Il sito ufficiale del calcio europeo

Sfida decisiva per Galatasaray e Juventus

Pubblicato: Lunedì, 2 dicembre 2013, 18.58CET
Mentre il Real Madrid CF ha già certificato il primo posto nel Gruppo B, Galatasaray AŞ e Juventus si contendono a Istanbul la seconda posizione, con i padroni di casa costretti a vincere per qualificarsi.
Sfida decisiva per Galatasaray e Juventus
Roberto Mancini (Galatasaray AŞ) ©Getty Images

Statistiche del torneo

GalatasarayJuventus

Gol segnati9
 
9
Possesso (%)52
 
48
Tiri totali79
 
118
in porta41
 
66
fuori37
 
52
Bloccati1
 
0
sui legni2
 
1
Calci d'angolo26
 
48
Fuorigioco18
 
15
Cartellini gialli14
 
9
Cartellini rossi0
1
Falli commessi120
 
73
Falli subiti106
 
76
Passaggi4520
 
3544
riusciti3323
 
2722

Cartella stampa

  • Cartella Stampa (italiano)
 
Pubblicato: Lunedì, 2 dicembre 2013, 18.58CET

Sfida decisiva per Galatasaray e Juventus

Mentre il Real Madrid CF ha già certificato il primo posto nel Gruppo B, Galatasaray AŞ e Juventus si contendono a Istanbul la seconda posizione, con i padroni di casa costretti a vincere per qualificarsi.

Galatasaray AŞ e Juventus si contendono a Istanbul il secondo posto nel Gruppo B; se ai padroni di casa servirà una vittoria per centrare l'obiettivo, alla Juve basterà un pareggio. 

• Alla seconda giornata, in occasione della prima partita di Roberto Mancini al Galatasaray, la sfida tra le squadre a Torino si è conclusa sul 2-2: Didier Drogba ha aperto le marcature per gli ospiti, ma i bianconeri hanno rimontato con Arturo Vidal e Fabio Quagliarella, venendo tuttavia beffati dal subentrato Umut Bulut nei minuti di recupero.

• Vidal ha firmato una tripletta alla quinta giornata, mentre la Juve ha registrato la sua prima vittoria stagionale, 3-1 contro l'FC København. I bianconeri si sono portati a quota sei punti, distaccando di due lunghezze Galatasaray e FCK.

I precedenti
• Le squadre si sono affrontate due volte in passato nella fase a gironi di UEFA Champions League. La sfida più recente è quella del 2003/04, quando Hakan Şükür (47', 90'+4') segnò una doppietta per il Galatasaray in occasione del successo per 2-0 sul terreno di gioco neutrale di Dortmund. 

• Nella precedente sfida, Alessandro Del Piero (5' e 73') regalò il successo 2-1 ai Bianconeri a Torino nonostante il momentaneo pareggio di Hakan Şükür (19').

• Ecco le formazioni che scesero in campo il 2 settembre 2003 a Dortmund:
Galatasaray: Mondragón, César Prates (Hasan Şaş 45'), Orhan Ak, F De Boer (Bülent Korkmaz 84'), Sabri Sarıoğlu, Tamaş, Petre, Ergün Penbe, Hakan Ünsal, Hakan Şükür (Cihan Haspolatlı 90'), Göktan Berkant.
Juventus: Chimenti, Pessotto, Tudor, Ferrara, Iuliano (Appiah 75'), Davids, Maresca, Conte (Camoranesi 86'), Miccoli, Zalayeta, Di Vaio.

• Le due squadre si erano affrontate anche nella fase a gironi 1998/99, dando vita a due pareggi: 2-2 in Italia e 1-1 in Turchia.

• La Juventus ha affrontato una sola altra squadra turca in passato, imponendosi 1-0 a Istanbul contro il Fenerbahçe SK nella fase a gironi 1996/97 e ripetendosi 2-0 in casa. Allora campioni d'Europa in carica, i Bianconeri sarebbero approdati nuovamente in finale solo per venire sconfitti 3-1 dal Borussia Dortmund a Monaco di Baviera.

• Comprese le sfide a Dortmund e Istanbul, il Galatasaray è imbattuto da nove gare casalinghe contro squadre italiane (sei vittorie e tre pareggi). L'unica sconfitta risale al primo confronto in assoluto, in occasione dei quarti di finale di Coppa dei Campioni 1962/63 contro l'AC Milan, contro cui i turchi hanno perso 3-1 in casa e 5-0 in trasferta.

Storia della partita
• Il Galatasaray partecipa alla seconda edizione consecutiva di UEFA Champions League, dopo aver mancato l'appuntamento dal 2006/07 prima della scorsa stagione.

• Nelle sfide casalinghe della fase a gironi della passata stagione, il club turco ha perso contro l'SC Braga, pareggiato con il CFR 1907 Cluj e battuto il Manchester United FC. Dopo aver eliminato l'FC Schalke 04 agli ottavi, pareggiando in casa prima di vincere in trasferta, il Galatasaray ha perso 3-0  contro il Real Madrid ai quarti, venendo sconfitto 3-2 in casa.

• Tornata a disputare la massima competizione continentale per club la scorsa stagione, dopo tre anni di assenza, la Juventus ha raggiunto i quarti di finale prima di venire eliminata con un doppio 2-0 dall'FC Bayern München, chiudendo una striscia di imbattibilità di 18 gare europee. I bianconeri avevano pareggiato le prime due partite in trasferta e vinto le due successivo, allungando la striscia di imbattibilità europea esterna a nove partite prima del ko in Germania.

Incroci
• Roberto Mancini, tifoso della Juventus da bambino, ha giocato per Bologna FC, UC Sampdoria e S.S. Lazio in Italia e ha guidato ACF Fiorentina – dove aveva preso il posto di Terim nel 2001 – Lazio (2002-2004) e FC Internazionale Milano (2004-2008) prima di diventare tecnico del Manchester City FC nel 2009 fino al 2013.

• Mancini ha ottenuto due pareggi per 1-1 contro la Juventus con il City nella fase a gironi di UEFA Europa League 2010/11. Da allenatore, contro la Juve ha ottenuto cinque vittorie, otto pareggi e cinque sconfitte; a Torino ha vinto tre volte, pareggiando in due occasioni e perdendo due volte. Ha portato la Lazio a battere i Bianconeri nella finale di Coppa Italia 2004, vincendo 2-0 a Roma prima di ottenere un pareggio per 2-2 in trasferta, e ha eliminato la Juve nella stessa competizione nei quarti di finale 2007/08 - vittoria in trasferta per 3-2 dopo il pareggio casalingo per 2-2.

• Trentasei presenze con l'Italia, Mancini ha vinto il titolo di Serie A e la Coppa delle Coppe UEFA sia con Sampdoria che Lazio da giocatore prima di svolgere l'incarico di assistente di Sven-Göran Eriksson nel club biancoceleste.

• Mancini ha assunto il primo incarico di allenatore alla Fiorentina, club con cui ha vinto la Coppa Italia, ripetendosi alla Lazio prima di conquistare tre titoli consecutivi con l'Inter, l'ultimo nel 2007/08. 

• Per l'ultima partita di Mancini con l'Italia, l'amichevole persa 2-1 contro la Germania il 23 marzo 1994, Conte era stato convocato ma non è sceso in campo.

• Conte ha segnato un gol in rovesciata nel successo per 2-1 dell'Italia contro la Turchia ad Arnhem nella fase a gironi di UEFA EURO 2000 l'11 giugno del 2000. 

• Felipe Melo ha vestito la maglia della Juventus dal 2009 al 2011, segnando quattro gol in 58 gare di Serie A. La stagione precedente aveva collezionato 29 apparizioni con la Fiorentina, condite a due gol.

• Didier Drogba è andato a segno per il Chelsea FC in entrambi i confronti del vittorioso ottavo di finale 2008/09 contro la Juventus. I Blues si imposero con un 3-2 complessivo vincendo 1-0 in casa prima di pareggiare 2-2 in trasferta.

• Wesley Sneijder ha giocato con l'Intern dal 2009 al 2012, collezionando 76 presenze e 13 reti in campionato. L'olandese è stato uno dei protagonisti dello storico triplete UEFA Champions League-Scudetto-Coppa Italia del 2010.

• Nel 2008, Sneijder è andato a segno contro Gianluigi Buffon nel successo 3-0 ottenuto dall'Olanda sull'Italia nella sfida della fase a gironi di UEFA EURO 2008 disputatasi il 9 giugno a Berna. Tra gli Azzurri figuravano anche Andrea Barzagli e Pirlo.

• Fernando Muslera ha vestito la maglia della Lazio fra il 2007 e il 2011, collezionando 96 presenze in Serie A.

• Muslera e Martín Cáceres sono compagni di squadra nella nazionale uruguaiana.

• Stephan Lichsteiner è stato compagno di club di Muslera alla Lazio dal 2008 al 2011 e ha giocato insieme ad Aurélien Chedjou al LOSC Lille nel 2007/08.

• Albert Riera e Fernando Llorente sono stati compagni nella nazionale spagnola.

• Drogba ha segnato il primo gol nel pareggio 1-1 in amichevole tra Costa d'Avorio e Italia del 16 novembre 2005 a Ginevra. Per gli Azzurri erano in campo tra gli altri Barzagli e Pirlo.

Ultimo aggiornamento: 06/12/13 16.03CET

http://it.uefa.com/uefachampionsleague/season=2014/matches/round=2000479/match=2011849/prematch/background/index.html#sfida+decisiva+galatasaray+juventus

  • © 1998-2014 UEFA. Tutti i diritti riservati.
  • Le parole CHAMPIONS LEAGUE e UEFA CHAMPIONS LEAGUE, il logo e il trofeo della UEFA Champions League e i loghi della Finale di UEFA Champions League sono marchi registrati e/o copyright della UEFA. Tali marchi non possono essere utilizzati in nessun modo per scopi commerciali. L'utilizzo di UEFA.com sta a significare l'accettazione dei Termini e Condizioni e delle Norme sulla Privacy.