Il sito ufficiale del calcio europeo

Qualificazione in rimonta per lo Shakhtar

Pubblicato: Martedì, 20 novembre 2012, 23.00CET
FC Nordsjælland - FC Shakhtar Donetsk 2-5
La squadra di Mircea Lucescu passa due volte in svantaggio ma rimonta con una tripletta di Luiz Adriano e una doppietta di Willian, qualificandosi agli ottavi per la seconda volta in tre stagioni.
di Trevor Haylett
da Copenhagen
Qualificazione in rimonta per lo Shakhtar
Willian dopo il secondo gol ©AFP/Getty Images

Statistiche partite

NordsjællandShakhtar Donetsk

Gol segnati2
 
5
in porta2
 
10
fuori4
 
6
Calci d'angolo6
 
4
Fuorigioco0
4
Falli commessi15
 
11
Cartellini gialli3
 
2
Cartellini rossi0
 
0
Possesso (%)47
 
53

Classifiche

Ultimo aggiornamento: 19/06/2013 21:40 CET

Legenda:

G: Giocate   
P.ti: Punti   
 
Pubblicato: Martedì, 20 novembre 2012, 23.00CET

Qualificazione in rimonta per lo Shakhtar

FC Nordsjælland - FC Shakhtar Donetsk 2-5
La squadra di Mircea Lucescu passa due volte in svantaggio ma rimonta con una tripletta di Luiz Adriano e una doppietta di Willian, qualificandosi agli ottavi per la seconda volta in tre stagioni.

L'FC Shakhtar Donetsk rimedia a una serata difficile vincendo in rimonta a Copenhagen e, grazie ai tre punti della Juventus contro il Chelsea FC, conquista l'accesso agli ottavi per la seconda volta in tre stagioni.

Gli ospiti passano due volte in svantaggio contro l'FC Nordsjælland ma risolvono l'incontro con tre reti nel secondo tempo. La formazione danese, che finirà in coda al Gruppo E, apre le marcature con Morten Nordstrand e dopo l'1-1 degli ospiti si riporta in vantaggio con Kasper Lorentzen, ma lo Shakhtar ha più peso in attacco e si impone con altri due gol di Luiz Adriano e una doppietta di Willian.

Lo Shakhtar cerca come sempre la via del gol e, con una serie di lunghi passaggi dalla difesa, prova a capire se le ferite del Nordsjælland brucino ancora dopo la pesante sconfitta a Torino. Ma i padroni di casa tengono testa e non esitano a prendere l'iniziativa.

Lorentzen taglia in due la difesa dello Shakhtar e serve Nordstrand, che però  controlla male. Dopo un veloce ribaltamento di fronte, Henrikh Mkhitaryan conclude a lato a porta spalancata.

Il Nordsjælland prova ad approfittare del suo buon momento; quando Joshua John ha il tempo per calibrare l'assist, trova Nordstrand, che si inserisce sul secondo palo e insacca al volo. Nonostante il vantaggio a sorpresa, la squadra danese viene raggiunta in modo beffardo nel giro di 2'.

Luiz Adriano sfida ogni sorta di fairplay andando a segnare su un pallone che i propri compagni stavano restituendo al Nordsjælland: un gol che farà discutere e che l'arbitro, da regolamento, non può che convalidare.

Ma il Nordsjælland non si scompone più di tanto e si riporta in vantaggio con Lorentzen, che gira in rete dalla corta distanza dopo un'azione persistente di Patrick Mtiliga. Nonostante l'entusiasmo del pubblico di casa, l'idea di chiudere il primo tempo in vantaggio è illusoria, perché Willian ripristina la parità con un tiro deviato dopo un'azione di Fernandinho sulla destra.

Nella ripresa, Willian porta in vantaggio gli ospiti con un pregevole tiro a rientrare dal limite dell'area. Il 4-2 non tarda ad arrivare ed è opera di Luiz Adriano, che si fa trovare al posto giusto su un assist di Alex Teixeira. A 9' dal termine, il brasiliano fa tris raccogliendo un assist di testa di Douglas Costa e insaccando in girata a due metri da Jesper Hansen.

Ultimo aggiornamento: 22/11/12 0.19CET

http://it.uefa.com/uefachampionsleague/season=2013/matches/round=2000347/match=2009560/postmatch/report/index.html#qualificazione+rimonta+shakhtar

  • © 1998-2014 UEFA. Tutti i diritti riservati.
  • Le parole CHAMPIONS LEAGUE e UEFA CHAMPIONS LEAGUE, il logo e il trofeo della UEFA Champions League e i loghi della Finale di UEFA Champions League sono marchi registrati e/o copyright della UEFA. Tali marchi non possono essere utilizzati in nessun modo per scopi commerciali. L'utilizzo di UEFA.com sta a significare l'accettazione dei Termini e Condizioni e delle Norme sulla Privacy.