L'Olanda piega la Spagna ed è sul tetto d'Europa

Spagna - Olanda 0-1
Il sesto gol nel torneo di Vivianne Miedema e una difesa impenetrabile consentono all'Olanda di conquistare il titolo europeo femminile Under 19.

L'Olanda piega la Spagna ed è sul tetto d'Europa
©UEFA.com

Un gol di Vivianne Miedema al 21' permette all'Olanda di piegare la Spagna all'Ullevaal Stadion e di trionfare ai Campionati Europei UEFA Under 19 Femminili.

L'Olanda è l'ottava squadra a laurearsi campione Under 19 Femminile
Miedema firma il gol-partita al 21'
Il No9 olandese vince la classifica marcatori con nove gol
García spreca l'occasione per il pareggio al 76'
4.054 gli spettatori presenti all'Ullevaal Stadion di Oslo

La Spagna spinge per gran parte dell'incontro, ma l'Olanda ha in Miedema un'attaccante che non perdona. Il suo gol a metà primo tempo si rivela decisivo e la Spagna non riesce a recuperare lo svantaggio nonstante il dominio espresso nella ripresa.

Nelle prime battute di gara la Spagna si riversa nella tre quarti dell'Olanda, che sembra subire la tensione della sua prima finale nel torneo e fatica a trovare i ritmi giusti, ma Miedema non perdona alla prima occasione utile.

Al 21' l'attaccante viene imbeccata da Kim Mourmans, vede Sara Serrat fuori dai pali e con apparente naturalezza deposita il pallone in rete con un tocco morbido a scavalcare il portiere spagnolo, firmando il suo sesto gol nelle fasi finali. La Spagna accusa il colpo, ma si riorganizza e chiude la prima frazione di gara come l'aveva iniziata, con il piede premuto sull'acceleratore.

Le occasioni, tuttavia, faticano ad arrivare. Andrea Sánchez interviene su un disimpegno di Jennifer Vreugdenhil e il pallone si spegne di poco a lato, poi sul corner successivo Leire Baños spedisce il pallone alto sulla pressione della retroguardia avversaria. La squadra di Jorge Vilda prende l'iniziativa anche nella ripresa, pur allentando un po' la pressione, mentre l'Olanda perde per infortunio Jill Roord.

La Spagna fatica a trovare spazi nell'attenta retroguardia olandese, superbamente orchestrata da Dominique Janssen, ma al 76' potrebbe pareggiare: Alba Redondo serve Nahikari García sul dischetto del rigore e dopo l'intervento di Jennifer Vreugdenhil sulla prima conclusione dell'attaccante iberica è Danielle Kuikstra a salvare tutto sulla ribattuta. L'Olanda stringe i denti fino alla fine e può festeggiarte il suo primo titolo nel torneo.

In alto