UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Gruppo A, sfida con ironia

Mentre il Ct dell'Inghilterra scherza in conferenza stampa e rifiuta di mollare la coppa, Corrado Corradini vuole dare "una bella batosta alla Germania" in quello che è certamente il girone più difficile.

Mo Marley (Inghilterra), Maren Meinert (Germania) e Corrado Corradini (Italia)
Mo Marley (Inghilterra), Maren Meinert (Germania) e Corrado Corradini (Italia) ©Sportsfile

In conferenza stampa, il Ct dell'Inghilterra Mo Marley fa capire che non intende cedere il titolo nei Campionati EuropeiUEFA Under 19 Femminili. Germania, Italia e Scozia, avversarie nel Gruppo A, cercheranno tuttavia di strapparglielo.

Mentre i quattro Ct posavano per una foto con la coppa, Marley l'ha afferrata per scherzo dicendo: "È mia!". Uno scherzo che nasconde un fondo di verità perché, dopo la vittoria in Bielorussia 10 mesi fa, l'Inghilterra vuole confermarsi campione: "Sappiamo che il girone è molto difficile e dobbiamo prepararci adeguatamente - ha commentato Marley -. L'anno scorso abbiamo fatto bene, ma quest'anno la sfida è più intensa ".

La presenza di 12 giocatrici della squadra del 2008/09 è d'aiuto e Marley si affida all'esperienza per la gara d'esordio contro una Scozia in crescita. Il Ct scozzese Shelley Kerr dichiara: "Lavoro con questo gruppo da neanche un anno e le ragazze sono cresciute molto - commenta a UEFA.com -. Siamo considerate outsider perché ci siamo qualificate come migliori seconde, ma la pensiamo diversamente e siamo qui perché ce lo meritiamo".

Due anni fa, in Francia, la Norvegia ha avuto un percorso simile ed è arrivata in finale, dove ha perso contro l'Italia. L'anno scorso, le azzurrine non sono neanche riuscite a qualificarsi per la fase finale e a difendere il titolo, ma quest'anno sono state inarrestabili con sei vittorie su sei, 25 gol realizzati e uno solo subito. "Rispettiamo molto tutte le squadre, specialmente Germania e Inghilterra, ma daremo il massimo per arrivare in semifinale - commenta il Ct Corrado Corradini -. È una squadra completamente diversa da quella del 2008, ma è assolutamente preparata".

Riguardo la prima partita, Corradini commenta scherza: "Vogliamo battere la Germania, e se possibile darle una bella batosta". Il Ct tedesco Maren Meinert risponde: "La prima partita di un torneo è sempre equilibrata e abbiamo grande rispetto per l'Italia. Sarà molto difficile batterla". Ancora di più, forse, senza la coppia formata da Alexandra Popp e Dzsenifer Marozsán, a riposo in vista della prossima Coppa del Mondo FIFA Under 20 femminile. "Penso che avrebbero fatto la differenza", commenta Meinert.

Poi aggiunge: "L'importante è che tante ragazze abbiano la possibilità di fare esperienza e sono molto contenta di questa squadra. Secondo me possiamo andare avanti ". Anche se pochi scommetterebbero contro le tre volte campionesse, sarebbe imprudente escludere a priori qualsiasi squadra in quello sarà certamente il girone più combattuto.