Il sito ufficiale del calcio europeo

La Juve carica a testa bassa

Pubblicato: Lunedì, 19 novembre 2012, 21.45CET
La Juventus sa che una sconfitta interna contro il Chelsea potrebbe mettere fine all’avventura in UEFA Champions League. Per questo, il tecnico Angelo Alessio vuole "una bolgia", mentre Roberto Di Matteo si aspetta "una buona gara" dai Blues.
di Ben Gladwell
da Torino

Questo contenuto è trasmesso in streaming in modo tale da risultare protetto e disponibile solo con il formato Flash. Il tuo dispositivo non sembra essere compatibile con il nostro video player Flash.

Statistiche del torneo

JuventusChelsea

Gol segnati17
 
16
in porta79
 
57
fuori72
 
32
Calci d'angolo63
 
42
Fuorigioco41
 
14
Falli commessi144
 
66
Cartellini gialli20
 
6
Cartellini rossi0
 
0
 
Pubblicato: Lunedì, 19 novembre 2012, 21.45CET

La Juve carica a testa bassa

La Juventus sa che una sconfitta interna contro il Chelsea potrebbe mettere fine all’avventura in UEFA Champions League. Per questo, il tecnico Angelo Alessio vuole "una bolgia", mentre Roberto Di Matteo si aspetta "una buona gara" dai Blues.

La Juventus sa che una sconfitta interna contro il Chelsea potrebbe mettere fine all’avventura bianconera in UEFA Champions League. Per questo, il tecnico Angelo Alessio vuole "una bolgia". Il Chelsea, dal canto suo, può centrare la qualificazione matematica con una vittoria, ma gli ottavi sarebbero a un passo anche con un pareggio. "Abbiamo il dovere di fare una buona gara", afferma Roberto Di Matteo.

Juventus
Angelo Alessio
In questa partita o la va o la spacca, ma vogliamo andare avanti. Scenderemo in campo con determinazione e con la solita voglia di vincere. Naturalmente dovremo sfruttare al meglio le nostre occasioni. Sappiamo che loro hanno un buon portiere, ma dobbiamo attaccare il più possibile. Loro sono i campioni d’Europa e si sono rinforzati con tre o quattro buoni giocatori. Allo stesso tempo, anche noi sappiamo quanto valiamo e giocheremo alla pari.

Le partite come queste ti danno più motivazioni. Se giochiamo bene resteremo in Champions, altrimenti andremo in Europa League, ma sappiamo di aver già fatto bene e abbiamo fiducia nei tifosi. Antonio [Conte] mi ha detto che vuole vedere che lo stadi dventi una bolgia. Roberto Di Matteo è stato straordinario la scorsa stagione e vorrà riconfermarsi anche quest’anno. Siamo contenti che un tecnico italiano faccia bene in Inghilterra. Il Chelsea non si accontenterà di difendere, perché ha grandi attaccanti, e non credo che giocherà diversamente dal solito.

Risultati del finesettimana
Sabato: Juventus - S.S. Lazio 0-0
Buffon; Cáceres, Bonucci, Chiellini; Isla (Pepe 70’), Vidal, Pogba (Bendtner 84’), Marchisio, Asamoah; Giovinco, Quagliarella (Matri 67’).

• La Juventus ha mancato la vittoria casalinga in Serie A per la seconda gara consecutiva. Prima della sconfitta per 3-1 contro l’FC Internazionale Milano (3 novembre) aveva collezionato cinque vittorie interne su cinque.

Spogliatoi
A proposito di Mirko Vučinić, che ha saltato la Lazio per influenza, Alessio ha spiegato: "È ancora un po’ debole. Speriamo che oggi riesca ad allenarsi, poi vedremo". Simone Pepe è rientrato contro i Biancocelesti dopo un infortunio alla coscia che lo teneva lontano dal campo da quest’estate.

Chelsea
Roberto Di Matteo, allenatore
In questo momento pensiamo positivo sapendo che dovremo disputare una grande gara in casa contro la Juve. Non c'è dubbio che sarà una partita difficile, loro avranno pressione addosso per vincere questa gara. Sarà certamente una sfida interessante, molto aperta. Entrambe le squadre possono vincere. La Juve gioca in casa e forse potrebbe essere per loro un leggero vantaggio, ma talvolta può anche rappresentare un ostacolo in più. Penso che dovremo provare a creare problemi alla Juve. Ho visto diverse loro recenti gare, tra cui l'ultima contro la Lazio, quando ha schiacciato l'avversario nella propria metà campo. Dobbiamo metterli in difficoltà. Si, ci difenderemo ma non solo. 

Abbiamo il dovere di fare una buona gara, poi qualsiasi cosa può succedere. I giocatori lo hanno già dimostrato e possono contare su questo. E' molto importante comunicare l'uno con l'altro e che i giocatori si possano esprimere nel migliore dei modi, io l'ho sempre incoraggiato.

Risultati del finesettimana
Sabato: West Bromwich Albion FC - Chelsea 2-1 (Long 10’, Odemwingie 50’; Hazard 39’)
Čech; Azpilicueta, Cahill, David Luiz, Bertrand; Mikel (Ramires 81’), Romeu (Oscar 63’); Hazard, Sturridge, Moses; Torres (Mata 63’).

• I Blues hanno subito gol per la nona gara consecutiva, ovvero dalla seconda giornata di campionato in poi.

Spogliatoi
John Terry è in disponibile per tre settimane per uno stiramento ai legamenti del ginocchio destro. Frank Lampard (assente dal 23 ottobre, polpaccio) e Ashley Cole (3 novembre, bicipite femorale) potrebbero rientrare a Torino.  

Statistiche
• Il Chelsea ha vinto solo una volta su otto in Italia, 4-0 contro l’S.S. Lazio nella fase a gironi 2003/04 (ultimo gol di Frank Lampard). Le altre sette partite si sono concluse con quattro sconfitte e tre pareggi.

Ultimo aggiornamento: 27/11/12 3.52CET

http://it.uefa.com/uefachampionsleague/season=2013/matches/round=2000347/match=2009561/prematch/preview/index.html#la+juve+carica+testa+bassa

  • © 1998-2014 UEFA. Tutti i diritti riservati.
  • Le parole CHAMPIONS LEAGUE e UEFA CHAMPIONS LEAGUE, il logo e il trofeo della UEFA Champions League e i loghi della Finale di UEFA Champions League sono marchi registrati e/o copyright della UEFA. Tali marchi non possono essere utilizzati in nessun modo per scopi commerciali. L'utilizzo di UEFA.com sta a significare l'accettazione dei Termini e Condizioni e delle Norme sulla Privacy.