Il sito ufficiale del calcio europeo

La storia finora: FC Shakhtar Donetsk

Pubblicato: Venerdì, 14 dicembre 2012, 9.30CET
Agli ottavi per la seconda volta, i brillanti risultati conseguiti dallo Shakhtar Donetsk nelle prime partite del Gruppo E l'hanno inserito tra le favorite per la vittoria finale.
di Ihor Linnyk
La storia finora: FC Shakhtar Donetsk
Willian festeggia un gol a Stamford Bridge ©Getty Images
 
 
 
Pubblicato: Venerdì, 14 dicembre 2012, 9.30CET

La storia finora: FC Shakhtar Donetsk

Agli ottavi per la seconda volta, i brillanti risultati conseguiti dallo Shakhtar Donetsk nelle prime partite del Gruppo E l'hanno inserito tra le favorite per la vittoria finale.

Nonostante abbia mancato il primato nel Gruppo E di UEFA Champions League perdendo 1-0 in casa alla sesta giornata contro la Juventus, l'FC Shakhtar Donetsk, a lungo in testa al girone, si è qualificato agli ottavi con una giornata d'anticipo. La squadra di Mircea Lucescu non ha un giocatore che spicca sugli altri, ma grazie a uno straordinario spirito di gruppo ha eliminato i detentori del Chelsea FC dal torneo.

La storia finora

Lo Shakhtar ha iniziato il torneo in maniera brillante, battendo comodamente l'FC Nordsjælland, meritando più del punto ottenuto alla seconda giornata fuori casa contro la Juventus e, probabilmente, meritando una vittoria più netta del 2-1 nella partita successiva contro il Chelsea. I Blues si impongono a Londra 3-2 con un gol in extremis, ma la vittoria in Danimarca alla quinta giornata assicura la qualificazione agli ucraini. In occasione della sconfitta casalinga contro la Juventus all'ultima giornata, lo Shakhtar incassa almeno una rete per la quinta partita consecutiva.

Il momento
In casa, la squadra di Lucescu domina il Chelsea, campione d'Europa in carica, come fosse una delle tante squadre del campionato ucraino, dove ha vinto le prime 15 partite della stagione. Soltanto la presenza tra i pali di Petr Čech evita ai Blues una sconfitta molto più pesante del 2-1 finale. In ogni caso, è una prestazione che attesta le ambizioni dello Shakhtar.

Il giocatore

Le stelle brasiliane di Lucescu - Willian e Fernandinho su tutti – sono il motore dello Shakhtar. Tuttavia, le prestazioni eccellenti dei suoi giocatori più rappresentativi sono motivo di preoccupazione per il tecnico, il quale è consapevole che i grandi club europei seguono con attenzione i suoi pezzi pregiati. Il Chelsea aveva mostrato interesse per Willian già in estate, e la lista di ammiratori si sarà allungata dopo la doppietta nella sconfitta per 3-2 a Stamford Bridge.

In rampa di lancio

L'attaccante armeno Henrikh Mkhitaryan ha segnato i primi gol dello Shakhtar nella fase a gironi, e la reputazione del 22enne è uscita rafforzata dalla fase a gironi. Lucescu ha preferito non fare troppi esperimenti nella fase a gironi, utilizzando soltanto 16 calciatori.

I numeri

Lo Shakhtar è agli ottavi del torneo per la seconda volta. Nella prima occasione, nel 2010/11, ha raggiunto i quarti di finale. Riuscirà a fare meglio questa volta?

Le parole

"Quando una squadra è preparata e pronta a dare tutto sul campo, non c'è alcun bisogno di adattarsi all'avversario. Fissiamo nuovi obiettivi e dipende soltanto da noi raggiungerli. Li raggiungiamo avvalendoci della nostra esperienza. Può essere un'esperienza anche negativa, ma utile ad andare avanti”.

Mircea Lucescu illustra la sua filosofia

Ultimo aggiornamento: 19/12/12 9.46CET

Informazioni collegate

Profili giocatori
Federazioni nazionali
Profili squadre

http://it.uefa.com/uefachampionsleague/news/newsid=1907014.html#la+storia+finora+fc+shakhtar+donetsk

  • © 1998-2014 UEFA. Tutti i diritti riservati.
  • Le parole CHAMPIONS LEAGUE e UEFA CHAMPIONS LEAGUE, il logo e il trofeo della UEFA Champions League e i loghi della Finale di UEFA Champions League sono marchi registrati e/o copyright della UEFA. Tali marchi non possono essere utilizzati in nessun modo per scopi commerciali. L'utilizzo di UEFA.com sta a significare l'accettazione dei Termini e Condizioni e delle Norme sulla Privacy.