Italia e Svizzera avanti tutta

Azzurre e elvetiche hanno superato in scioltezza il Gruppo 9 valido per il turno di qualificazione del Campionato Europeo UEFA Under 17 Femminile, giunto alla settima edizione.

L'Italia Under 17 festeggia la vittoria contro la Svizzera
L'Italia Under 17 festeggia la vittoria contro la Svizzera ©Stoyan Georgiev

Italia e Svizzera hanno superato in scioltezza il Gruppo 9 valido per il turno di qualificazione del Campionato Europeo UEFA Under 17 Femminile. Il torneo, con una formula rinnovata, è alla settima edizione.

La fase finale del torneo è stata ampliata da quattro a otto squadre. Italia e Svizzera sono a un turno dal raggiungerla grazie ai successi contro Repubblica Ex Jugoslava di Macedonia e Bulgaria nelle prime due partite. Alla fine, l'Italia si è assicurata il primo posto battendo 5-1 la Svizzera, mentre la Bulgaria dovrà attendere di sapere se sarà la migliore terza.

All'esordio, Italia e Svizzera hanno subito centrato rispettivamente un 6-0. La Svizzera ha battuto la Bulgaria grazie alle reti di sei calciatrici diverse, mentre la Macedonia è andata sotto di quattro reti contro l'Italia dopo appena 22 minuti, con Manuela Giugliano a segno due volte. La quinta rete la realizzava Sara Mella prima dell'intervallo, mentre Valery Vigilucci fissava il punteggio nel finale.

Due giorni più tardi, la coppia di testa si è assicurata la qualificazione con vittorie ancora più nette. La Svizzera andava avanti in termini di differenza reti superando 12-0 la Macedonia, sempre con sei calciatrici a segno. Già in rete all'esordio, Alison Germanier e Julia Stierli firmavano una doppietta a testa, al pari di Teuté Ameti, Sereina Villiger e Cinzia Zehnder. L'Italia superava invece 10-0 la Bulgaria, con Lisa Boattin autrice dei primi due gol, prima delle triplette di Valentina Bergamaschi e di Vigilucci.

Alla Svizzera bastava quindi il pareggio contro l'Italia per assicurarsi il primo posto e al 13' passava in vantaggio con Ameti, salvo farsi raggiungere dopo quattro minuti da Vigilucci, al quinto gol in tre partite. La squadra di Enrico Sbardella dilagava, con Bergamaschi a segno due volte e Giugliano una volta, prima dell'espulsione dell'elvetica Lorena Baumann allo scadere del primo tempo. Giugliano firmava un altro gol nella ripresa chiudendo partita e discorso primato.

"Sono molto soddisfatto della prestazione contro la Svizzera – ha dichiarato Sbardella -. È stato un test impegnativo. Avevamo giocato contro la Svizzera in un'altra fascia d'età alcuni mesi fa e avevamo perso. Questa volta la squadra era pronta e concentrata al massimo”.

"Abbiamo ottime risorse in attacco, giocatrici rapide e abili in mezzo al campo e sulle fasce, come Bergamaschi e Giugliano. Ma anche la difesa ha retto molto bene contro una squadra forte fisicamente come la Svizzera. Il prossimo turno di qualificazione a ottobre sarà probabilmente più impegnativo, ma lo affronteremo con la massima fiducia”.

La Bulgaria, che cercava di evitare la sconfitta per avere la possibilità di qualificarsi, concludeva il girone a tre punti con un 2-1 sull'ERJ  Macedonia grazie a una doppietta di Stefka Petkova, mentre Stefani Skerlevska firmava l'unico gol macedone nel girone.

Gli altri nove mini tornei di qualificazione sono in programma dal 28 luglio all'11 agosto. Le 10 vincitrici dei gironi, le 10 seconde e la terza classificata con i migliori risultati contro le prime due squadre del girone raggiungono le tre teste di serie (Germania, Spagna e Francia) al sorteggio del turno elite del 15 agosto. Questa fase, in programma dal 30 settembre al 20 ottobre, determinerà le sette squadre che raggiungeranno l'Inghilterra alla fase finale, che si disputerà dal 26 novembre all'8 dicembre.

In alto