Il sito ufficiale del calcio europeo

L'Arsenal perde il primato ad Atene

Pubblicato: Martedì, 4 dicembre 2012, 22.45CET
Olympiacos FC - Arsenal FC 2-1
L'Olympiacos vince in rimonta grazie alle reti di Giannis Maniatis e Kostas Mitroglou e nega il primo posto ai Gunners nel Gruppo B.
di Graham Wood
da Georgios Karaiskakis Stadium
L'Arsenal perde il primato ad Atene
Giannis Maniatis (Olympiacos FC) & Tomáš Rosický (Arsenal FC) ©AFP/Getty Images

Statistiche partite

OlympiacosArsenal

Gol segnati2
 
1
in porta10
 
5
fuori5
 
2
Calci d'angolo6
 
2
Fuorigioco2
 
2
Falli commessi15
 
19
Cartellini gialli1
 
4
Cartellini rossi0
 
0
Possesso (%)55
 
45

Classifiche

Ultimo aggiornamento: 19/06/2013 21:42 CET

Legenda:

G: Giocate   
P.ti: Punti   
 
Pubblicato: Martedì, 4 dicembre 2012, 22.45CET

L'Arsenal perde il primato ad Atene

Olympiacos FC - Arsenal FC 2-1
L'Olympiacos vince in rimonta grazie alle reti di Giannis Maniatis e Kostas Mitroglou e nega il primo posto ai Gunners nel Gruppo B.

L'Olympiacos FC supera 2-1 l'Arsenal FC 2-1 ad Atene e nega ai Gunners il primo posto nel Gruppo B di UEFA Champions League.

Tomáš Rosický, titolare per la prima volta da UEFA EURO 2012, apre le marcature contro l'andamento della partita. Nella ripresa, i campioni di Grecia ribaltano il risultato grazie alle reti di Giannis Maniatis e del neo entrato Kostas Mitroglou, costringendo l'Arsenal ad accontentarsi del secondo posto. I Gunners avrebbero infatti vinto il girone con una vittoria alla luce dell'1-1 dell'FC Schalke 04 contro il Montpellier Hérault SC. La squadra di Leonardo Jardim giocherà i sedicesimi di UEFA Europa League.

Approfittando di molti titolari al riposo, Jernade Meade esordisce dall'inizio come terzino sinistro nella 150esima gara di Arsène Wenger in UEFA Champions League. Esordio stagionale nel torneo anche per Rosický e Marouane Chamakh.

Dopo un buon inizio dell'Arsenal, con Gervinho pericoloso con un tiro e un assist per Chamakh non sfruttato, sono gli ospiti a dettare i ritmi di gioco. Dopo un colpo di testa di Vassilis Torossidis salvato sulla linea da Carl Jenkinson, Djamel Abdoun diventa il catalizzatore del gioco dell'Olympiacos, pungendo le mani a Wojciech Szczęsny con una conclusione violenta.

Rafik Djebbour impegna di testa il portiere dell'Arsenal sugli sviluppi del corner susseguente. Più tardi, Abdoun serve Torossidis, che non inquadra la porta. L'Arsenal resiste agli attacchi e passa in vantaggio al 38': Gervinho va via sulla destra e serve Rosický che insacca di sinistro con freddezza. L'ultimo gol del trequartista risaliva al 6 marzo: 3-0 casalingo contro l'AC Milan.

Andrey Arshavin sostituisce Rosický nell'intervallo e sfiora il gol di testa su cross di Chamakh. Roy Carroll nega il raddoppio ai Gunners respingendo un'altra conclusione di Arshavin, mentre dall'altra parte Szczęsny si salva sul colpo di testa di Paulo Machado.

Il portiere dell'Arsenal non può nulla sulla conclusione ravvicinata di Maniatis al 64' su sponda di Kostas Manolas. Mitroglou prende il posto di Abdoun al 72' e firma il gol-partita un minuto dopo il suo ingresso in campo con una bella conclusione a giro dal limite dell'area.

Ultimo aggiornamento: 06/12/12 1.20CET

http://it.uefa.com/uefachampionsleague/season=2013/matches/round=2000347/match=2009579/postmatch/report/index.html#larsenal+perde+primato+atene

  • © 1998-2014 UEFA. Tutti i diritti riservati.
  • Le parole CHAMPIONS LEAGUE e UEFA CHAMPIONS LEAGUE, il logo e il trofeo della UEFA Champions League e i loghi della Finale di UEFA Champions League sono marchi registrati e/o copyright della UEFA. Tali marchi non possono essere utilizzati in nessun modo per scopi commerciali. L'utilizzo di UEFA.com sta a significare l'accettazione dei Termini e Condizioni e delle Norme sulla Privacy.