La Spagna si inchina in finale, Italia terza

La Spagna è stata battuta 2-0 dal Giappone nella finale della Coppa del Mondo FIFA Under 17 Femminile in Costarica; Italia vittoriosa ai rigori sul Venezuela nella finale per il terzo posto.

La delusione delle giocatrici spagnole dopo la sconfitta in finale contro il Giappone
La delusione delle giocatrici spagnole dopo la sconfitta in finale contro il Giappone ©AFP

La Spagna è stata battuta 2-0 dal Giappone - avversaria che l'aveva sconfitta con lo stesso parziale nella prima gara del torneo - nella finale della Coppa del Mondo FIFA Under 17 Femminile in Costarica

Il Giappone passa in vantaggio con Meika Nishida 5' dopo una conclusione di Shino Matsubara deviata sulla traversa da Elena De Toro, quindi a 12' dal fischio finale è la subentrata Fuka Kono a chiudere i conti su invito di Rikako Kobayashi. Nel finale c'è ancora spazio per una traversa di Mizuki Saihara, ma a fine gara il Ct spagnolo Jorge Vilda ha espresso soddisfazione per la prova della sua squadra.

"Anche se il risultato è stato lo stesso della sfida nella fase a gironi, le due gare sono state molto diverse. Abbiamo reso la vita difficile al Giappone e sono orgoglioso della mia squadra. Il torneo si è rivelato un successo per noi, abbiamo chiuso al secondo posto e non dimenticheremo mai questa esperienza.

Dopo l'iniziale ko contro il Giappone, la Spagna - seconda ai Campionati Europei UEFA Under 17 Femminili dello scorso inverno - aveva battuto 3-0 la Nuova Zelanda e 7-1 il Paraguay, approdando ai quarti contro la Nigeria, superata 3-0. In semifinale le spagnole si erano poi imposte 3-0 sull'Italia.

Le Azzurrine - giunte terze nella rassegna continentale di categoria in Inghilterra - strappano il podio mondiale superando 2-0 ai rigori il Venezuela dopo il 4-4 sul campo. In precedenza l'Italia aveva vinto il suo girone battendo Zambia e Costarica prima di cedere 1-0 proprio al Venezuela. Successivamente era arrivato il successo 4-3 ai rigori sul Ghana nei quarti dopo il 2-2 sul campo.

La Germania, laureatasi campione d'Europa a dicembre, era stata eliminata al termine della fase a gironi dopo aver pareggiato 2-2 col Canada e perso 1-0 e 4-3 contro Ghana e Corea del Nord.

In alto