Il sito ufficiale del calcio europeo

La storia finora: Borussia Dortmund

Pubblicato: Mercoledì, 12 dicembre 2012, 17.43CET
Il Borussia Dortmund ha riscattato con personalità e maggiore esperienza il deludente cammino della passata stagione, aggiudicandosi con merito il primo posto in un girone di 'ferro'.
di Andy James
da Munich
La storia finora: Borussia Dortmund
Borussia Dortmund ©Getty Images
 
 
 
Pubblicato: Mercoledì, 12 dicembre 2012, 17.43CET

La storia finora: Borussia Dortmund

Il Borussia Dortmund ha riscattato con personalità e maggiore esperienza il deludente cammino della passata stagione, aggiudicandosi con merito il primo posto in un girone di 'ferro'.

Quando il Borussia Dortmund ha conquistato nel 2011 il primo di due titoli consecutivi di Bundesliga, in molti si aspettavano che la giovane squadra di Jürgen Klopp potesse incontrare delle difficoltà in UEFA Champions League. Dopo un deludente ultimo posto nel girone, i Canarini sono stati abili ad imparare da quell'esperienza e riscattarsi in questa nuova edizione, centrando il primo posto nel girone considerato il più difficile.

La storia finora
Dopo una vittoria sofferta nella gara di esordio del Gruppo D contro l'AFC Ajax, il Dortmund ribadisce le sue doti nel gioco d'attacco contro il Manchester City FC due settimane dopo. I gialloneri creano numerose occasioni da rete e a negare ai tedeschi una meritata vittoria servono le straordinarie parate dell'estremo difensore del City Joe Hart e un rigore trasformato da Mario Balotelli nei minuti di recupero. Dopo essersi imposti per 2-1 in casa ed aver strappato un 2-2 in trasferta contro il Real Madrid CF, la squadra di Klopp dimostra appieno la sua forza, ripetendosi ancora una volta nelle due gare finali contro Ajax e City.

Il momento
Il successo nella terza giornata contro il Real Madrid evidenzia chiaramente la crescita dei campioni in carica di Germania rispetto alla passata stagione. Molte squadre sarebbero crollate dopo il pareggio di Cristiano Ronaldo in risposta al gol del vantaggio di Robert Lewandowski, ma il Dortmund non perde la calma. Trascinati dall'entusiasmo del pubblico di casa, gli uomini di Klopp centrano una fondamentale vittoria sancita dal gol-vittoria di Marcel Schmelzer nella ripresa. La convinzione e la consapevolezza tra i giocatori tedeschi di poter ambire ad importanti traguardi è parsa evidente nelle interviste a fine partita.

Il giocatore
Tra i nuovi acquisti, a brillare maggiormente è Marco Reus che al Dortmund prosegue quanto di buono fatto con la maglia del VfL Borussia Mönchengladbach prima del suo trasferimento in estate. La rapida integrazione di Reus può essere determinata dal suo legame con Dortmund, città in cui nasce e cresce calcisticamente, o al rapporto con altri giovani di qualità come Mario Götze e Kevin Grosskreutz. Reus realizza tre reti alla sua prima partecipazione in UEFA Champions League, tra questi i sigilli cruciali contro City e Real Madrid, e non fa rimpiangere la partenza di Shinji Kagawa al Manchester United FC.

In rampa di lancio
Con la sua squadra già qualificata agli ottavi di finale, Klopp offre l'opportunità ai giocatori meno impiegati di mettersi in mostra nella sfida conclusiva del Dortmund contro il City. Tra questi il difensore Oliver Kirch, il portiere Julian Schieber e il giovane Leonardo Bittencourt, ma a impressionare più di tutti è il tecnico centrocampista Moritz Leitner. L'ex giocatore del TSV 1860 München mostra grande sicurezza e personalità nonostante i 20 anni d'età.

I numeri
Con un'età media di 24 anni, il Dortmund vanta una delle squadre più giovani di questa edizione del torneo. Nella gara contro il City alla seconda giornata, l'XI iniziale schierato presenta ben sei giocatori passati per le nazionali giovanili tedesche, un serbatoio ricostituito saldamente dopo la prematura eliminazione della Germania a UEFA EURO 2000.

Le parole
"Cosa posso dire? E' qualcosa che sogni da bambino. Sapevamo prima della gara di affrontare una delle migliori squadre al mondo, ma volevamo dimostrare di potercela giocare alla pari, e ci siamo riusciti. Vincere contro una squadre del genere, di fronte al proprio pubblico, è qualcosa che rimarrà a lungo nella memoria". 
La reazione del difensore Neven Subotić dopo la fondamentale vittoria contro il Real Madrid alla terza giornata.

Ultimo aggiornamento: 19/12/12 9.46CET

Informazioni collegate

Profili giocatori
Federazioni nazionali
Profili squadre

http://it.uefa.com/uefachampionsleague/news/newsid=1906736.html#la+storia+finora+borussia+dortmund

  • © 1998-2014 UEFA. Tutti i diritti riservati.
  • Le parole CHAMPIONS LEAGUE e UEFA CHAMPIONS LEAGUE, il logo e il trofeo della UEFA Champions League e i loghi della Finale di UEFA Champions League sono marchi registrati e/o copyright della UEFA. Tali marchi non possono essere utilizzati in nessun modo per scopi commerciali. L'utilizzo di UEFA.com sta a significare l'accettazione dei Termini e Condizioni e delle Norme sulla Privacy.