Il sito ufficiale del calcio europeo

Il City sente la pressione

Pubblicato: Martedì, 20 novembre 2012, 20.08CET
Roberto Mancini chiede al Manchester City una prova di orgoglio nonostante le esigue chance di qualificazione, mentre il tecnico José Mourinho sottolinea come il cammino dei Citizens sia già giunto ad una conclusione.
di Nick Aitken
da Manchester
Il City sente la pressione
Roberto Mancini durante l'allenamento di rifinitura del Manchester City ©AFP/Getty Images

Statistiche del torneo

Man. CityReal Madrid

Gol segnati7
 
26
in porta41
 
135
fuori23
 
83
Calci d'angolo33
 
71
Fuorigioco34
 
39
Falli commessi74
 
150
Cartellini gialli15
 
25
Cartellini rossi0
2

Cartella stampa

  • Cartella Stampa (italiano)
 
Pubblicato: Martedì, 20 novembre 2012, 20.08CET

Il City sente la pressione

Roberto Mancini chiede al Manchester City una prova di orgoglio nonostante le esigue chance di qualificazione, mentre il tecnico José Mourinho sottolinea come il cammino dei Citizens sia già giunto ad una conclusione.

Il tecnico del Manchester City, Roberto Mancini, non nasconde la pressione in vista della sfida del Gruppo D contro "una delle migliori squadre del mondo", il Real Madrid FC. Se il tecnico italiano chiede ai suoi orgoglio, nonostante le basse probabilità di qualificazione, José Mourinho è pronto a festeggiare la sua 100esima gara in Europa.

City
Roberto Mancini
Partire sfavoriti può alleggerire la pressione, ma quando sei costretto a vincere una partita importante di Champions League come questa, la pressione c'è sempre. Non abbiamo molte probabilità di qualificarci, ma vogliamo far vedere una buona prestazione. È stato un girone difficile fin dall'inizio e adesso lo è ancora di più per gli errori che abbiamo commesso nelle prime due partite.

Quando affronti una squadra come il Real Madrid vuoi giocare bene e vincere, ed è quello che cercheremo di fare. Penso che Cristiano Ronaldo sia sempre decisivo: segna uno o due gol a partita ed è un incredibile, quindi gli staremo addosso, ma ovviamente ci sono altri buoni giocatori.

Secondo me il Real Madrid è la squadra più forte del mondo insieme al Barça e dovremo preoccuparci di tutti i giocatori, perché Ronaldo, [Karim] Benzema, [Ángel] Di María, [Mesut] Özil, [Xabi] Alonso possono sempre colpire. Il Real segna tre o quattro gol a partita, ma il calcio è bello perché a volte batti anche queste squadre.

Congratulazioni a José perché ha già 100 panchine in Champions League, e alla sua età è un grande traguardo, ma questa non è una sfida tra Mourinho e Mancini: è tra i giocatori, che sono più importanti di noi.

Risultati del finesettimana
Sabato: City - Aston Villa FC 5-0 (Silva 43', Agüero 54'rig. 67', Tévez 65'rig. 74')
Hart; Maicon, Kompany, Nastasić, Clichy (Kolarov 73'); Y. Touré, Barry; Silva (Sinclair 76'), Nasri; Tévez, Agüero (Džeko 68').

• Il City ha centrato la vittoria più ampia della stagione fra tutte le competizioni dopo il 6-1 sul Norwich City FC del 14 aprile.

Spogliatoi
Mancini dovrà fare a meno di Gaël Clichy, indisponibile per un infortunio alla caviglia rimediato sabato, ma ritroverà Mario Balotelli, che è tornato ad allenarsi. James Milner e Jack Rodwell hanno recuperato da un problema al bicipite femorale, mentre Micah Richards (ginocchio) è assente da tempo.

Real Madrid
José Mourinho
Ho sempre detto di quanto abbia amato allenare qui e di quanto desidero tornarci. So che quando si gioca in Inghilterra non è mai facile, si affrontano avversari forti in un'atmosfera difficile, perchè i tifosi sostengono con grande calore la squadra. Apprezzo questo e penso che i miei giocatori siano anche loro felici di giocare in Inghilterra. 

Ritengo sia normale che una grande squadra non vinca la competizione perchè ci sono altre squadri della stessa qualità, con gli stessi sogni e responsabilità. Non penso, tuttavia, che sia normale uscire dal torneo prematuramente. Se il Real Madrid ha perso una finale, una semifinale o anche i quarti di finale, quello è il calcio. Se vieni eliminato nella fase a gironi allora è più difficile accettarlo e farsene una ragione. In questa stagione, sono usciti [in questa fase] e anche quest'anno penso accadrà lo stesso.

Se il City avesse vinto [a Madrid alla giornata uno] sarebbe stata tutta un'altra storia. Ma noi abbiamo avuto una reazione fantastica e abbiamo vinto la partita conquistando i tre punti. Sono fondamentali per noi ai fini della qualificazione.

Risultati del finesettimana
Sabato: Real Madrid - Athletic Club 5-1 (Aurtenetxe aut. 12', Ramos 30', Benzema 32', Özil 56', Khedira 72'; Ibai Gómez 42')

Casillas; Arbeloa, Pepe, Ramos, Coentrão; Alonso, Modrić, Callejón (Dí María 70'), Özil (Khedira 62'), Ronaldo; Benzema (Morata 74').

• Il Real Madrid ha confermato l'imbattibilità casalinga di questa stagione e ha conquistato la quinta vittoria consecutiva in campionato.

Spogliatoi
Michael Essien ha subito una contusione e resta a Madrid insieme a Marcelo (frattura al piede), l'attaccante Gonzalo Higuaín (bicipite femorale) e Álvaro Morata (sconosciuto). L'attaccante di riserva Denis Cheryshev, che ha fatto il suo esordio settimana scorsa con la Russia ma che attende ancora il debutto con il club, è stato inserito tra i convocati. 

Statistiche
• Grazie ai pareggi in rimonta contro Borussia Dortmund e AFC Ajax, il City non perde in casa da 19 partite europee, ovvero dallo 0-1 contro l'FC Midtjylland al secondo turno di qualificazione di Coppa UEFA 2008/09.

Ultimo aggiornamento: 21/11/12 7.29CET

http://it.uefa.com/uefachampionsleague/season=2013/matches/round=2000347/match=2009559/prematch/preview/index.html#il+city+sente+pressione

  • © 1998-2014 UEFA. Tutti i diritti riservati.
  • Le parole CHAMPIONS LEAGUE e UEFA CHAMPIONS LEAGUE, il logo e il trofeo della UEFA Champions League e i loghi della Finale di UEFA Champions League sono marchi registrati e/o copyright della UEFA. Tali marchi non possono essere utilizzati in nessun modo per scopi commerciali. L'utilizzo di UEFA.com sta a significare l'accettazione dei Termini e Condizioni e delle Norme sulla Privacy.