Il sito ufficiale del calcio europeo

Cronaca di una serata perfetta

Pubblicato: Mercoledì, 21 novembre 2012, 1.45CET
Il termine "perfezione" ricorre più volte in casa Juventus dopo il roboante successo 3-0 ottenuto contro il Chelsea, un risultato che secondo Arturo Vidal è maturato grazie alle motivazioni bianconere e al contributo dei tifosi.
di Fabio Balaudo
da Juventus Stadium
 
 
 
Pubblicato: Mercoledì, 21 novembre 2012, 1.45CET

Cronaca di una serata perfetta

Il termine "perfezione" ricorre più volte in casa Juventus dopo il roboante successo 3-0 ottenuto contro il Chelsea, un risultato che secondo Arturo Vidal è maturato grazie alle motivazioni bianconere e al contributo dei tifosi.

Doveva essere la partita perfetta e così è stato. La Juventus ha abbattuto il Chelsea con un perentorio 3-0 e si è regalata la più bella serata in UEFA Champions League da parecchi anni a questa parte.

Un successo tanto netto da andare forse al di là di ogni rosea aspettativa, quello sancito dai gol di Fabio Quagliarella, Arturo Vidal e Sebastian Giovinco. Un predominio assoluto sotto tutti gli aspetti: corsa, intensità, capacità di sfruttare le occasioni da rete. E se nella conferenza stampa della vigilia Angelo Alessio aveva chiesto di trasformare lo stadio "in una bolgia", nessuno può dire che pubblico e giocatori non l'abbiano accontentato.

A dar voce alla gioia bianconera è Vidal, autore del gol del raddoppio - quello che di fatto ha chiuso la sfida - ed eletto Migliore in Campo. Il centrocampista cileno rivive così l'incontro: "E' stata una partita perfetta.Sono molto felice perché abbiamo offerto una prestazione straordinaria contro una grande squadra come il Chelsea. Ora dobbiamo continuare così fino alla fine".

Vidal, a segno anche nella gara dello Stamford Bridge contro i Blues, così come Quagliarella, individua nel pubblico il valore aggiunto della Juventus. "I tifosi ci hanno aiutato tantissimo - spiega -. Quando ci sostengono con questo calore diventano fondamentali per noi, fanno sentire alla squadra avversaria il peso di questo stadio".

A fare la differenza in campo, secondi il cileno, sono state soprattutto le motivazioni. "Per noi questa partita era troppo importante - racconta il centrocampista 25enne -. Al di là del gol, sono contento soprattutto per la prestazione, perché volevamo una vittoria e l'abbiamo ottenuta con merito contro una grandissima avversaria".

Grazie al successo contro il Chelsea, ai Bianconeri basterà un risultato di parità contro l'FC Shaktar Donetsk alla Giornata 6 per approdare agli ottavi di finale, un traguardo che manca dal 2008/09. Un'impresa non impossibile sulla carta, anche se Vidal è consapevole che la trasferta ucraina potrebbe celare qualche insidia nascosta.

"Non è ancora finita. Manca ancora una partita per chiudere i conti e non sarà facile per noi. Ma se giocheremo come questa sera, siamo sicuri che ne uscirà una sfida interessante e io sono convinto che la nostra sarà una prestazione convincente".

Del fatto che la sfida di Donetsk non sarà una semplice formalità è convinto anche Giorgio Chilellini. "Stasera c'era una grande atmosfera e noi abbiamo disputato una gara al limite della perfezione - spiega il difensore -. Ora però servirà un'altra prestazione come questa, perché lo Shakhtar ha dimostrato di meritare il primo posto e noi dovremo fare punti a tutti i costi per evitare di rovinare tutto sul più bello".

Ultimo aggiornamento: 27/11/12 19.06CET

Informazioni collegate

Profili giocatori
Profili squadre
Partita collegata

http://it.uefa.com/uefachampionsleague/news/newsid=1895610.html#cronaca+serata+perfetta

  • © 1998-2014 UEFA. Tutti i diritti riservati.
  • Le parole CHAMPIONS LEAGUE e UEFA CHAMPIONS LEAGUE, il logo e il trofeo della UEFA Champions League e i loghi della Finale di UEFA Champions League sono marchi registrati e/o copyright della UEFA. Tali marchi non possono essere utilizzati in nessun modo per scopi commerciali. L'utilizzo di UEFA.com sta a significare l'accettazione dei Termini e Condizioni e delle Norme sulla Privacy.