L’Italia guarda avanti, l’Austria indietro

Il Ct Enrico Sbardella attende la semifinale contro la Germania ed è soddisfatto nonostante la sconfitta contro l’Austria che, può ripensare a un anno ricco di successi.

Enrico Sbardella ha fatto turnover a Telford
©Sportsfile

Enrico Sbardella, Ct Italia
La maggior parte delle ragazze pensava già alla semifinale. Ho fatto un po’ di turnover per evitare gli infortuni e sono soddisfatto. È stata una buona prova per la prossima gara. A questo livello tutte le avversarie sono forti, quindi non avevamo preferenze tra Spagna e Germania. Quando arrivi a questo punto è importante avere le giuste energie, sia fisiche che mentali. Sappiamo che nel calcio ogni partita è una storia a sé: partiremo sfavoriti contro la grande Germania, ma cercheremo di fare del nostro meglio.

Ci prepareremo come per le partite contro Portogallo e Inghilterra. Oggi ci riposeremo e ci godremo questo traguardo storico. Se riusciamo ad arrivare in finale avremo già realizzato un sogno, e i sogni non costano niente. La cosa più soddisfacente è stato qualificarsi prima dell'ultima giornata perché ci ha permesso di risparmiare le energie.

Dominik Thalhammer, Ct Austria 
Tutti sono molto orgogliosi di quello che il calcio austriaco è riuscito a fare negli ultimi anni. Siamo fieri di aver partecipato questi campionati europei e di aver giocato molto bene. Alla fine siamo arrivati a un passo dalle semifinali e non esserci è il nostro unico rimpianto. La partita contro l'Inghilterra è stata  decisiva e forse meritavamo di più.

All'inizio prevale la delusione, ma dobbiamo anche essere consapevoli di quello che abbiamo fatto qui e negli ultimi mesi. Abbiamo avuto la possibilità di fare esperienza ai massimi livelli.

Ovviamente sarebbe stata un'esperienza ancora più bella se fossimo riusciti ad andare avanti, ma la mia squadra ha compiuto un passo importante durante questo torneo, dalla partita contro il Portogallo, a quella contro l'Inghilterra fino a questa. Crescere era la priorità e sono sicuro che le ragazze ci guadagneranno molto per il futuro. Spero che l'Austria riesca a partecipare agli europei molto più spesso e che nascano giocatrici capaci di arrivare in nazionale maggiore.

In alto