Pokerissimo all'Arsenal, il Bayern ipoteca i quarti

Bayern Monaco-Arsenal 5-1
La squadra di Ancelotti rifila cinque gol ai Gunners ed è a un passo dal turno successivo: Thiago Alcântara fa doppietta, di Robben, Lewandowski e Müller le altre reti.

Highlights: Bayern 5-1 Arsenal

Il Bayern Monaco non dà scampo all’Arsenal e conquista un largo e prezioso vantaggio nell’andata degli ottavi di UEFA Champions League. Alla  Fussball Arena München, la squadra di Carlo Ancelotti stende 5-1 i Gunners trascinata dalla doppietta di Thiago Alcântara; di Arjen Robben, Robert Lewandowski e Thomas Müller le altre reti, che vanificano il momentaneo pareggio di Alexis Sánchez.

I bavaresi hanno confermato il loro eccezionale momento di forma, conquistando l’undicesima vittoria nelle ultime dodici partite giocate; c’è stata partita solo per un tempo, ma i padroni di casa hanno straripato nella ripresa imponendosi con lo stesso risultato che li aveva visti prevalere nell’ultimo scontro diretto [il 4 novembre 2015 nella fase a gironi di UEFA Champions League].

Il Bayern si affaccia dalle parti di David Ospina - di nuovo preferito in coppa a Petr Čech - con Arturo Vidal, ma il colombiano blocca la conclusione centrale dell’ex giocatore della Juventus. All’11’, comunque, i bavaresi sbloccano il risultato. Fantastico sinistro di Robben e pallone che si insacca per l’1-0 dei padroni di casa: per l’olandese è il gol numero 2 in UEFA Champions League.

L’ex Chelsea e Real Madrid ci riprova da fuori area ma questa volta Ospina dice di no, l’olandese calcia anche al 21’ ma il suo tiro è deviato e il pallone termina in angolo. Alla mezzora, però, i Gunners trovano il pareggio. Lewandowski colpisce Laurent Koscielny nel tentativo di anticiparlo sul corner di Sánchez, l'arbitro Mažić non ha dubbi e concede il rigore: dal dischetto Manuel Neuer respinge il tiro del Niño Maravilla, che insacca comunque sulla ribattuta.

La squadra di Ancelotti reagisce con un colpo di testa di Lewandowski che termina alto, mentre dalla parte opposta Alex Oxlade-Chamberlain saggia i riflessi di Neuer con un tentativo comunque centrale. Si va all’intervallo con il risultato in equilibrio, malgrado i bavaresi sciupino due buone occasioni con Lewandowski e Mats Hummels e Mesut Özil costringa a una non semplice parata il suo connazionale e amico Neuer.

Nella ripresa Wenger perde per un risentimento muscolare Koscielny e il tecnico alsaziano getta nella mischia il brasiliano Gabriel. Al 53’, il Bayern Monaco torna meritatamente in vantaggio. Sul bel cross di Philipp Lahm, il capitano, Lewandowski sovrasta Shkodran Mustafi e di testa supera Ospina. E’ il gol che scioglie i tedeschi, che tre minuti dopo realizzano il tris.

Lewandowski libera di tacco Thiago Alcântara, il centrocampista ex Barcellona supera Ospina in uscita e firma il 3-1. L’Arsenal è alle corde, l’attaccante polacco ex Borussia Dortmund va prima vicino al poker e poi colpisce la traversa. E’ un monologo dei Bavaresi, con Ospina provvidenziale sul colpo di testa di Javi Martínez.

Al 63’, comunque, la formazione di Ancelotti passa per la quarta volta. Il gol è ancora opera di Thiago Alcântara, con un destro deviato da Granit Xhaka che inganna ancora il portiere colombiano dei Gunners. Wenger ricorre alla seconda sostituzione, inserendo Theo Walcott al posto di Alex Iwobi, ma è ancora Vidal a sfiorare la segnatura.

Xabi Alonso (Bayern) & Granit Xhaka (Arsenal)
©Getty Images
Arjen Robben (Bayern)
©Getty Images
Arjen Robben (Bayern)
©Getty Images
Alexis Sánchez (Arsenal)
©AFP/Getty Images
Alexis Sánchez (Arsenal)
©Getty Images
Robert Lewandowski (Bayern)
©Getty Images
Robert Lewandowski (Bayern)
©AFP/Getty Images
Thiago Alcántara (Bayern)
©AFP/Getty Images
Thiago Alcántara (Bayern)
©AFP/Getty Images
Bayern players celebrate
©Getty Images
Thomas Müller (Bayern)
©AFP/Getty Images
Alexis Sánchez (Arsenal)
©AFP/Getty Images

Entra anche Olivier Giroud, che prende il posto di Francis Coquelin, ma è Ospina a salvare i nordlondinesi con due interventi, su Robben e Douglas Costa. A due minuti dalla fine però Müller, in campo al posto di Lewandoswki, mette a sedere Gabriel e insacca il quinto gol. Il Bayern vince 5-1 e ipoteca la qualificazione, per l’Arsenal si profila l’ennesima eliminazione agli ottavi.