimoli. Adesso avranno l'occasione di vedere le proprie squadre giocare in gare più competitive, di partecipare a una nuova competizione e di avere una seconda occasione per qualificarsi ai tornei più importanti.

In tutti gli anni pari vi sarà una squadra campione del Mondo FIFA o di UEFA EURO; negli anni dispari vi sarà un campione della UEFA Nations League. Il sale del calcio è la competizione e ora, come accade a livello di club, ci sarà una squadra campione ogni anno.

Ci saranno maggiori carichi su giocatori e club?

No; la UEFA Nations League e le Qualificazioni Europee aderiranno al già esistente calendario per gare delle nazionali. La UEFA desidera inoltre preservare l'equilibrio esistente tra club e nazionali. La nuova competizione dovrebbe infatti ridurre i carichi su giocatori e club con viaggi ridotti e nazionali che giocano più spesso contro squadre dello stesso livello. Nelle settimane con doppia partita, i giocatori potranno fare ritorno presso il proprio club anche prima di quanto accade ora.

E' solo un'idea per generare nuove entrate?

No, l'aspetto finanziario non è una spinta per questa competizione. Però la competizione avrà lo stesso sistema di diritti media centralizzati recentemente introdotto per le Qualificazioni Europee, quindi le federazioni avranno maggiore stabilità nelle loro entrate. 

Non ci saranno più amichevoli per nazionali?

Di sicuro ci saranno meno amichevoli e senza dubbio meno partite che non contano nulla. Però ci sarà ancora spazio per delle amichevoli nel calendario per le partite delle nazionali - in particolar modo per quelle di preparazione alle fasi finali di tornei. Inoltre la UEFA desidera che le nazionali europee avranno ancora la possibilità di affrontare squadre di altre confederazioni.