Neuer, Kahn o Maier: chi è il miglior numero 1 del Bayern?

Manuel Neuer ha firmato un nuovo contratto col Bayern Monaco, ma possiamo dire che ad oggi sia superiore a Sepp Maier e Oliver Kahn? UEFA.com ha indagato per noi.

Manuel Neuer ha prolungato il contratto col Bayern sino al 30 giugno 2021
Manuel Neuer ha prolungato il contratto col Bayern sino al 30 giugno 2021 ©Getty Images

Manuel Neuer ha prolungato il contratto col Bayern München sino al 30 giugno 2021 e ha detto: "Siamo in corsa in tutte le competizioni e abbiamo  la possibilità di vincere molte coppe in questa stagione. Sono felice che nel mio futuro ci sarà ancora l'FC Bayern".

Il 30enne si è costruito una reputazione a livello mondiale con i bavaresi vincendo praticamente tutto, ma adesso ci si interroga se sia lui il più grande di sempre del Bayern oppure uno tra Sepp Maier e Oliver Kahn. UEFA.com esamina i candidati.

Sepp Maier nel 1974
Sepp Maier nel 1974©Getty Images

Sepp Maier (1962–80)
Coppe dei Campioni: 3 (1973/74, 1974/75, 1975/76)
Coppa delle Coppe: 1 (1966/67)
Bundesliga: 4
Coppe di Germania: 4
Titoli con la nazionale: Campionati Europei UEFA 1972, Coppa del Mondo FIFA 1974

La prova: a differenza di Oliver Kahn e Neuer, Die Katze von Anzing (il gatto di Anzing) ha trascorso l'intera carriera da giocatore al Bayern. Difficilmente il Bayern sarebbe diventato un grande club negli anni '70 senza un portiere come lui. Maier ha dimostrato enorme continuità giocando 442 partite consecutive in Bundesliga, record che probabilmente nessuno sarà più in grado di battere.

La testimonianza dell'esperto: "Senza Sepp non avremmo mai vinto la Coppa del Mondo. Maier ha giocato incredibilmente bene in finale – ha parato almeno una mezza dozzina di tiri imparabili".
Franz Beckenbauer, compagno al Bayern e nella Germania Ovest

Lui dice: "I portieri sono introversi, anche se non sembra sempre così dal campo. I giocatori di movimento costruiscono le azioni, mentre il portiere è recluso in area di rigore e può solo reagire".

Oliver Kahn nel 2001
Oliver Kahn nel 2001©Bongarts

Oliver Kahn (1994–2008)
Coppa dei Campioni: 1 (2000/01)
Coppa UEFA: 1 (1995/96)
Bundesliga: 8
Coppa di Germania: 6
Titoli con la nazionale: EURO '96

La prova: aveva 25 anni quando è passato al Bayern dal Karlsruhe, squadra della sua città. Nei 14 anni al Bayern, Kahn viene soprannominato Der Titan (il titano) e Vol-Kahn-o (un gioco di parole per dire 'vulcano'). Kahn era tanto importante in campo quanto nello spogliatoio; Mehmet Scholl una volta ha detto che le uniche cose che temeva erano "la guerra e Oliver Kahn". Kahn aveva riflessi incredibili e non aveva mai paura di tuffarsi di testa nelle azioni più pericolose".

La testimonianza dell'esperto: "Non ho mai conosciuto nessuno più professionale di Oliver Kahn. La sua intera vita era basata sul raggiungimento della perfezione. Lui ha sempre voluto diventare il portiere perfetto".
Sepp Maier

Lui dice: "Il calcio può essere affascinante ed estremamente crudele, e io ho conosciuto entrambi gli aspetti. Un portiere deve avere forza di volontà, deve anticipare i problemi e naturalmente essere anche fortunato".

Manuel Neuer nel 2013
Manuel Neuer nel 2013©Getty Images

Manuel Neuer (2011–present)
UEFA Champions League: 1 (2012/13)
Bundesliga: 3
Coppe di Germania: 2
Titoli con la nazionale: Coppa del Mondo FIFA 2014

La prova: prelevato dallo Schalke nel luglio 2011, Neuer non è entrato subito nei cuori dei tifosi del Bayern, ma è riuscito a conquistarli nel tempo. Adesso però potrebbe persino diventare il capitano della squadra se Philipp Lahm – come previsto – si ritirerà nel 2018. Il portiere dell'Ungheria degli anni '50, Gyula Grosics, aveva probabilmente una tecnica simile col pallone tra i piedi, ma è grazie al gigante di Gelsenkirchen che si è coniato un nuovo termine per descrivere il suo ruolo: il portiere-libero.

La testimonianza dell'esperto: "Manuel è il primo a impostare l'azione offensiva e allo stesso tempo a dirigere la difesa. È una specie di 11esimo giocatore di movimento per noi. Sta rivoluzionando il calcio mondiale".
Joachim Löw, commissario tecnico Germania

Lui dice: "Un portiere è un cavaliere solitario. I tifosi guardano sempre chi fa gol e le magie degli attaccanti. È raro che ci si soffermi sulle qualità di un portiere".

In alto